Orfano di guerra francese chiede indennità alla Germania

Wehrmacht, sl3p3r, https://pixabay.com/it/photos/natura-umano-guerra-wehrmacht-3260516/, CC0.

L’orfano di un soldato francese che servì contro la sua volontà nell’esercito tedesco chiede un risarcimento al pari dei discendenti dei tedeschi

Il figlio di un soldato francese arruolato a forza nell’esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale chiede un’indennità di guerra alla Germania. Lui si chiama Gerard Michel e il padre fu uno dei 130.000 cosiddetti “Malgre-nous” (“contro la nostra volontà”) che nell’agosto del 1942 furono arruolati forzatamente nella Wehrmacht e nelle SS, tutti provenienti dall’Alsazia e dal dipartimento della Mosella. Morì poi in Polonia nel 1944 e ora il figlio pretende un compenso al pari degli orfani dei caduti tedeschi.

Sono ancora aperte diverse dispute sulla questione delle indennità

Va sottolineato come questo sia solo l’ultimo problema, in ordine di tempo, riguardante i risarcimenti a veterani e loro discendenti che la Germania sta affrontando dalla fine della guerra. Solo poco tempo fa è scoppiata una polemica in Belgio, in quanto pare che una consistente pensione sia tutt’ora corrisposta a nazisti belgi arruolatisi volontariamente nelle SS. Molti ex appartenenti al violentissimo gruppo capitanato da Heinrich Himmler, tra cui diversi collaborazionisti stranieri riparati in Svizzera, hanno ricevuto pensioni per le ferite riportate e indennità in favore dei figli di coloro che sono morti in battaglia.

Una richiesta che pare doverosa

In virtù di questo sembra quindi più che legittima la richiesta di Gerard Michel, che a supporto della sua richiesta dichiara: «Mio padre si è sacrificato lasciandosi alle spalle mia mamma incinta, è stato sepolto in una fossa comune in Polonia, come tanti altri, e la Germania non si è nemmeno scusata». Ha poi aggiunto che gli orfani francesi hanno ricevuto un pagamento di 920 euro dopo un accordo tra Francia e Germania del 1981, sottolineando come esso sia di circa 200 volte inferiore rispetto ai pagamenti ricevuti dai belgi arruolatisi volontari nelle SS. Dopo più di settant’anni rimangono quindi ancora aperte numerose dispute, specialmente a livello legale, che coinvolgono una Germania che non riesce ancora a lasciarsi del tutto alle spalle quel terribile periodo.   

Leggi anche: Secondo il Belgio la Germania continua a pagare la pensione ad ex SS


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina:  Wehrmacht, © sl3p3r, CC0, da Pixabay.

Leave a Reply