Tiramisù, gelati, bonèt, caffé e panne cotte: a Berlino arrivano i dolci di Giorgiolombardi

“Solo gli imbecilli non sono ghiotti… si è ghiotti come poeti, si è ghiotti come artisti…” scrisse Guy de Maupassant. Impossibile contraddirlo, l’uomo occidentale da secoli è riuscito a trasformare un’esigenza primaria, il mangiare, in uno dei piaceri principali della sua giornata quotidiana. Per noi italiani, questa attenzione all’alimentazione è una vera e propria educazione con cui cresciamo fin da bambini. Ed è per questo che chiunque viva a Berlino da un po’ comincia ad avere nostalgie culinarie di vario tipo. Non sono tanto le ricette a mancare, ma la qualità degli ingredienti con cui realizzarle. Dallo scorso dicembre in Weinbergsweg 5, la carinissima strada che collega Rosenthaler Platz a Kastanienallee (siamo quindi tra Mitte e Prenzlauer Berg) ha aperto una gelateria – pasticceria – piccola cucina che, quanto a qualità dei prodotti usati per le proprie creazioni non ha nulla da invidiare a nessuno. Si chiama Giorgiolombardi e in Italia in realtà esiste già con ben due locali analoghi, uno a Tortona ed uno a Novi Ligure. Nocciola piemontese, mandorla di Noto, liquirizia Amarelli, menta di Pancalieri, cioccolato Domori, canditi e marron glacé Agrimontana e così via: ogni sapore è originale, nella sua forma d’eccellenza.

Lesen Sie den Artikel auf Deutsch hier.

Dietro a Giogiolombardi, come potete immaginarvi, c’è un Giorgio, ma non solo. Accanto a lui, da quando avevano 22 anni, c’è Lara (nella foto di copertina), sua moglie, mente creativa dietro la maggiore parte dei loro dolci: “Siamo dei veri appassionati, quando siamo in Italia siamo disposti a farci anche due ore di viaggio in auto se ci segnalano un ristorante o una pasticceria di cui abbiamo sentito parlare molto bene. Siamo curiosi e come noi lo sono le nostre figlie, di nove e quindici anni”. Tutto è iniziato 15 anni fa a Tortona: “Abbiamo rilevato una gelateria dentro un centro commerciale. Io avevo frequentato l’istituto alberghiero e avevo sempre avuto la passione per i dolci. È stato difficile far passare l’idea che anche dentro un luogo così apparentemente di massa si potessero realizzare gelati e semifreddi di altissima qualità, ma a poco a poco, a costo di tantissimi sacrifici, ci siamo riusciti”.

Berlino è la nuova sfida. “Sappiamo bene che qui in Germania c’è un altro rapporto sia verso la pasticceria che verso la caffetteria rispetto all’Italia, ma anche che anche qui, alla lunga, la qualità viene apprezzata ed una volta conquistato un cliente si può contare sul suo ritorno. Non ci limitiamo a vendere il gelato in cono o coppa, ma proponiamo anche dei percorsi del sapore, associazioni di gusti da provare uno dopo l’altro, una vera e propria degustazione di purezza, tutta artigianale. Abbiamo il laboratorio accanto con tanto di vetro su strada, cosicché tutti possano vedere come lavoriamo. Venerdì nel tardo pomeriggio offriamo poi un aperitivo salato in cui anche il gelato è declinato in gusti originali, come al parmigiano o al peperone, mentre ogni domenica abbiamo un brunch salato al buffet con ricette tipiche della nostra tradizione, dalla lasagna alle crostate salate, passando per salumi, vitello tonnato, focaccine e tanto altro. In un mare di offerta gastronomica, vogliamo distinguerci sia in termini di qualità che di originalità, senza però tradire le nostre radici”. Il prodotto di cui andate più fieri? “Il nostro Bicerin alla torinese con caffè espresso, cioccolata calda e crema di panna, il tradizionale zabaione, o il gelato alla crema servito in abbinamento al Moscato Passito, ma ci sono così tante cose, tutte frutto di studio, discussioni e voglia di realizzare qualcosa di cui sentirsi orgogliosi che sceglierne uno è davvero impossibile. Sono tutti nostri “figli””.

Giorgiolombardi

Gelateria – Pasticceria – Caffetteria – Piccola Cucina

Weinbergsweg 5, 10119 Berlino – Mitte

Tel. +49 (0)30 50566195

info@giorgiolombardi.com

Pagina Facebook

Aperto dal martedì alla domenica dalle 9 alle 20

Giogiolombardi fa parte del network True ItalianI possessori della Berlino Magazine Card hanno diritto al 10% di sconto tutti i giorni su tutto. 

Related Posts

  • 10000
    A Berlino, nel pieno centro del quartiere Friedrichshain, ogni giorno decine di tedeschi, italiani ed altri stranieri bevono prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia del nostro sud. Sono i vini di I Centopassi, elegante bar-vineria inaugurato ad aprile 2014 da Fabrizio e Domenico. “Dopo tanto tempo passato a lavorare…
  • 10000
    Pasta fatta in casa, aperitivi, pizza al taglio - o meglio “pinsa romana”, taglieri di salumi e formaggi, verdure grigliate, tiramisù espressi e vino di altissima qualità. Parlare del Trino, un nuovo locale italiano che ha aperto da qualche mese tra Mitte e Prenzlauer Berg, è un vero piacere. E…
  • 10000
    In quella Ddr che rinominava tutto ciò che era americano con un altro nome, compresi gli hot-dog (che al di là del muro era ketwurst, ovvero würs-tel con ket-chup) e che di certo non brillava per varietà e qualità del cibo a causa delle perenne penuria di molti ingredienti, c'erano…
  • 10000
    Arrivando dall'Italia ci si fa subito caso: i ristoranti vietnamiti a Berlino sono centinaia. Soprattutto in alcuni quartieri, Prenzlauer Berg su tutti, è a volte quasi più semplice trovare una cucina del Sud-est asiatico che del cibo europeo. Le ragioni della grande presenza di uomini e donne originarie del Vietnam nella…
  • 10000
    La Panna Bio - di Claudia Valentini (dal Workshop di Scrittura Creativa “Scrittori Emigranti”, racconto scritto in occasione della Passeggiata Letteraria) Ciao, sono la panna da cucina di soia e a te che mi stai per comprare chiedo: “Ma che campi a fa'?” Eh c'hai ragione, cara mia. Mi sono ridotta…

One Response to “Tiramisù, gelati, bonèt, caffé e panne cotte: a Berlino arrivano i dolci di Giorgiolombardi”

Leave a Reply