I berlinesi scendono in piazza per difendere i propri club

Manifestazione, https://unsplash.com/photos/DoA2duXyzRM, Clem Onojeghuo, CC0

Manifestazioni nate dal malcontento per la chiusura di diversi club a Berlino

Nell’ultimo periodo a Berlino molti club hanno chiuso. Club che avevano fatto la storia della città, costretti a cessare l’attività a causa degli affitti troppo alti, delle pressioni esterne e della gentifricazione, che ha sacrificato spazi creativi per costruirci edifici a uso commerciale. Ma la fine di tutti questi locali ha causato grande malcontento tra i cittadini, che sono scesi diverse volte per le strade per manifestare il proprio disappunto.

Clubsterben: il fenomeno della chiusura degli spazi creativi berlinesi

«Vogliamo attirare l’attenzione sul fatto che siamo davvero vicini alla fine» afferma uno dei relatori di Reclaim Club Culture, facendo riferimento alle numerose chiusure. «Se continueremo a vendere la città in questo modo, questi spazi presto non esisteranno più» continua, sottolineando come la gentifricazione possa essere considerata uno dei motivi principali della fine di molti locali berlinesi. Reclaim Club Culture è un gruppo che lotta per mantenere viva la cultura in città, sottolineando come molti spazi culturali abbiano dovuto cedere il proprio posto a progetti di nuovi investitori. Spazi dinamici, dove gli artisti si riunivano, per creare e dare vita al proprio estro e dove le persone si incontravano per intrattenersi e divertisti. Clubsterben: così i berlinesi hanno soprannominato il fenomeno dilagante della chiusura dei club. Sterben, in tedesco, significa morire e rappresenta quello a cui molti locali cittadini sembrano essere destinati.

Manifestazioni a cui partecipano moltissime persone

Il 23 maggio 2019 ha avuto luogo una manifestazione, a Berlino, organizzata da Reclaim Club Culture, a cui hanno partecipato 200 persone. Quella del 23 è stata però una protesta un po’ particolare: è stato infatti organizzato un finto corteo funebre nella parte ovest della città, alla fine del quale è stato organizzato anche un funerale simbolico artefatto, in memoria di tutti i locali chiusi. Un’altra protesta è stata organizzata per sabato 25 maggio 2019: il motivo della manifestazione è l’ampliamento dell’autostrada federale A100, che porterebbe alla demolizione di diversi club situati a Berlino, tra cui ://about blank, FIPS, Osthafen, Polygon, Else and Wilde Renate.

Protest-Rave A100 stoppen! Elsenbrücke für alle!

25 maggio 2019 dalle 14 alle 18

Elsenbrücke an der Treptowers

Evento Facebook

Leggi anche: Zukunftsland 2099 ovvero come sarà Berlino tra 80 anni secondo i suoi artisti


Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK


Immagine di copertina: Manifestazione, ©Clem Onojeghuo, CC0

 

 

 

Leave a Reply