Berlino, a 360° su Potsdamer Platz con un drone, il video

Potsdamer Platz e dintorni visti dall’alto di un drone. È il video di due minuti realizzato dalla Grand Motions, agenzia che si occupa di video su commissione attraverso droni.

Negli anni del muro questa piazza, vista dal basso diventò uno degli emblemi della Berlino divisa, del resto qui passeggiava il vecchio di Il cielo sopra Berlino che si chiedeva dove fosse la sua Postdamer Platz non comprendendone il cambiamento. A guardarla dall’alto, simbolo di una rinascita e di un avvenieristico piano urbanistico e architettonico che l’ha posta al centro della rinascita non può che fare una certa impressione, ma valutate voi.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Related Posts

  • I punti più affascinanti di Potsdamer Strasse, una via di Berlino tutta da scoprire. A pochi passi da Tiergarten, la Potsdamer Strasse s'incanala nel cuore occidentale di Berlino, offrendo un punto d'attrazione sempre più innovativo e affascinante. A lungo considerata come un punto morto della città, conosciuto solo per un teatro…
  • "Dov'è la mia Potsdamer Platz?" si chiedeva il vecchio con il bastone di Il cielo sopra Berlino (1987). La piazza che negli anni '20 e '30 era stato il centro pulsante dei divertimenti e della vita culturale della città era stata completamente sventrata dalla guerra prima e dal muro poi,…
  • La trattoria La Strada di Berlino sita su Alte Potsdamer Strasse 5 (accanto a Potsdamer Platz) cerca da subito "un cuoco/cuoca motivato, creativo e con esperienza" e un cameriere/cameriera. Richieste: pulizia, capacità di lavorare in gruppo, puntualità ed orari flessibili. Per contatti chiamate lo 030 91572833, parlerete con Herr Marantos.…
  • Potsdamer Platz e Welcome  to the machine dei Pink Floyd Avrei molte canzoni da dedicare a Berlino. E’ una città che si adatta bene alla musica…o forse è la musica che si adatta bene alla città, non saprei dire con precisione. Passeggiando o andando in giro con la metro ci…
  • "Se Nina Simone fosse un uomo..." É così che Paul McCartney si riferisce a Benjamin Clementine. Il paragone farebbe arrossire chiunque, pur essendo veritiero. Ma i ricorda tanto, somiglia a, - The independent gli ha attribuito l'intensità di Edith Piaf - non si addicono ad uno stile che si rivela completamente nuovo, personale. Questo…

Leave a Reply