40 istantanee da Berlino, la città che non puoi non fotografare

istantanee da Berlino

di Maria Palmieri

Inutile, ma obbligatorio dirlo: Berlino è una città particolare da fotografare (oltre che da vivere).

I monumenti non sono poi così importanti, molto più interessante è la gente, ciò che accade, le sensazioni che suscita. È silenziosa e libera allo stesso tempo. La scorza è dura, ma non puoi non amarla. Ti rendi conto subito che è meta ideale per chi scatta analogico, su pellicola. I rullini, di tutti i tipi, si trovano ovunque. Nei negozi dedicati alla fotografia, ma anche nei mercatini o in magazzini addetti a prodotti per l’igiene come il DM. E così tra creme e detersivi, eccoci in fila ad acquistare pellicole a colori dall’esotico nome, “Paradies”. Come a dire: «Berlino è il paradiso per gli amanti dell’analogico.» I prezzi sono decisamente contenuti, impensabili in Italia.

Se ami i colori qui li amerai ancora di più per la loro morbidezza, vivacità, aspetto nostalgico e malinconico. Vengono fuori in modo del tutto spontaneo. Le mie fotografie parlano di questo. Sono quelle sensazioni. Oggi e ieri si mischiano ed il passato lo trovi sempre con te, attaccato alle suole di una passeggiata che sembra durare da decenni e che non ha voglia di trovare una meta.

Maria Palmieri

Pagina Facebook

Tumblr

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

Leave a Reply