Berghain, l’ironico fake è in Olanda. Non entra nessuno, ma c’è comunque la coda

Il Berghain? La coda è di default anche quando si tratta semplicemente di una gigantografia. L’ironica installazione è stata visibile durante il recente Beyond, festival di musica elettronica (e non solo) tra Eindhoven e Rotterdam, ma solo in questi giorni sta facendo il giro del mondo grazie alla sua pubblicazione su diversi media dall’eco internazionale.

Il Berghain non era d’accordo. “We are especially thrilled since Berghain made Facebook remove our original post about this project a few weeks ago“, “Siamo particolarmente emozionati (dal successo dell’installazione) dato che il Berghain stesso ha fatto rimuovere il nostro post originale su questo progetto qualche settimana fa” scrive sul proprio profilo Facebook BAUHAUS, ovvero l’organizzazione del Beyond Festival.

Il mito del Berghain. La leggenda del Berghain ha raggiunto ormai una popolarità sconosciuta a qualsiasi altro club europeo. Qualità della musica, eccezionalità della location e durata dei party (anche quattro giorni consecutivi, da venerdì notte a lunedì mattina) sono senza dubbio gli elementi a cui inizialmente ha dovuto il suo successo, ma è indubbio che la selezione alla porta – piuttosto arbitraria – abbia arricchito il tutto di un’aurea misteriose che fa di ogni ingresso una conquista. Essere squadrati da Sven Marquardt o dal bouncer di turno e ricevere un ok, entra, viene percepito da molti come una conferma della propria coolness. Se entri puoi ritenerti un fico.  Anche se poi non a tutti interessa davvero la musica o il party di turno.C’è persino un’app (giocabile anche da pc, cliccate qui per saperne di più) che ti allena a farti entrare. Berlino è anche questo.

© Facebook/Tracks you haven’t heard in Panorama Bar

banner3okok (1)

Related Posts

  • (articolo scritto da una persona che preferisce rimanere anonima e che da molti anni collabora con il Berghain per l'organizzazione).  Il Berghain è senza dubbio il locale più importante di Berlino, non solo se si parla della scena techno, ma di tutto ciò che rappresenta. Non a caso è normalmente inserito…
  • I bouncer del Berghain sono notoriamente difficili da impressionare, si sa. E così, essere respinti di fronte alla dura selezione del club più famoso di Berlino è un'esperienza capitata presto o tardi a tutti quelli che hanno provato ad accedere al tempio della techno. Nel folle proliferare di guide, vademecum,…
  • Il Watergate è il club di Berlino con una splendida terrazza sulla Sprea e due sale dove si può ascoltare ottima musica. Uno dei locali più famosi della capitale, vanta una fila all'ingresso che fa concorrenza a quella del Berghain, il locale-leggenda di Berlino. Sono proprio questi due club ad aver fatto da…
  • Il Berghain è il club più famoso di Berlino. Complici l'atmosfera e la musica techno, il locale si è conquistato una fama più unica che rara, tanto da meritare, qualche giorno fa, che una lista dei drink rubata venisse messa in vendita su eBay. Riuscire a entrare o capire i…
  • Ogni anno la rivista specializzata inglese DJ Mag stila la Top 100 dei club più amati in tutto il mondo. Ebbene il Berghain, il club per eccellenza della scena berlinese, perde quest'anno altri 3 posti, scivolando dalla posizione numero 13 alla numero 16. Un declino lento ma inarrestabile che dura…

2 Responses to “Berghain, l’ironico fake è in Olanda. Non entra nessuno, ma c’è comunque la coda”

  1. fra

    belli i tempi (parlo ormai di piu’ di sei anni fa o anche di piu’) in cui si entrava piu’ o meno in qualunque modo. contava piu’ la faccia ora piu’ i vestiti o tatuaggi. in parte e’ un conformismo al contrario, in piu’ le persone erano piu’ spontanee. vabbeh

    Rispondi
  2. federico

    ma che si fotta anche il berghain!!!!

    Rispondi

Leave a Reply