Da Richard Gere a Penélope Cruz: Berlinale, annunciati i primi 14 film del festival

4416105388_8bd426099e_b

Annunciati i primi dieci film in concorso alla Berlinale 2017.

La 67esima edizione del Festival del cinema di Berlino si prospetta affollata di stelle. Giovedì 15 dicembre 2016 la direzione del Festival ha annunciato i primi dieci film che correranno per l’Orso d’oro tra il 9 e il 19 febbraio 2017 e 4 titoli della sezione Berlinale Special. In concorso saranno 9 le anteprime mondiali. Tra i grandi nomi di attori e registi ci saranno Richard Gere, Bruno Ganz, Aki Kaurismaäki e Oren Moverman.

Il concorso

Per la competizione ufficiale sono state selezionate produzioni e co-produzioni provenienti da 17 Paesi: Belgio, Cile, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Libano, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Svezia, Senegal, Slovacchia, Spagna, Ungheria e Stati Uniti. Tra i film che la giuria presieduta da Paul Verhoeven dovrà valutare a febbraio ricordiamo Ana, mon Amour del regista rumeno Calin Peter Netzer, già vincitore dell’Orso d’oro nel 2013 con la pellicola Poziţia copilului (Il caso Kerenes), The Dinner, adattamento cinematografico del romanzo La cena dell’autore olandese Herman Koch, diretto dal regista israeliano Oren Moverman e The Other Side of Hope, ultimo film del cineasta finlandese Aki Kaurismäki. La Germania verrà rappresentata dal documentario Beuys del registra Andreas Veiel, dedicato alla vita dell’artista tedesco Joseph BeuysDi seguito la lista completa dei film ad ora selezionati per la competizione:

A teströl és a lélekröl (On Body and Soul) – Ildiko Enyedi (Ungheria)

Ana, mon Amour –  Calin Peter Netzer (Romania / Germania / Francia)

Beuys –  Andres Veiel (Germania)

Colo – Teresa Villaverde (Portogallo / Francia)

The Dinner – Oren Moverman (Stati Uniti)

Félicité – Alain Gomis (Francia / Senegal / Belgio / Germania / Libano)

The Party – Sally Potter (Gran Bretagna)

Pokot (Spoor) – Agnieszka Holland (Polonia / Germania / Repubblica Ceca / Svezia / Slovacchia)

Toivon tuolla puolen (The Other Side of Hope) – Aki Kaurismäki (Finlandia)

Una Mujer Fantástica (A Fantastic Woman) – Sebastián Lelio (Cile / Germania / Stati Uniti / Spagna)

Berlinale Special

Anche la sezione Berlinale Special della 67esima edizione del Festival si presenta degna di interesse. Da non perdere Penélope Cruz nel film La Reina de España (The Queen of Spain), diretto da Fernando Trueba, e la versione restaurata della leggendaria serie tv di Rainer Werner Fassbinder Acht Stunden sind kein Tag (Eight Hours Don’t Make a Day) del 1972. Di seguito i 4 titoli ad ora selezionati per la sezione Berlinale Special:

– La Reina de España (The Queen of Spain) – Fernando Trueba (Spagna)

– Le jeune Karl Marx (The Young Karl Marx) – Raoul Peck (Francia / Germania / Belgio)

– Últimos días en La Habana (Last Days in Havana) – Fernando Pérez (Cuba / Spagna)

– Acht Stunden sind kein Tag (Eight Hours Don’t Make a Day) – Rainer Werner Fassbinder (BRD 1972)

banner3okok-1-1024x107 (1)

Foto di copertina: Penelope Cruz © WEBN-TV CC BY-SA 2.0

Related Posts

  • La sezione dei film in concorso alla Berlinale 2017 è completa. Annunciati i 18 film che correranno per l'Orso d'oro nella 67esima edizione del Festival del cinema di Berlino dal 9 al 19 febbraio 2017. Venerdì 20 gennaio i Berliner Festspiele hanno reso noti gli ultimi titoli che vanno a…
  • L'adattamento cinematografico del romanzo The Dinner dell'autore olandese Herman Koch, diretto dal regista israeliano Oren Moverman, festeggia la première mondiale alla 67. edizione del Festival del cinema di Berlino. La trama Già adattato fra gli altri dall'italiano Ivano De Matteo (I nostri ragazzi), il romanzo di Koch fornisce ottimo materiale…
  • The Other Side of Hope (titolo originale: Toivon tuolla puolen), il nuovo film del cineasta finlandese Aki Kaurismäki, si è aggiudicato l'applauso più forte della 67esima edizione della Berlinale, almeno finora. Al centro della pellicola l'odissea di un rifugiato siriano in cerca d'asilo in Finlandia che Kaurismäki racconta con la sottile ironia cui ci…
  • L'annuncio è stato dato attraverso la pagina facebook, la Berlinale 2015, il festival del cinema di Berlino che quest'anno avrà vita dal 5 al 15 febbraio, cerca ancora praticanti e personale per la manifestazione. Al momento sono ben 10 gli annunci per altrettanti posti di lavoro disponibili. Nella maggior parte…
  • Come già alla scorsa edizione del Festival, la star indiscussa della Berlinale 2017 è l'orso di Berlino, protagonista di tutte le locandine curate dall'agenzia pubblicitaria svizzera Velvet Creative Office. La scelta di ritrarre l'orso nel manifesti del Festival non è affatto casuale: l'orso rappresenta infatti il simbolo della capitale tedesca. Le sei…

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Amo la letteratura, da accanita lettrice e aspirante scrittrice.

Leave a Reply