Cinema, letteratura, tv e mafia: a Berlino gli incontri (in italiano) con Nando Dalla Chiesa sono gratuiti

Quindici incontri per parlare di come letteratura, cinema, televisione rappresentino la mafia: è questo l’asse del corso che viene proposto quest’anno dal Professore  Nando dalla Chiesa presso il Dipartimento di Romanistica dell’Università Humboldt di Berlino. «Il fenomeno mafioso ha una sua complessità storica, fatta di economia, rapporti sociali e quadri culturali. Perciò è importante capire il modo in cui esso viene rappresentato, nella letteratura e nelle arti visive: in che misura  la capacità di descriverlo e narrarlo aiuta a combatterlo, e in che misura su una società pesano invece gli stereotipi o le ambiguità culturali».

Chi è Nando Dalla Chiesa. Docente universitario, sociologo, scrittore e politico (area PD), è il fondatore in Italia della maggiore scuola accademica in materia di criminalità organizzata: ha creato a Milano, nell’Università degli Studi, un centro di alta specializzazione che coniuga i saperi sociologici, giuridici, mediatici e forma specialisti in grado di operare nel contrasto alle mafie nei più diversi contesti internazionali. È il figlio del compianto generale Carlo Alberto Dalla Chiesa ucciso dalla Mafia il 3 settembre 1982.

Gli organizzatori. Il ciclo di incontri  La mafia nel cinema e nella letteratura visiva è organizzato dall’Humboldt Universitàt in collaborazione con l’associazione berlinese Mafia? Nein Danke!. Media partner è Berlino Magazine che il 7 febbraio, presso il cinema Babylon, dedicherà il settimanale incontro del CinemAperitivo ad un film a tema mafia con discussione con lo stesso Dalla Chiesa. Per prenotarsi al ciclo di incontri o per maggiori informazioni scrivete a Sarah Mazzenzana hu-kurs@mafianeindanke.com

La mafia nel cinema e nella letteratura visiva

dall’11 gennaio al 12 febbraio

i lunedì dalle 14 alle 16, i mercoledì dalle 16 alle 18, i venerdì dalle 8 alle 10.

presso l’Institut für Romanistik, Humboldt Universität,

Dorotheenstraße 65, Beriino

per maggiori informazioni scrivete a Sarah Mazzenzana hu-kurs@mafianeindanke.com

Per il programma dettagliato degli incontri, consultare il flyer qui sotto.Schermata 2015-12-29 alle 13.53.51

———-

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Related Posts

  • Disoccupazione alle stelle, scuole fatiscenti, amministrazioni corrotte. Persino le mafie tagliano la corda, perché al Sud non c’è rimasto nulla da depredare. Comincia così il reportage di Der Spiegel Verarmung: Italiens Süden stirbt, che raccoglie il grido d’allarme di Roberto Saviano, espresso in una dura lettera aperta indirizzata al Presidente…
  • di Lorenzo Barsotti* "Il ristorante di Berlino intitolato ad Al Capone? I nomi hanno un valore. Personalmente prima di fare una cosa del genere, preferisco prendere la mia dignità e andare a lavare i piatti! A me la mafia ha sempre fatto schifo”, ci racconta Fabrizio Frau, titolare (assieme al cognato Domenico) di…
  • di Chiara Rigoni* In una città poliglotta e multietnica come Berlino, dove il numero di bar e ristoranti supera di gran lunga le aspettative più rosee del paradiso culinario: come fanno gli italiani a spuntarla ancora nella battaglia infinita alla conquista degli strampalati gusti dei palati teutonici? Ecco 4 ragioni che spingono…
  • "Voi che siete andati a vivere all'estero non l'avete fatto tanto solo per fuggire da una crisi economica, ma per allontanarvi da una società corrotta". Sabina Guzzanti a Berlino non fa sconti all'Italia durante l'incontro con il pubblico successivo alla proiezione di La Trattativa andato in scena domenica 12 aprile…
  • L’espansione del fenomeno mafioso: tra spirito di conquista e rimozione. 

Il fenomeno mafioso viaggia velocemente. E vince in trasferta. Porta verso il nord dell’Italia e fuori dall’Italia i suoi interessi, i suoi affari, la sua cultura. Nato da specifici contesti storici e sociali di alcune regioni del sud Italia, si…

Leave a Reply