Tre quarti dei tedeschi teme per la propria futura pensione ed è pronta ad agire di conseguenza

In Germania si diffonde la paura di non ricevere la pensione e i cittadini si dichiarano disposti a pagare più tasse

Uno studio condotto dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) su un campione di 22.000 persone tra i suoi Stati membri, tra cui Germania, Israele, Messico e Stati Uniti, ha rivelato che circa l’80% della popolazione teme di non ricevere la pensione. In Germania, in cui il tasso di natalità è il più basso d’Europa, questa paura risulta particolarmente diffusa dato l’invecchiamento della popolazione che si sta verificando nel paese. Con più anziani si riduce la porzione tassabile della popolazione e ciò comporta anche una diminuzione dei finanziamenti necessari a stanziare i piani pensionistici. Secondo lo studio, quasi la metà degli intervistati tedeschi sarebbe disposta a pagare un ulteriore 2% del proprio reddito come tassa o premio, in modo da garantirsi una pensione più alta. Quattro intervistati su cinque ritengono che il governo tedesco non stia attuando un piano di tassazione capace di soddisfare i bisogni futuri della popolazione.

Come risolvere il problema in Germania

Secondo gli intervistati tedeschi, il modo migliore per evitare l’insorgenza del problema delle pensioni è quello di aumentare le tasse. Tre quarti degli intervistati si sono dichiarati a favore di una tassazione più pesante per le persone con fascia di reddito più alta, mentre meno della metà ha dichiarato di essere disposta a pagare più tasse per vedersi garantito un miglior piano pensionistico. Secondo le dichiarazioni raccolte, la popolazione tendenzialmente ritiene che le persone con un reddito più alto debbano assumersi un onore economicamente maggiore ed essere disposte a pagare più tasse in favore delle fasce più povere. La posizione assunta da parte degli intervistati tedeschi nei confronti del governo è risultata quasi del tutto univoca: il 78% ha infatti sostenuto che il governo dovrebbe fare di più per aiutare le persone in età pensionabile.

Le preoccupazioni più comuni tra gli Stati membri dell’OCSE

L’OCSE è un’organizzazione di 57 Stati che mira a sostenere politiche che promuovano il benessere economico e sociale della popolazione. Il sondaggio è stato realizzato allo scopo di determinare le preoccupazioni più comuni tra i paesi membri dell’organizzazione ed è emerso, innanzitutto, che il 76% degli intervistati di età compresa tra i 16 e i 70 anni è preoccupato di dover provvedere autonomamente al proprio mantenimento nel periodo della pensione. Il 51%, invece, teme maggiormente l’affacciarsi di malattie o forme di disabilità, mentre il 47% ha paura dei fenomeni di criminalità e violenza. Il 43%, infine, ha timore di incorrere in difficoltà economiche a breve termine.

Leggi anche: Secondo il Belgio la Germania continua a pagare la pensione ad ex SS



Immagine di copertina: © Photo by Cristina Gottardi on Unsplash

Leave a Reply