A Berlino arriva il Fahrradloft, il primo condominio a misura di ciclista

A Berlino è stato appena presentato il Fahrradloft, progetto edilizio composto da due condomini – per un totale di 42 appartamenti – pensati per chi vive “su due ruote”. La zona interessata è il quartiere di Lichtenberg, collocato nella parte orientale della città. Progettata sfruttando le più avanzate soluzioni ecosostenibili e con materiali ecologici, la coppia di palazzi di cinque piani rappresenta soprattutto uno stile di vita alternativo. Secondo la cooperativa edilizia che ha promosso l’iniziativa, il ciclista ha infatti un approccio diverso nei confronti della quotidianità rispetto a quello di un automobilista e ha di conseguenza bisogno di vivere in un ambiente che risponda alle sue esigenze.

Fassade-130316-Lueck-Sued

Pensare un condominio per ciclisti. Gli architetti Paul Wichert e Lars Göhring hanno elaborato e messo su carta delle soluzioni che rispettino e facilitino la vita dei ciclisti. In quest’ottica è stato concepito l’ascensore esterno a doppia apertura rigorosamente a misura di bici. L’ascensore permette di accedere alle balconate comuni situate su ogni piano dell’edificio. Si tratta di aree ciclabili e pavimentate in legno, materiale che permette di ridurre il rumore al minimo. Percorrendole si raggiungono gli ingressi dei singoli appartamento, dove si possono lasciare le bici senza che queste siano d’intralcio ai vicini. Da non sottovalutare il fatto che si possono trasportare i rimorchi con la spesa direttamente alla porta del proprio appartamento. E non è tutto: su richiesta c’è anche un locale apposito annesso all’unità abitativa dove lasciare i rimorchi. Il locale è addirittura collegato a un telecomando che permette di aprirne le porte senza scendere dalla bici. Per finire il tetto degli edifici è un vero e proprio giardino ciclabile con impianto di irrigazione che prevede il riciclo dell’acqua piovana.

Fahrradloft-6

Nessuno spazio per le automobili. La nota dolente però c’è. Lo spazio circostante i due palazzi non è fornito né di parcheggi per automobili, né di garage sotterranei. I visitatori hanno la possibilità di lasciare la propria bici in un grande locale comune dotato di videosorveglianza, ma non hanno spazi riservati alle loro automobili – che, d’altra parte, non hanno neppure i condomini stessi. Al posto dei parcheggi ci sono varie aree giardino che sono riservate agli inquilini del pian terreno. È però anche vero che chi abbraccia la filosofia della bici generalmente sfrutta il car sharing, senza possedere personalmente un’automobile.

coll_zwei-haeuser

I prezzi e l’ubicazione. I prezzi degli appartamenti variano all’interno della fascia 1800 – 2800 euro/mq. Il quartiere è Lichtenberg, dell’ex Berlino Est, distante 25 minuti in bici dal Mitte. I palazzi sono situati in Nöldnerplatz, tra Leopoldstraße e Lückstraße. Probabilmente è stata proprio la posizione a favorire le vendite degli appartamenti, che sono stati venduti nel giro di pochi giorni. Visto il successo del progetto, c’è la concreta possibilità che vengano realizzate iniziative simili, sia a Berlino che nel resto della Germania.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Foto di copertina © Sascha Kohlmann CC BY SA 2.0

Related Posts

  • Se vivi o desideri vivere a Berlino non puoi fare a meno della bicicletta né di conoscere le 10 categorie di ciclisti in cui ti puoi imbattere in giro per la città. Ecco 10 categorie di ciclisti di cui Berlino è piena. 1 - I ciclisti puri Tante persone usano…

Giulia Mastrantoni

Laureata in inglese e francese, ama scrivere e viaggiare. Legge come se non ci fosse un domani e, non appena se ne presenta l'occasione, si butta a capofitto in nuove avventure. «Da grande» vuole non doversi mai chiedere: «E se?». Ha pubblicato i racconti "Misteri di una notte d'estate" per la Ed. Montag nel 2015 e "Veronica è mia" per la Panesi Edizioni nel 2016, sulla tematica della violenza psicologica e sessuale.

Leave a Reply