Berlin Wonderland e le foto della Berlino ribelle 1989-1996

Si intitola Berlin Wonderland, ed è un eccezionale libro di testo e foto pubblicato lo scorso giugno in Germania grazie all’eccezionale lavoro di ricerca soprattutto fotografica realizzato da Anke Fesel e Chris Keller coadiuvati dall’agenzia bobsairport per la casa editrice Gestaltalten. Si racconta, sia con un testo (in doppia lingua, sia inglese che tedesco) che con le immagini. Ecco quindi Berlino dal 1989 al 1996, quella degli anni immediatamente successivi alla caduta del muro, “quando artisti, punk, anarchici, squatters, visionari e gente stravagante scoprirono una terra di nessuno – praticamente una zona senza leggi – nel cuore della città”, ovvero l’ex Berlino Est, in particolare Mitte, Prenzlauer Berg e Friedrichshain. Fu così che nacquero ed ebbero vita una serie infinita di club, bar, feste, gallerie d’arte e tanti altri tipi di eventi e locali, tra cui si distinsero il Tacheles (chiuso definitivamente nel 2012) e il Schokoladen (che tuttora lotta per la sopravvivenza) .

Attraverso più di 200 foto Berlin Wonderland riesce ad offrire uno spaccato di quegli anni la cui scia del ricordo, è ciò che rende ai giorni nostri la capitale tedesca così affascinante. Molte delle foto sono realizzate da Ben de Biel, Philipp Recklinghausen, Rolf Zöllner, Hilmar Schmundt, Hilmar Schmundt e Hendrik Rauch. Chi scrive ha il libro a casa già da alcuni mesi: è un piacere sfogliarlo ed immaginare quella Berlino che molti di noi hanno solo sfiorato. Non è tutto: la foto in copertina è esattamente davanti la sede attuale di Berlino Cacio e Pepe Magazine. Se voleste comprare Berlin Wonderland, il prezzo è di € 29.90 e, oltre a poterlo trovare in tutte le librerie berlinesi (ripetiamo: i testi su ogni pagina sono sia in inglese che in tedesco) può essere acquistato online cliccando qui.

Tutte le foto di Berlin Wonderland sono realizzate da fotografi della bobsairport e sono  © Gestalten 2014 

Scuola di Tedesco Banner Sara

Related Posts

  • 63
    Da giorni a Berlino la colonnina di mercurio si attesta intorno ai 20 gradi. Un clima mite, che però con i campionati europei di calcio e la semifinale Francia-Germania alle porte, si è surriscaldato improvvisamente. Le strade e i quartieri più remoti della città, scarsamente battuti dal turismo, dimostrano di non essere estranei…
    Tags: si, è, in, berlino, ddr, tedesco, per, foto, tutte, est
  • 63
    Dal 31 marzo all'1 aprile 2017 si è tenuta a Berlino la 26esima edizione dell'Ostpro, il bellissimo mercatino dei prodotti della Germania dell'Est. Domenica scorsa si è conclusa a Berlino la 26esima edizione dell'Ostpro, il mercatino più caratteristico dei prodotti della Germania dell'Est, di cui avevamo già parlato qui. La…
    Tags: è, berlino, per, si, nel, est, ddr
  • 62
    Berlino cambia a ritmi vertiginosi e diventa sempre più decisamente una metropoli capitalistica. Ma un viaggio nei luoghi di Berlino Est è ancora un'esperienza da fare. Da luoghi imprescindibili e mainstream come la Fernsehturm di Alexanderplatz o l'East Side Gallery, passando per mete meno battute come il Café Sibylle o il Kino International:…
    Tags: in, per, berlino, nel, si, est, è, anni, ddr
  • 61
    Cinque minuti di Berlino Est negli anni '80, tra Unter den Linden, Alexanderplatz, Gendarmenmarkt, Friedrichstrasse, Strausberger Platz, piscine piene di bambini, parchi e tanto altro ancora. Certo i palazzoni ci sono anche qui, quelli non si potevano nascondere, ma sarà che la musica è giusta, sarà che è un video…
    Tags: est, berlino, è, anni, si, ddr
  • 57
    Si intitola 25 Years of the Fall of the Wall: Photography from Now and Then e raccoglie una ventina di scatti realizzate da Yven Augustin, un berlinese che pochi giorni dopo la caduta del muro - all'epoca aveva solo 19 anni - se ne andò in giro per la parte est della città…
    Tags: è, anni, berlino, per, berlin, realizzate, foto, si, est, in

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Cacio e Pepe prima il blog, dopo il magazine. Collabora anche con Wired, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply