Cosa rende i tedeschi veramente tali? Le risposte degli utenti Twitter sono memorabili

Gli stereotipi sui popoli – come tutte le generalizzazioni – sono sempre imprecisi e a volte irritanti. Eppure, molto spesso, contengono un fondo di verità e possono dire tanto sull’antropologia di una nazione. Soprattutto se si tratta di rappresentazioni in cui si riconoscono i diretti interessati, come nel caso di questo sondaggio Twitter riportato da Spiegel Online con l’hashtag #WhatMakesYouGerman (cosa ti rende tedesco?). Le risposte degli utenti, quasi tutti tedeschi, ribadiscono in forma divertente molti luoghi comuni sulla cultura teutonica. Pignoleria, burocrazia, i famigerati sandali coi calzini, saccenteria, tirchieria ma anche un enorme senso civico e dell’accoglienza, amore per la natura, per lo sport, per il buon pane, precisione e affidabilità. Abbiamo scelto per voi le risposte migliori, che vi proponiamo di seguito. Le ultime tre, in realtà, sono commenti dei lettori sulla pagina Facebook dello Spiegel, ma meritavano di essere inserite.

Cosa ti rende tedesco?

1) Sperare nel bel tempo e poi lamentarsi del caldo (Marco Lenz)

2) Andare a fare la spesa con la bici ed entrare nel supermercato con l’elmetto in testa (Marcel Hildmann)

3) I sandali coi calzini (Hmpf)

4) Lavare l’auto di domenica, anche quando non è affatto sporca (Nisami)

5) Diventare nervosi quando, alla cassa del supermercato, non c’è nessun separatore a dividere la propria spesa da quella altrui (Annika)

6) Uscirsene con un: «Potresti ridarmi i 50 centesimi che ti ho prestato?» (Jana)

7) Essere considerati popolo puntuale per antonomasia e poi avere la Deutsche Bahn (criticata per i frequenti ritardi dei suoi treni, n.d.r., Nikolai 2806)

8) Sentire la mancanza, all’estero, dell’enorme varietà di pane disponibile in Germania (Nico)

9) Comprare automobili da 60.000 euro e poi andare al discount per pagare la carne 1 euro e 99 al chilo (Marc-Oliver Schaake)

10) Su YouTube, imbattersi continuamente nell’odiato messaggio: Questo video purtroppo non è disponibile nel tuo Paese (a causa delle severe norme sul copyright imposte dalla Gema, l’equivalente tedesco della Siae, n.d.r.)

11) Trovare sempre da ridire su tutto, invece di riconoscere che Paese meraviglioso è la Germania e che privilegio sia vivere qui (Tina)

12) Discutere su cos’è tipicamente tedesco (Mietmaul)

13) Camminare a piedi alle tre di notte e fermarsi a un semaforo rosso anche se non si vede un’auto a distanza di chilometri (Christian Schötz)

14) Compilare tre moduli per qualunque cosa (Ti Na)

15) Spiegare alle altre nazioni cosa devono fare (Peter Riedel).

banner3okok (1)

Related Posts

  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…
  • Quando un italiano arriva a in Germania senza conoscere il tedesco, parte comunque ottimista, forte del fatto di far parte di una popolazione che è sempre riuscita a farsi capire, a comunicare in qualsiasi situazione. Sono ancora pochi, infatti, gli italiani che arrivano in Germania con conoscenze pregresse della lingua,…
  • Vivere all'estero ci permette di diventare più elastici, ma a volte le trasformazioni diventano radicali e ci ritroviamo quasi tedeschi di nascita. Ok, ci piace dire che l'Italia, al suo meglio, è il migliore Paese del mondo per qualità e stile di vita. Scherziamo sulle abitudini straniere, ci lamentiamo di…
  • Ok, alla lunga, vivendo in Germania, ci si abitua anche a mangiare alcune pizze fatte da turchi spacciatisi per italiani (un classico, ma dopotutto anche a Roma la pizza spesso è fatta da egiziani) e ogni tanto si rischia anche con la pizza surgelata. Inutile fare gli schizzinosi o gli…
  • Tedeschi in America: a giudicare dai censimenti più recenti, i tedeschi sono il primo gruppo etnico degli Stati Uniti. Negli USA viene tenuto un censimento della popolazione ogni 10 anni. Gli ultimi dati sono del 2010 e mostrano che, contrariamente alla visione comune di un'America "inglese", il principale gruppo etnico degli…

Leave a Reply