Le poste tedesche trasformeranno normali lettere in email a chi lo chiederà

Il nuovo programma della Deutsche Post per digitalizzare il servizio postale

La Deutsche Post, servizio postale tedesco, ha attivato un nuovo servizio di digitalizzazione. Pagando un abbonamento mensile si ottiene la conversione automatica di tutte le proprie lettere in e-mail. Il servizio è sicuramente molto utile per chi ha bisogno di consultare la propria posta anche mentre si trova in viaggio, ma non mancano gli aspetti negativi: per vedere convertita la posta cartacea in e-mail, infatti, è necessario che ne venga scannerizzato il contenuto, accettando di sacrificare parzialmente il proprio diritto alla privacy.

Il nuovo servizio offerto da Deutsche Post

La Deutsche Post ha annunciato l’attivazione di un progetto per permettere a tutti i residenti in Germania di vedere convertita la propria posta in e-mail. Si tratta di un programma di digitalizzazione con l’obiettivo di adattare il servizio postale al mondo digitale, dando a tutti la possibilità di convertire automaticamente la propria posta cartacea in e-mail. Per usufruire del servizio è necessario un abbonamento, che fino al prossimo luglio sarà disponibile al prezzo promozionale di 5 € al mese.

Come funziona la conversione della posta in e-mail offerta da Deutsche Post

Abbonandosi al nuovo servizio di Deutsche Post si ottiene la completa digitalizzazione della propria posta. Ciò significa che tutte le lettere e le cartoline, che normalmente si riceverebbero al proprio indirizzo in formato cartaceo, sono convertite in e-mail e ricevute telematicamente nella propria casella di posta elettronica. Il procedimento avverrà tramite scansioni e ovviamente, per rendere tutto ciò possibile, sarà necessario che ogni singola lettera venga aperta meccanicamente e che il suo contenuto sia scannerizzato, in modo da convertirlo in formato digitale. Chi vorrà aderire al servizio dovrà quindi essere consapevole del fatto che, così facendo, starà rinunciando alla riservatezza sul contenuto delle proprie lettere.

Leggi anche: 30 eventi da non perdere a Berlino nel 2019



Immagine di copertina: © Photo by Ibrahim Rifath on Unsplash, CC0

Leave a Reply