Berlino chiude i voli verso Bruxelles. Il governo tedesco: «È attacco all’UE»

A Bruxelles la giornata di martedì 22 marzo si è aperta verso le ore 8 con ben due esplosioni nell’area partenze dell’aeroporto di Zaventem e una terza tra le stazioni della metropolitana di Maelbeek e Schuman, nel cuore del quartiere europeo. Il numero di vittime è ancora da accertare e sale di minuto in minuto: come riporta Die Welt, secondo la procura le esplosioni all’aeroporto hanno provocato 11 morti e 81 feriti; STIB, l’azienda che gestisce la metropolitana di Bruxelles, riferisce di 15 morti e 55 feriti nell’attacco ai mezzi pubblici. Zeit Online parla di almeno 28 morti in totale, ma la procura puntualizza che i numeri sono ancora provvisori.

Le autorità di Bruxelles pensano si sia trattato di attacchi terroristici. La procura belga ha immediatamente adottato misure anti-terrorismo. Il traffico aereo e dei mezzi pubblici di Bruxelles è paralizzato, l’università è stata completamente evacuata. Anche la Germania ha aumentato i controlli alle frontiere e negli aeroporti. Come riferiscono Berliner Morgenpost e Berliner Zeitung, per il momento dagli aeroporti berlinesi di Tegel e Schönefeld non partiranno voli per Bruxelles. Su un’eventuale intensificazione delle misure di sicurezza negli aeroporti berlinesi la polizia federale non si è ancora pronunciata. Il Ministro degli interni De Maizière ha dichiarato: «l’attacco terroristico a Bruxelles è un attacco all’Unione Europea. È necessario condurre una battaglia dura e decisa per sconfiggerlo. Anche in Germania sono state adottate ulteriori misure di sicurezza per far fronte a questo pericolo.»

Le reazioni della stampa tedesca alla strage

12443322_10209701267715587_1642336690_o
Die Welt, Tanti morti dopo le esplosioni in aeroporto e nella metropolitana
Schermata 2016-03-22 alle 13.02.07
Spiegel Online, Il terrore colpisce il centro del potere dell’UE
Schermata 2016-03-22 alle 13.04.51
Zeit Online, “Temevamo un attacco terroristico e c’è stato”
Schermata 2016-03-22 alle 12.20.06
Die Welt, La Germania intensifica i controlli alle frontiere e negli aeroporti
Schermata 2016-03-22 alle 12.51.21
Berliner Morgenpost, Maggiori controlli negli aeroporti di Berlino

 

Foto di copertina © Jérôme

Related Posts

  • Dopo gli attacchi terroristici di questa mattina, Bruxelles si è bloccata, mezzi pubblici e aeroporto fuori servizio. Come già la popolazione di Parigi in occasione degli attentati dello scorso novembre, anche gli abitanti della capitale belga sono intervenuti con iniziative di solidarietà per accogliere nelle proprie abitazioni chiunque si trovasse…
  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…
  • A un anno dalla fase più calda della crisi migratoria attuale, Angela Merkel va ancora ripetendo con convinzione il suo mantra: «Ce la facciamo». Giovedì 28 luglio 2016 la cancelliera ha affrontato i giornalisti a Berlino in occasione della consueta conferenza stampa estiva, quest'anno anticipata di circa un mese a causa…
  • Le autorità tedesche hanno deciso di rafforzare le misure di sicurezza per i festeggiamenti di San Silvestro a Berlino e Colonia. Dopo l'attacco a Breitscheidplatz, Berlino ha deciso di non annullare i tradizionali festeggiamenti di San Silvestro a Brandenburger Tor. La città vuole andare avanti, tornare alla normalità e non arrendersi alla logica del…
  • Aggressione finita in tragedia a Monaco di Baviera. Un giovane di 27 anni ha aggredito quattro persone alla stazione di Grafing, trenta chilometri a sud-est della città. È accaduto questa mattina verso le 5. Le vittime sono quattro uomini, subito trasportati all'ospedale in gravi condizioni. Uno di loro, 56 anni, si…

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Amo la letteratura, da accanita lettrice e aspirante scrittrice.

Leave a Reply