Mauerpark chiude? No, raddoppia. Iniziata la riprogettazione. Ecco come apparirà il parco

Una buona notizia per tutti gli amanti del Mauerpark, il parco di Prenzlauer Berg dove ogni domenica ha vita un colorato mercatino delle pulci ed esibizioni di eccezionali musicisti di strada nonché un magico karaoke: lo scorso primo gennaio è finalmente iniziata la sua nuova vita. L’imprenditore berlinese Klaus Groth, a cui apparteneva l’area, si è finalmente deciso a venderla alla città di Berlino in cambio dell’autorizzazione ad edificare su 3,5 ettari rimasti a nord della Gleimstraße (intorno al Mauerpark, ma già zona Wedding), dove sorgerà un nuovo quartiere abitativo. Il nuovo parco raddoppierà in ampiezza.  Verranno creati, inoltre, piccole oasi boschive intervallate da superfici di prato, nuovi bagni pubblici e un’apposita area per i grill.

Come verrà trasformato il parco. Ci sono voluti due decenni di trattative, progetti e disaccordi, ma dal 1° gennaio 2016 è partita la riprogettazione dell’amato parco: 5 ettari del parco rimarranno verdi, due ettari sulla Bernauer Straße rimarranno invece zona commerciale e manterranno i locali già esistenti Mauersegler e Schönwetter. Anche il mercatino delle pulci rimarrà intatto. Come per altri parchi berlinesi come Lo SpreeparkBerlino sembra che affiderà il progetto alla società Grün Berlin GmbH. I cambiamenti per il Mauerpark saranno consistenti: È prevista la costruzione in muratura di servizi pubblici e di aree fisse per il barbeque. L’idea, su modello scandinavo, é quella di costruire grandi padiglioni in cui le griglie saranno fisse. In Scandinavia funziona a meraviglia perchè gli utenti poi ripuliscono le griglie e si portano via anche la spazzatura, speriamo che tale esempio di pura civiltà e rispetto per il prossimo viga anche al Mauerpark! I barbeque saranno dunque proibiti in tutto il resto del parco e permessi solo nei padiglioni appositi. Allo stesso tempo scompariranno anche altre aree barbeque in città, nel parco Monbjiou e nel Grosser Tiergarten a breve sarà vietato arrostire. Si parla anche della riduzione della superficie del mercatino domenicale che sarà finalmente asfaltato e avrà un uso anche infrasettimanale, sicuramente più sostenibile dunque, con mercato alimentare, un mercato dei fiori e delle attività sportive, mentre grandi superfici verdi saranno riorganizzate in  prati, orti cittadini e boschetti alberati. I costi previsti ammonatno a circa 5,9 milioni di €. Secondo gli ultimi accordi, la parte nuova del Mauerpark sarà sotto la giurisdizione del distretto di Pankow, così da garantire omogeneità in questioni di pulitura, cura e sicurezza, oltre che per un sistema di parcheggio uniforme.

33050372,36469168,highRes,Mauerpark

Gentrificazione? Ja, bitte. Sia dal mondo della politica che dei comitati cittadini si sostiene che il contratto tra Groth e il Senato berlinese sia soltanto un compromesso che se da una parte aumenta il verde cittadino, dall’altra favorisce la gentrificazione. Fino a oggi i prezzi di affitto a Wedding sono sotto la media cittadina. Con i lavori su Gleimstraße si presume che aumenteranno. Nei mesi scorsi, al grido di  „Groth gewinnt – Berlin verliert“ (Groth vince, Berlino perde), gli abitanti della zona hanno provato a spingere il Senato all’acquisto completo dell’area senza però riuscirci.

Il nuovo quartiere residenziale di Gleimstraße In futuro 708 nuovi appartamenti si affacceranno sul Mauerpark. Il nuovo quartiere residenzale comprenderà una superficie di 3,5 ettari a nord della Gleimstrasse, a Wedding, e si estenderà fino al S-Bahn-Ring. Il 70 % degli alloggi dovrà essere destinato agli affitti. La precendenza verrà data alla costruzione di edifici per 120 abitazioni sovvenzionate dal Senato berlinese. Gli affitti dovranno essere al massimo di 6,50 euro al metro quadro. Sebbene tale prezzo sia ancora accettabile per le nuove costruzioni è comunque piú alto degli affitti di Wedding. Saranno investiti 150 milioni di euro. Oltre agli alloggi comunali, sono previste 122 abitazioni finanziate privatamente. Inoltre saranno edificati 194 appartamenti condominiali per un costo complessivo, per l’acquisto, di 3000 euro al metro quadro. Lungo la linea della S-Bahn verranno inoltre costruiti 219 apppartamenti per studenti. È pianificato anche un Kita (asilo infantile) con 80 posti. L’accesso alla zona residenziale sarà possibile attraverso una rampa accanto al Gleimtunnel, che non verrà abbattuto in quanto monumento.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Photo: © sfreimark CC By SA 2.0

Related Posts

  • 10000
    Era aprile del 2009 e, uscito dal mercatino delle pulci del Mauerpark, sentii un lungo e intenso applauso provenire da una sorta di arena ai lati del parco adiacente. Mi avvicinai e scoprii circa un centinaio di persone sedute sui vari gradoni tutte in attesa che dal piazzale ai loro…
  • 10000
    È una tiepida domenica di inizio primavera. Nonostante sia un giorno di riposo, la mente si riempie di emozioni. “Mauerpark è un’istituzione per chi arriva in città”, “è uno dei simboli di Berlino" e ancora, “al pomeriggio si tiene un Karaoke straordinario e a cui tutti possono partecipare”. Queste e tante altre…
  • 10000
    Lo scorso 6 dicembre è stato il mattatore incontrastato del primo Campionato amatoriale di torte organizzato da Berlino Magazine. Con i suoi bignè alla vaniglia e all'arancia e cannella ha conquistato pubblico e critica, con la sua simpatia e i suoi modi gentili si è guadagnato le simpatie di tutti.…
  • 10000
    Chi è stato almeno una volta a Berlino sa quanto siano amati i Flohmärkte o Trödelmärkte, letteralmente "mercatini delle pulci" o "mercatini delle cianfrusaglie". In una città dall'identità povera, che nei decenni ha sviluppato un'anima multikulti e accolto etnie per cui il mercato di piazza, il bazar, la contrattazione giocano un…
  • 10000
    Estate 2012, fine agosto. Un'analogica, pochi giorni di vacanza e gli occhi nuovi indispensabili a ogni viaggio di scoperta, quelli di cui parla Marcel Proust. Federica, fresca diplomata in fotografia all'Accademia di belle arti di Napoli, atterra a Berlino e comincia a vagare per le strade di una città che…

Grazia Orlandini

Sono arrivata a Berlino solo 4 anni fa, ma la città mi aveva conquistato già dopo la prima visita. In Germania ci vivo, e bene, dal 1995. Ho fatto l'Erasmus nel sudovest germanico, a Freiburg, dove poi sono rimasta 18 anni. All'inizio del 2013, poi, la decisione di muovermi a Nordest, Berlino! Ho studiato Lingue a Pisa - Tedesco e Storia dell'arte. Ho un figlio di 16 anni che parla 5 lingue correntemente e ne sono davvero fiera. Vivere a Berlino é una delle esperienze piú belle che si posano fare, se si è spiriti liberi e menti creative.

Leave a Reply