«Berlino è una continua, bellissima metamorfosi»

Non è semplice afferrare il volto sfuggente di Berlino, e forse è la città stessa a non amare le etichette preconfezionate e le categorizzazioni.

Ma Short Stories, l’intenso progetto fotografico di Thomas Quintavalle di cui avevamo già parlato qui e da cui vi proponiamo oggi 23 nuovi scatti, dimostra una sensibilità particolare verso lo spirito della capitale tedesca, cogliendone al contempo la vitalità e la malinconia pensosa, la carica erotica e gli improvvisi sprazzi di dolcezza, l’inquietudine metropolitana e le innumerevoli oasi di serenità.

Un progetto quasi pittorico

È insomma uno sguardo profondo, quello che anima le 72 foto dell’artista italiano realizzate tra il 2012 e il 2014. “Una conversazione silenziosa” con gli abitanti di Berlino, come lui stesso definisce Short Stories, che non ha paura di ritrarre le mille contraddizioni della città e di confrontarsi con la sua natura cangiante, di  “terra di mezzo” in continua metamorfosi.

E se è praticamente impensabile oggettivare Berlino e sintetizzarne l’essenza una volta per tutte, è però possibile intuirne dei frammenti, specialmente nelle storie affascinanti e caotiche delle sue donne e dei suoi uomini, cristallizzati in un attimo irripetibile. Quello di Quintavalle è un approccio “quasi pittorico” – è lui stesso a constatarlo -, in cui l’obiettivo punta ad osservare e riprodurre la realtà “senza velleità di denuncia” e “in totale assenza di giudizio”.

Una poetica estremamente rispettosa del cuore di Berlino, in cui pulsano inestricabilmente disordine, durezza quotidiana, tolleranza e magia.

 

Tutte le foto ©Thomas Quintavalle

 

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply