Berlino multiculturale: nasce il Festival dedicato alle letterature internazionali presenti in città

A Berlino è in arrivo un festival dedicato alle letterature internazionali presenti a Berlino. Dal 28 ottobre al 6 novembre avrà luogo per la prima volta STADTSPRACHEN – Das Festival der internationalen Literaturen Berlins: 95 partecipanti tra autori, traduttori e letterati interverranno per dieci giorni in più di 30 eventi in tutta la città. Un evento che tutti gli amanti dei libri e di cultura non possono di certo lasciarsi scappare…

Il concept dell’evento. STADTSPRACHEN (le lingue della città) è una iniziativa di alba. read Lateinamerika, ausland, Berliner Literarische Aktion, KOOK e.V., La mer gelée, Latinale, Lettrétage, mikrotext, SAND e The Reader Berlin. L’idea di fondo è quella di dare voce alle scene letterarie internazionali di Berlino e ai loro protagonisti. Tra i partecipanti all’iniziativa ricordiamo: Esther Andradi, María Cecilia Barbetta, Timo Berger, Maroula Blades, Rike Bolte, Irina Bondas, Kevin Shih-Hung Chen, Isabel Fargo Cole, Alexander Delphinov, Dmitri Dragilew, Thế Dṻng, Alexander Filyuta, Cristian Forte, Milenko Goranović, Julian Gough, Iunona Guruli, John Holten, MC Jabber, Martin Jankowski, Valentina Ramona de Jesús, Odile Kennel, Göksu Kunak, William Cody Maher, Rafael Mantovani, Aurélie Maurin, Steve Mekoudja, Wilfried N’Sondé, Christiane Quandt, Cia Rinne, Jayrôme C. Robinet, Andrea Scrima, Rajvinder Singh, Ewa Maria Slaska, Tzveta Sofroniewa, Elsye Suquilanda, Kinga Tóth, Deniz Utlu, Kenneth Binyavanga Wainaina, Najem Wali e Érica Zíngano.

L’inaugurazione. La serata inaugurale avrà luogo il 28 ottobre alle ore 20 nella Pfefferberg Haus 13. Sarà la scrittrice bilingue Sharon Dodua Otoo, vincitrice del Premio Ingeborg Bachman di quest’anno e ora di base a Berlino, a dare il benvenuto al pubblico (“Io di solito descrivo me stessa come una madre britannica nera, attivista, autrice e curatrice…”). A concludere la serata sarà la poetessa ungherese Kinga Tóth, con una performance di poesia sicuramente molto particolare. Julia Kissina e Martin Jankowski saranno i moderatori della serata. Questa serata di apertura offre una prima visione del panorama di spettacoli, letture, discussioni e workshop che avranno luogo durante i dieci giorni dell’evento.

La festa di chiusura. L’ultima serata del festival sarà il 6 novembre alle 20 presso l’Ehemaliges Stummfilmkino, in Gustav-Adolf-Strasse 2. É una location davvero unica: questo cinema degli anni venti è stato i primo a proiettare film muti sulla Gustav-Adolf, e vi è stato anche girato il set per il nuovo film di Tom Tykwer “Berlin Babylon”. Ad intervenire durante la serata di chiusura sarà Gaby Bila-Günther (Australia), accompagnata da video e poesie di Federico Federici (Italia), da una performance di poesia con musica techno di Elsye Suquilanda (Ecuador) e di Aitokaiku Studios (Finlandia). 

Incontro con un autore. Un ulteriore evento in italiano nell’ambito di questo festival si terrà Martedì 1 novembre alle 19 e sarà l’incontro con Piergiorgio Pulixi presso Mondolibro-libreria italiana, in Torstrasse 159, durante il quale lo scrittore presenterà il suo libro Prima di dirti addio, vincitore di numerosi premi. Evento da non perdere!

Stadtsprachen Festival

Quando: dal 28 ottobre al 6 novembre 2016

Dove: diversi luoghi di Berlino

Prezzi: biglietti acquistabili direttamente alla cassa di ogni location. Prezzi differenti

Programma completo consultabile sul sito e qui

Festa di inaugurazione

28 ottobre alle ore 20 presso Pfefferberg Haus 13 – Schönhauser Allee 176, 10119 Berlino

Ingresso: 5/3€

Evento Facebook

Festa di chiusura

6 novembre alle 20 presso Ehemaliges Stummfilmkino Delphi – Gustav-Adolf-Straße 2, 13086 Berlino

Ingresso gratuito

Evento Facebook

Piergiorgio Pulixi presenta Prima di dirti addio

1 novembre alle 19 presso Mondolibro-libreria italiana – Torstrasse 159, 10115 Berlino

Ingresso gratuito

Evento Facebook

Banner Scuola Schule

Foto copertina © faungg’s photos

Related Posts

Alessandra Giacopini

Viaggiatrice, sognatrice, curiosa, testarda, vagabonda. Laureata in Economia e gestione dell'arte e delle attività culturali a Venezia, ho vissuto qua e là tra Italia e mondo. Amante di tutto ciò che è cultura e creatività, "faccio sempre ciò che non so fare per imparare come va fatto" (Vincent Van Gogh).

One Response to “Berlino multiculturale: nasce il Festival dedicato alle letterature internazionali presenti in città”

Leave a Reply