UK, stop a lavoratori europei se non specializzati. Cosa accadrebbe in Germania con l’Italia fuori dall’UE

La premier Theresa May ha affermato che il Regno Unito non accetterà più lavoratori europei non specializzati.

A due anni dal voto che ha visto il trionfo dei ‘sì’ all’uscita dell’Inghilterra dall’Europa, la premier inglese Theresa May presenta i dettagli del piano commerciale proposto all’Unione Europea dopo la Brexit. «Non sarà più permesso alle persone di arrivare dall’Europa nella remota possibilità che possano trovare un lavoro», questa la dura dichiarazione postata dalla premier sul suo profilo Facebook. «Accoglieremo sempre – prosegue – i professionisti qualificati che aiutano la nostra economia a prosperare, dai dottori alle infermiere, dagli ingegneri agli imprenditori ma, per la prima volta da decenni, avremo il pieno controllo dei nostri confini». Con queste parole May si fa portavoce del volere dei cittadini inglesi, promettendo inoltre maggiore libertà e autonomia per il Paese. Il progetto, infatti, porterà una netta diminuzione della libera circolazione delle persone, permetterà al Regno Unito di stipulare autonomamente i propri accordi commerciali in tutto il mondo, e lo libererà dai vincoli imposti dalla corte di Giustizia dell’Unione europea.

E se l’Italia uscisse dall’Europa e la Germania adottasse le stesse misure dell’Inghilterra?

Secondo i numeri, oltre 250.000 italiani hanno lasciato il Paese nel 2017, e le destinazioni europee più ricorrenti sono Germania e Gran Bretagna. Inoltre, dalle statistiche AIRE è emerso che, al 31 dicembre 2015, i cittadini italiani residenti in Germania sono circa 701.367 – con numeri sempre crescenti se si sommano anche coloro che non sono regolarmente iscritti all’AIRE. Ora, provate ad immaginarvi questo ipotetico scenario: il popolo italiano, nei panni di quello inglese, vota a favore dell’uscita dell’Italia dall’Europa e la Germania, per una qualsiasi ragione, decide di attuare provvedimenti simili a quelli proposti dalla premier britannica. Cosa succederebbe a tutti gli italiani residenti in Germania? Probabilmente non verrebbero toccati dal provvedimento in quanto già residenti sul territorio tedesco; o forse sarebbero costretti a restare per un periodo indeterminato in attesa di dimostrare il possesso di particolari competenze; oppure verrebbero espulsi direttamente dal suolo tedesco per poi essere accettati previa dimostrazione di determinate capacità professionali. È innegabile che  la decisione di uscire dall’Europa sia foriera di conseguenze poco vantaggiose per coloro che si trovano all’estero, e non solo, e che una decisione di questo tipo debba essere ponderata con attenzione dai Governi dei Paesi europei.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: Photo by Heidi Sandstrom. on Unsplash

Leave a Reply