Berlino, gay pestato a sangue da gruppo di omofobi

Hermannplatz

«Disturbati dal mio aspetto stravagante»: questo sarebbe quanto riferito alla polizia dalla vittima di un’aggressione omofoba avvenuta nella notte di domenica nel quartiere di Neukölln a Berlino.

Un gruppo di uomini ha aggredito verbalmente e fisicamente un giovane ragazzo di 28 anni perché omosessuale. L’episodio di omofobia è avvenuto nella notte di domenica nella stazione della metropolitana di Hermannplatz, nel quartiere Neukölln di Berlino. Il giovane ha riportato lesioni al viso. Un uomo di 21 anni è stato fermato dalla polizia.

L’accaduto

Come riporta BZ, era circa mezzanotte e mezza di domenica quando un ragazzo di 28 anni che si trovava nella stazione della metro di Hermannplatz è stato aggredito da un gruppo di uomini. Come riferito successivamente dalla vittima alle forze dell’ordine, a detta degli aggressori la sua “colpa” sarebbe stata quella di ballare e cantare allegramente e di indossare abiti stravaganti. Questo è bastato per essere assalito da un gruppo di giovani disturbati dalla sua omosessualità. Il giovane è stato prima insultato, poi spintonato dal gruppo e successivamente colpito con più pugni in faccia da uno dei membri. La vittima ha provato a scappare, ma è stata inseguita. La polizia è intervenuta e ha poi arrestato l’aggressore. Si tratterebbe di un ventunenne che al momento dell’attacco si trovava in stato di ebbrezza. La vittima è stata soccorsa sul posto. Stando a quanto riportato da Berliner Morgenpost, il colpevole fermato dalla polizia dovrebbe essere un cittadino siriano registrato a Berlino.

Altri episodi di omofobia a Berlino

Non si tratta purtroppo di un caso isolato quello avvenuto nella notte di domenica a Berlino. Un episodio simile è accaduto proprio nello stesso quartiere nel maggio scorso, quando un ragazzo di 35 anni è stato insultato ed aggredito da quella che sembrava essere una normalissima famiglia a passeggio durante una calda giornata di sole. La famiglia, composta da una donna, un uomo ed un bambino ha dapprima aggredito l’uomo verbalmente per poi passare alle percosse: il presunto padre di famiglia ha picchiato la vittima, che è stata prontamente soccorsa da un passante e poi trasportata in ospedale. La vittima ha successivamente dichiarato alla polizia che la famiglia aveva iniziato a molestarlo nei paraggi di Hermannplatz per via del suo orientamento sessuale. Secondo Maneo, gruppo impegnato contro la violenza omofoba, nel 2016 si sono verificati 291 casi di aggressioni omofobe a Berlino, un aumento del 16% rispetto all’anno precedente.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Hermannplatz © Lienhard Schulz CC BY-SA 3.0

Rosellina Neri

Nata a Roma, a 10 anni mi sono trasferita a Lipari alle Isole Eolie, dove ho vissuto in barca per qualche anno. L'isola la considero casa, in ogni suo scorcio, in ogni sua luce e in ogni suo scoglio. Ho iniziato gli studi in Giurisprudenza a Palermo, terra natale di mia madre. Ora vivo a Berlino e ho portato con me la voglia di scrivere. "Da grande", mi piacerebbe essere una giornalista.

Leave a Reply