Berlino celebra il 25° anniversario della caduta del Muro

Berlino si prepara a celebrare il 25° anniversario della caduta del muro con una serie di eventi, mostre e incontri in tutta la città, per ripercorre le tappe fondamentali che hanno portato alla riunificazione della Germania.

Una serie di appuntamenti che culmineranno il fine settimana del 9 novembre 2014, data della caduta del muro, con l’imponente installazione luminosa “Simbolo di speranza per un mondo senza muri”.

8.000 palloncini luminosi che si snoderanno lungo quello che era il percorso del muro: da Bornholmer Straße, passando per il Mauerpark, Bernauer Straße, il Reichstags, la Porta di Brandeburgo, Potsdamer Platz, Checkpoint Charlie fino all’Oberbaumbrücke. In cinque postazioni verrano liberati in aria. Un muro simbolico talmente luminoso che in condizioni meteo favorevoli sarà visibile anche dallo spazio.

Segnaliamo di seguito alcuni degli eventi in programma:

Fino al 28 settembre la mostra dedicata alla presenza degli alleati francesi a Berlino Die Freiheit Berlins ist auch unsere all’Heimatmuseum Reinickendorf.

Fino al 30 novembre al Neuer Garten a Postdam un’attenta documentazione dedicata ai paesaggi Sacrow, Babelsberg und Neuer Garten divisi dal muro.

Dal 2 ottobre al 9 novembre Das bin ich noch – Mein Land geht in den Westen al Deutsches Theater una serie di letture, incontri, riflessioni sulle aspettative realizzate e tradite a 25 anni dalla caduta del muro.

Dal 3 al 20 ottobre Ich schweige nicht – Das Jürgen-Fuchs-Projekt poesie e testi dello scrittore e attivista della DDR Jürgen Fuchs.

Dal 3 ottobre al 29 novembre The Forgotten Pioneer Movement, un progetto interdisciplinare incentrato sulla generazione della guerra fredda.

Fino al 5 ottobre Ein Tag für… Martin Luther King, Jr. per ripercorrere insieme ad artisti, autori e intellettuali la visita del 13 settembre 1964 di Martin Luther King, Jr. a Berlino.

Dal 17 ottobre al 16 novembre si terrà il 6. Europäischer Monat der Fotografie Berlin: in occasione del festival internazionale della fotografia il focus delle opere di quest’anno sarà incentrato sulla crisi mondiale del 1929, sulla nascita della DDR e sugli eventi del 1989.

Dal 4 al 9 novembre al Theater an der Parkaue; la premiere della pièce teatrale di Marcus Lobbes Berlin-Friedrichstraße 20.53 Uhr che racconta la fuga di uno studente della DDR nella Berlino ovest.

Il 6 e il 9 novembre grande concerto di musica classica alla Berliner Philharmoniker.

Dal 7 al 9 novembre l’installazione luminosa.

Dal 7 novembre fino al 7 dicembre Oh, wann kommst Du? – Deutsch-deutsche Schlager im Dialog al Kleines Theater, un dialogo in musica tra i cantautori della DDR e quelli della BRD.

9 novembre: le celebrazioni per l’insediamento di Willy Brandt come cancelliere.

9 novembre: alla Kapelle der Versöhnung verranno officiate celebrazioni commemorative.

9 novembre: spettacolo teatrale Das Ende der SED all’Auswärtiges Amt.

9 novembre: dopo i lavori di ristrutturazione riapre il centro di documentazione del muro nella Bernauer Straße.

9 novembre: nella cornice del Konzerthaus a Gendarmenmarkt cerimonia ufficiale per il 25°  anniversario della caduta del muro.

Dal 14 novembre al 28 giugno 2015 West: Berlin – Eine Insel auf der Suche nach Festland all’Ephraim Palais, una mostra temporanea sullo stile di vita e la mentalità dell’allora Berlino Ovest.

Foto © VivaoPictures CC BY-SA 2.0

Sara Comparato

Amante del mare, di Berlino e delle contraddizioni in generale, approda nel 2008 nella capitale tedesca. Terminata l'università ha lavorato nel settore degli eventi e del marketing, oggi gestisce contenuti e clienti per un'agenzia berlinese. Dopo Cristina D'Avena ha iniziato a esaltarsi con Guns N' Roses & co. e da allora non ha più smesso.

Leave a Reply