Berlino, 14enne siriana cacciata dal tram: l’accusa di razzismo è infondata

Non è una settimana facile a Berlino sul fronte razzismo: dopo il caso del minorenne tedesco di Prenzlauer Berg picchiato perché di colore, un altro possibile caso di xenofobia scuote l’opinione pubblica cittadina. Secondo informazioni del Tagesspiegel, martedì pomeriggio un conducente di tram avrebbe fatto scendere un’adolescente siriana dalla vettura perché indossava il velo. Dopo aver parlato con un adulto, la ragazza ha sporto denuncia alla polizia, che ora indaga con la collaborazione della società di trasporti berlinese BVG.

I fatti. L’adolescente siriana, 14enne, ha raccontato alle autorità di essere salita martedì scorso intorno alle 14:35 alla fermata Bölschestraße su un tram diretto verso la stazione S-Bahn Friedrichshagen. Pochi attimi dopo il conducente avrebbe intimato alla ragazza di scendere perché non avrebbe trasportato nessuno con indosso un velo. Nessuno degli altri passeggeri si sarebbe schierato dalla parte della 14enne che, confusa e indecisa sul da farsi, avrebbe preferito scendere. Dopo essersi consultata con un adulto, la ragazza ha deciso di denunciare l’episodio alla polizia.

Le indagini. «La BVG», ha spiegato la portavoce della società dei trasporti Petra Reetz, «ha avviato un’indagine interna e sta analizzando i video delle telecamere di sorveglianza». La procedura potrebbe purtroppo procedere a rilento: la ragazza, infatti, non ricorda con precisione su quale linea sia salita alla fermata di Bölschestraße. Nelle sue campagne la BVG si descrive come una società giovane, aperta, multiculturale (emblematico al riguardo il video dello scorso anno Is mir Egal).

Aggiornamento: la replica di BVG e del conducente. Un articolo di B.Z. mette ora però in dubbio la ricostruzione della giovane siriana. Secondo quanto afferma una testimone su Facebook, la 14enne e una sua amica sarebbero salite sul tram (linea 60) mangiando un kebab. All’invito del conducente a non consumare cibi a bordo – come da regolamento dell’azienda – l’amica avrebbe smesso di mangiare, la ragazza con il velo no. Solo dopo tre avvertimenti – confermano anche il diretto interessato e la BVG – l’autista avrebbe intimato alla «ragazza con il velo bianco» di scendere dal tram e di finire il proprio kebab fuori. La BVG ha anche fatto sapere di aver trovato il filmato relativo all’episodio che, essendo muto, non aiuta a chiarire definitivamente la dinamica dei fatti.

Foto di copertina STRAßENBAHN BERLIN – ALEXANDERPLATZ © Flickr – kaffeeeinstein CC BY-SA 2.0

Banner Scuola Schule

Leave a Reply