A Berlino una straordinaria mostra tra Surrealismo e Nuova Oggettività

La Sammlung Scharf-Gerstenberg ospita Surreale Sachlichkeit, una mostra che vede esposta una ricca selezione di dipinti degli anni ‘20 e ‘30 provenienti dalla Nationalgalerie. L’esposizione nasce dal desiderio di analizzare con più chiarezza e rinnovato sguardo due delle correnti più misteriose e controverse del mondo dell’arte: Surrealismo e Nuova Oggettività.

Surrealismo e Nuova Oggettività. Questi due movimenti artistici nascono dopo la prima Guerra Mondiale, rispettivamente in Francia e Germania – in opposizione alle Avanguardie storiche – con principi sostanzialmente opposti, ma intenti molto simili. Da una parte il Surrealismo, che metteva al centro l’inconscio umano e bandiva qualsiasi influsso deviante proveniente dalla ragione; dall’altra parte la Nuova Oggettività che trasferiva sulla tela la realtà priva di trucchi e manipolazioni. Nessun criterio estetico, nessuna morale, solo un gruppo di artisti disillusi, pieni di cinismo e di rassegnazione. La loro unica arma era l’arte, il solo mezzo per far aprire gli occhi sul tragico dopoguerra che stavano vivendo.

I protagonisti. Ecco quindi comparire sui pannelli bordeaux dell’allestimento degli spazi della Sammlung Scharf-Gerstenberg grandi nomi europei, che sembrano esser stati messi lì a dialogare tra loro sulla sorte dei popoli che vissero tra i due conflitti mondiali. Otto Dix, Max Ernst, Salvador Dalì, Giorgio De Chirico, René Magritte, Felice Casorati e Henri Rousseau: tutti riuniti per svelarci l’oscura psicologia che si celava negli avvenimenti di quegli anni.

Surreale Sachlichkeit

Dove: Sammlung Scharf-Gerstenberg, Schloßstraße 70 Berlin

Quando: fino al 23 aprile 2017

Orari: dal martedì al venerdì dalle 10:00 alle 18:00; sabato e domenica 11:00-18:00; chiuso il lunedì

Biglietto: intero 14 euro; ridotto 7 euro

Sito ufficiale del museo

Tutte le foto © Valerio Marotti

banner3okok-1-1024x107 (1)

Related Posts

  • Si faceva chiamare Jean e Hans a seconda che il suo interlocutore o la lingua utilizzata fosse francese o tedesco, lui difatti aveva entrambe le nazionalità (era nato a Strasburgo da madre alsaziana e padre tedesco), e già questo testimonia la sua stravaganza, un modo di vedere le cose che…
  • Dopo una lunga attesa, la Neue Nationalgalerie di Berlino verrà finalmente ampliata. A guadagnarsi l'appalto per la progettazione della nuova struttura che ospiterà ulteriori opere d’arte contemporanee è stato lo studio di architettura svizzero Herzog & de Meuron. Il concorso era stato indetto a settembre 2015 per l'ideazione del layout della sede, dell'architettura e del…
  • Proprio di fronte all'entrata dello Schloss Charlottenburg, all'apertura della elegante Schloβstrasse, sorgono due musei che ospitano due piccoli tesori di arte surrealista e avanguardie artistiche del primo Novecento. Chiunque voglia ripercorrere lo sviluppo artistico di Picasso, la nascita e crescita del Surrealismo o le ultime fasi di lavoro di Klee non può…
  • Pittore, scultore, scrittore, fotografo, cineasta, designer e sceneggiatore. Tutto ciò che c'è da sapere su Salvador Dalì in una mostra a Potsdamer Platz. Ammettetelo. Quando ci si approccia all'arte contemporanea la frase che tutti, almeno una volta nella vita, avete pronunciato è: «Ma questo avrei saputo farlo anch'io!». Una reazione praticamente impossibile però se ci si trova…
  • Tanto da fare questo mese a Berlino: concerti, mostre, cinema, feste, spettacoli teatrali: la lista che segue verrà integrata giorno per giorno con tutto ciò di interessante di cui noi di Berlino Magazine verremo a sapere. Consultatela quindi anche più avanti: non sarà la stessa guida che trovate oggi. MOSTRE, FIERE…

Eleonora Lanave

Romana, laureata in Scienze della moda e del costume all'Università La Sapienza. Romantica e vagabonda. Approdata a Berlino per cambiare rotta. "T'insegneranno a non splendere, e tu splendi invece". [Pier Paolo Pasolini]

Leave a Reply