Berlino, ritrovata a Kreuzberg vecchia bomba inesplosa

Sembrava una mattinata di lavoro come tante, per gli operai edili di Lindenstraße 91, Kreuzberg, non lontano dal Jüdisches Museum. E invece venerdì scorso, mentre procedevano con i loro scavi, è arrivata una sgradita sorpresa: è emersa improvvisamente una bomba del peso di 250 kg, che ha costretto i presenti a chiamare il reparto artificieri della Polizei Berlin. Gli esperti hanno confermato trattarsi di un ordigno bellico inesploso, di fabbricazione americana, risalente alla seconda guerra mondiale, e hanno pianificato per domenica l’evacuazione della zona in modo da provvedere al disinnesco del dispositivo in tutta sicurezza.

Così ieri le autorità hanno predisposto un’area di sicurezza delimitata da Rudi-Dutschke-Straße a nord, Alte-Jakobstraße a est, Gitschiner Straße a sud e Wilhelmstraße a ovest. Tutti gli abitanti della zona, a partire dalle 9 di mattina, sono stati invitati a lasciare le loro abitazioni. C’è stato qualche ritardo e qualche difetto di comunicazione, ad esempio nel caso di Leo Alber, 25 enne che non sapeva nulla dell’evacuazione e che alle 10, ancora in preda ai postumi della sbornia della sera prima, si è trovato con la polizia alla porta.

Naturalmente l’operazione ha causato qualche disagio anche ai trasporti pubblici: la BVG ha deviato le corse di alcuni autobus e della U-Bahn (U6 e U12) per alcune ore. Una volta completata l’evacuazione, gli artificieri si sono finalmente messi al lavoro.

Cattura5

Cattura7

Le operazioni di disinnesco sono durate più del previsto, concludendosi poco dopo le 18. Entrambi i detonatori sono stati rimossi con successo, il traffico è tornato alla normalità e i residenti della zona hanno potuto fare ritorno a casa. Giusto in tempo per guardarsi Tatort e gli highlights della Bundesliga, come ha commentato qualche berlinese in questa movimentata domenica.

 

Photo © Berlin Polizei

Related Posts

  • Il video racconto delle città di Berlino e Potsdam alla fine della guerra Cumuli di macerie, case scoperchiate, distruzione ovunque questo era lo spettacolo che offriva Berlino a Luglio 1945. Una città segnata dalla guerra che lentamente cerca di riprendere la normalità. La città è piena di donne che cercano…
  • Nel XVIII secolo vi erano quattordici mercati rionali al coperto a Berlino. Ognuno veniva identificato con il numero romano. Alcuni sono stati distrutti durante la seconda guerra mondiale altri sono stati trasformati in grandi centri di commercio all'ingrosso, se non grandi magazzini, che poco ne valorizzano l'architettura. Quello di Kreuzberg, un…
  • La notte tra l'8 e il 9 maggio 1945 il reich nazista firmava la resa, ponendo ufficialmente fine alla seconda guerra mondiale in Europa Più di 70 anni fa, nella notte tra l'8 e il 9 Maggio 1945, il generale Alfred Jodl firmava la resa incondizionata della Germania. Giungere a…
  • Una serata per ricordare lo sbarco in Sicilia e promuovere la creazione di un museo della seconda guerra mondiale a Palermo. Venerdì 28 aprile presso la sede della Società Dante Alighieri di Berlino si parlerà di storia e di Sicilia. In questo contesto si terrà la conferenza in italiano dal…
  • Anhalter Bahnhof fa parte del folto gruppo di stazioni “dimenticate” di Berlino che hanno una grande storia alle spalle e che sono state costrette dalla storia stessa a improvvisi ridimensionamenti. Anhalther Bahnhof esiste ancora oggi come fermata della S-Bahn, ma la sua importanza attuale è minima, considerando che si trova…

Leave a Reply