Ami le bici? A due passi da Berlino c’è chi ne ha appese 120 su un palazzo

Fahrradhof Altlandsberg

Un negozio di biciclette che si trasforma in opera d’arte. Il Fahrradhof Altlandsberg è il posto ideale per tutti gli amanti delle biciclette.

Un’intera parete di un palazzo ricoperta da biciclette, 120 per l’esattezza. Si trova a Altlandsberg, su Berliner Allee 4, ad una mezz’ora d’auto da Alexanderplatz e fa da cornice ad uno dei più forniti negozi dedicati alle due ruote a pedali di tutto il Brandeburgo (più di 500 bici, sia usate che nuove). Si chiama Fahrradhof Altlandsberg ed è gestito da un gruppo di appassionati di bici che lo hanno inaugurato nel 1999. Uno di loro, Christian Petersen, è anche l’autore dell’eccezionale installazione/opera d’arte che caratterizza la facciata principale del loro negozio/laboratorio. Un’ottima pubblicità che ha portato giornalisti e turisti da tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’Indonesia, passando per Brasile ed India) a dare un’occhiata.

Come è nata l’opera

È cominciato tutto con una semplice domanda posta al proprietario dell’esercizio, il canadese Peter Horstmann. «Capo che ne facciamo di queste vecchie bici lasciateci che così tanti clienti si dimenticano o provano a lasciarci come forma di pagamento?». «Appendile pure al muro.» È nata così una prassi che ben presto si è trasformata in qualcosa di più corposo: un progetto artistico definitivamente inaugurato nella primavera del 2009. La più vecchia bici sulla parete è del 1933, ma non è l’unico pezzo d’antiquariato. Con il tempo lo stesso Horstmann ha appeso pezzi che lo avevano accompagnato nella sua infanzia. I ricordi su due ruote non hanno mai avuto una vita così statica.

Fahrradhof Altlandsberg

Berliner Allee 4, 15345 – Altlandsberg

Aperto dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00 e la domenica dalle 11:00 alle 16:00

Sito Ufficiale

Pagina Facebook

15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Tutte le immagini sono: © Fahrradhof Altlandsberg

 

Related Posts

  • Görlitzer Park, Tempelhof, Mauer Park, gli Hackescher Markt, i musicisti di strada, gli open ari cinema di Kreuzberg, gli Spaeti, le file ai locali, il Club der Visionaere, la U1 di Schleisches Tor, i tramonti rosa, il sole, la pioggia, il canale, le birre, la Sprea, le biciclette, le passeggiate,…
  • Berlino non è una bellezza classica alla Roma, Parigi o Londra, il suo fascino risiede soprattutto nei dettagli e nell'atmosfera che vi si respira, sia quella emanata dagli stessi berlinesi che dalla Storia del ventesimo secolo. Nazismo, comunismo, guerra fredda, globalizzazione. Non sono i monumenti, belli, ma spesso posticci e…
  • The Berlin Brain, il "cervello" di Berlino, la Biblioteca della Libera Università di Berlino, deve la sua forma ovale trasparente e argentea all'architetto Norman Foster della Foster & Partners. La sfida vinta da Foster era quella di progettare un'unica nuova biblioteca di filologia che potesse contenere tutti i 700.000 volumi…
  • di Melissa Cordoni Berlin ist keine Traumstadt, Berlino non è la città dei sogni. Anche perché: i sogni di chi? Del manager britannico, che non sa delle luci – e ombre - di Kreuzberg, troppo impegnato a scivolare svelto tra gli uffici ordinati di Potsdamer Platz e il terminal tre…
  • Quante volte avete desiderato di voler viaggiare senza alcuna preoccupazione economica? O addirittura di volervi trasferire in un altro paese evitando tutte le spese di viaggi, documenti, casa, cibo? Young Germany ha cercato di rispondere a queste domande proponendo 10 modi per trasferirsi in Germania, non solo senza aprire il…

Leave a Reply