Seifenopera: a Berlino si canta e balla tutto dentro una vasca piena di sapone

Vasche da bagno, sapone e bolle a volontà, ballerini a petto nudo, acrobati, una cantante lirica avvolta in un vestito bianco che richiama la schiuma, una donna vestita da topo gigante, una casalinga disperata, un’anacronistica hippie, un boss, sua figlia ribelle ed una band che spazia dal jazz al rock’n’roll: vi sembrano elementi presi a caso da un travagliato sonno notturno? No, sono i personaggi di Seifan Opera, il nuovo spettacolo in scena presso il Wintergarten di Berlino. Nominalmente “opera” lo è perché la struttura della pièce è quella classica delle “opere”, sapone è invece ciò che pervade il palco dall’inizio alla fine della rappresentazione. Siamo in un appartamento di Berlino abitato da diversi artisti. Rischiano lo sfratto. Una società di brokeraggio inglese vuole acquistarla. La ribellione dei ragazzi non si ferma al “no, non ce ne andiamo”. Vogliono attirare l’attenzione dei loro concittadini e così trasformano la loro abitazione in un centro culturale dove esibizioni di canto e ballo si susseguono senza soluzione di continuità. Ecco quindi balli di ogni tipo, acrobazie alle funi, ai trapezi e tanto altro ancora.

Perché andarlo a vedere. L’intreccio della storia scritta da Markus Pabst e Maximillian Rambaek e che un po’ ricorda Rent, è adatta ad intrattenere un vasto pubblico dai più grandi ai più piccini. Non si tratta di spettacolo raffinato, ma le performance sono godibili, c’è ironia e sarcasmo. È una vera e propria “opera”? No, più che altro varietà vecchio stile, di quello che i clienti abituali del Wintergarten si aspettano da ogni show ospitato in questo vecchio e fascinoso teatro dell’ex Berlino Ovest. Nei prossimi mesi il Wintergarten ospiterà altri show dedicati al grande pubblico: dall’omaggio a Whitney Houston del 24 novembre a quello a Frank Sinastra (interpretato da Andrej Hermlin e la sua band) il prossimo 15 dicembre.

Seifen Opera

fino al 27 settembre

dal mercoledì al sabato alle 20.00

la domenica alle 18.00

biglietti da 35 € acquistabili qui online

Corsotedesco

Sara Zavarin

Laureanda in Legge, studia a Torino dividendosi tra Piemonte, Veneto e Berlino

Leave a Reply