A Berlino apre i battenti dopo un’opera di restyling il DaWanda Snuggery, l’oasi della creatività

In un mercato caratterizzato sempre più da spinte commerciali che tendono all’omologazione, l’originalità e l’unicità di un prodotto rappresentano il valore aggiunto, l’attributo inestimabile che fa davvero la differenza. Indossare un capo unico, arredare con complementi di design frutto dell’estro di crafter emergenti o possedere un oggetto realizzato artigianalmente e su richiesta sta diventando un trend ogni giorno più assecondato dal grande pubblico. Se a questo aggiungiamo la possibilità di accedere a un marketplace virtuale a portata di clic, comodamente seduti sul divano di casa propria, concedendosi tutto il tempo del mondo per scegliere senza fretta fra milioni di articoli e godendo dei vantaggi di un acquisto meditato e consapevole, allora il successo di un’idea ha tutti i numeri per arrivare in alto. Puntando su questi elementi – oltre che sui fattori qualità, tradizione, materie prime e lavoro manual-artigianale – nel 2006 nasce a Berlino DaWanda, una piattaforma di social commerce fondata da Claudia Helmig e Michael Putz (in foto) che si presenta come splendida alternativa alla produzione e al consumo massificati e che punta a conquistare una fetta di clientela desiderosa non solo di acquistare un articolo esclusivo, ma di rispettare standard ecosostenibili per un consumo responsabile. A otto anni dalla fondazione di una piccola start-up, DaWanda è diventato oggi il più grande mercato europeo online di prodotti handmade e di design, diretto concorrente della compagnia e-commerce americana Etsy, rispetto alla quale offre al seller l’enorme vantaggio di poter aprire una vetrina sul portale senza alcun costo di inserzione.

Helmig e Putz

Ma come funziona, nello specifico, un marketplace potenzialmente senza confini, in grado di far conoscere i propri prodotti da un angolo all’altro d’Europa? DaWanda (brand name ispirato al nome femminile africano che in traduzione significa “l’unica”) è una piazza online in cui artigiani e designer vendono articoli originali e di alta qualità, e dove gli appassionati di oggetti particolari possono trovare milioni di prodotti personalizzabili grazie al contatto diretto con i venditori. Designer e creativi offrono su DaWanda la possibilità di realizzare un oggetto sulla base dei gusti e dei desideri dell’acquirente, che si tratti di abbigliamento, arte, arredamento, gioielli, vintage e tanto altro ancora. Il social commerce è una forma innovativa e rivoluzionaria di commercio telematico che supera l’anonimato dei mercati online tradizionali e riesce a dare valore alle persone e alle storie che permettono l’esistenza di ogni singolo prodotto. Con DaWanda viene offerta ai venditori una piattaforma sulla quale presentare e vendere gli articoli a un’ampia base di utenza, perché nel giro di otto anni il sito è arrivato a contare una strabiliante media di 18 milioni di visite mensili. Il sito offre dunque uno spazio per sfruttare al meglio le potenzialità creative, con l’unico e imprescindibile requisito che il prodotto sia realizzato a mano, personalizzato o rimodellato, oppure che l’oggetto venga disegnato e concepito dal venditore stesso. Grazie ad un originale concetto di base – senza contare l’alto valore fondante che l’azienda berlinese conferisce all’ecocompatibilità, alle materie prime ‘verdi’ non trattate con sostanze chimiche e al rispetto per l’ambiente – DaWanda conta ad oggi 270mila venditori, 10mila articoli nuovi ogni giorno, 3,8 milioni di utenti in tutta Europa e 18 milioni di visite al mese, con la possibilità di accedere alle varie versioni del sito in tedesco, in italiano, in inglese, in francese, in spagnolo, in olandese e in polacco.

dawanda 2

Sull’onda del grande successo europeo, nel 2012 il brand ha deciso di aprire a Berlino (sede dell’azienda) uno stimolante punto d’incontro per creativi e amanti del fai-da-te. Venerdì 16 Maggio, in Windscheidstraße 19 a Charlottenburg, riapre i battenti con una festa di primavera, dopo un’opera di ripensamento e restyling, il DaWanda Snuggery: da semplice punto vendita, lo spazio diventa un concept store ibrido di 80 metri quadrati che unisce negozio al dettaglio, caffetteria e spazio creativo sotto un unico tetto. Un vero tempio del do-it-yourself in cui acquistare articoli fatti a mano, accuratamente selezionati, ma non solo. Snuggery è stato concepito per diventare un luogo d’incontro dove gli appassionati del design e del fai-da-te possano scambiarsi idee e curiosità in tema di artigianato innovativo, gustando nel mentre deliziose specialità culinarie. Tra un macaron e un caffè, i clienti interessati potranno sfogliare i manuali in consultazione, prendere spunti originali e realizzare progetti innovativi usufruendo di materiali e attrezzi messi a disposizione da Snuggery, fra cui un tagliavetro di precisione e una macchina da cucire professionale. Con le sue luci soffuse, le pareti a tinte pastello e un arredamento in legno naturale, DaWanda Snuggery si presta a diventare una vera e propria oasi della creatività in cui dimenticare per qualche ora la frenesia e i ritmi sfibranti che la città spesso impone. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati sarà quello del giovedì sera, in cui un team di professionisti terrà dei workshop gratuiti per avvicinarsi al mondo dell’estro creativo o approfondire tecniche di bricolage più specifiche; seminari completati da lezioni individuali e mirate (su temi come la fotografia del prodotto, ad esempio, o con integrazioni di consulenza legale ai designer freelance) rivolte a chiunque voglia entrare nel mondo dei venditori DaWanda o dell’artigianato creativo in genere.

Creatività è solo un altro nome, forse negli ultimi tempi un po’ troppo inflazionato, delle normali attività e abilità umane; qualunque attività diventa creativa quando chi la svolge ha cura di farla bene, o meglio, e in armonia con standard di sostenibilità. In uno spazio adeguato, con gli strumenti idonei e la giusta predisposizione mentale, è possibile sviluppare le potenzialità innate che ciascuno di noi possiede e che necessitano solo della spinta giusta per essere utilizzate in forma originale o insolita. DaWanda Snuggery è il posto ideale per riscoprire estro, inventiva e passione per la manualità in un ambiente entusiasmante e capace di concedere spazio alla fantasia. Un meraviglioso laboratorio-caffè che incanterà per la sua atmosfera, una fucina di idee nuove e di sperimentazione che non potrà fare a meno di corroborare l’inventiva e la capacità di creare da zero con strumenti e materiali semplici. Un luogo tipicamente berlinese nella sua essenza, che partendo da un concept genuino è tutto proteso verso il futuro dell’immaginazione e delle idee.

 

DaWanda Snuggery

Windscheidstraße 19
10627 Berlin Charlottenburg

Orari di apertura nei giorni feriali: 10-18
Nel weekend: 9-18

Silvia Fistetto

Diplomata in cattiva gestione del tempo, innamorata dei libri e dei gatti, schiva con poca astuzia i tranelli della lingua tedesca. Traduce documentari per Nat Geo, History, La7 D ed è la traduttrice italiana della rivista on line della NATO.

Leave a Reply