Dal cosa portare al brindisi: 5 consigli per affrontare al meglio un invito a cena in Germania

Quando si parla di buone maniere, si pensa subito al savoir faire inglese e ai modi un po’ ingessati e talvolta eccessivamente formali che la pragmatica anglofona insegna. Ma non per questo si deve pensare che in Germania non esistano anche delle piccole ma molto gradite accortezze da rispettare nelle interazioni sociali. Se vi siete trasferiti da poco in Germania, avete fatto amicizia con persone del posto e vi è capitato di ricevere un invito a cena, conoscere alcune buone maniere in pieno stile tedesco potrebbe farvi comodo.

1. Impara a salutare alla “tedesca”

Se non vi è ancora capitato di salutare un tedesco, nel dubbio un’energica stretta di mano mantenendo il contatto visivo è la soluzione migliore. Nelle situazioni più informali, invece, mentre gli italiani sono abituati a salutarsi scambiandosi due baci sulle guance e abbracciandosi, i tedeschi si salutano con una sorta di pacca sulla spalla e se in intimità con tre baci. Secondo l’etiquette, tra colleghi, invece, il saluto con scambio di baci è assolutamente da evitare. Inoltre, secondo quanto riferito nella guida culturale della Goethe University di Francoforte, quando si entra in una stanza con molte persone, bisogna salutare presentandosi singolarmente ad ognuno per non mancare di rispetto a nessuno! Ovviamente, però, queste abitudini variano da persona a persona e non sono la regola.

2. I regali sono ben accetti

La prima cosa a cui dovreste pensare è cosa portare a casa dei vostri ospiti in segno di riconoscenza. Come anche in Italia, arrivare ad una cena a mani vuote non vi farà fare buona figura. Quindi, a meno che non sia stato esplicitamente richiesto di portare del cibo, si consiglia sempre di optare per del vino o dei fiori. I tedeschi, infatti, sono soliti comprare spesso mazzi di fiori anche al di là di festività specifiche per decorare le loro case!

3. A tavola non nascondere le mani sotto al tavolo!

Se in Italia è considerato poco educato poggiare i gomiti sul tavolo, al punto da esser ripresi ogni volta che lo si fa distrattamente, in Germania è buona regola non nascondere le mani sotto al tavolo o posarle in grembo. Ma al di là della nazionalità dei nostri ospiti, lo si dovrebbe già sapere.

4. Come brindare?

Al momento del brindisi, si sa che è doveroso brindare avvicinando i calici. Bisogna però mantenere ancora una volta il contatto visivo con ognuno dei partecipanti, pena sette anni di sfortuna secondo i superstiziosi. Quando si brinda, solitamente, si dice “Prost!” oppure “Zum Wohl”, che sarebbe l’equivalente di “alla salute”.

5. Quando iniziare a mangiare

Siamo arrivati finalmente al momento del pasto e, così come in Italia, prima di iniziare si aspetta che siano tutti seduti e che l’ospite dica “Guten Appetit” o “Mahlzeit”. Dopo di che, bisogna ricordarsi di mettere in pratica le buone maniere già citate. Niente di così diverso da come si fa già a casa propria. Non lamentarsi del genere del cibo offerto è, inoltre, altamente gradito. I tedeschi sanno quanto sia buona la cucina italiana ma non per questo non è possibile trovare dei piatti tedeschi egualmente apprezzabili, se cucinati bene!

Foto di Copertina: © youtube.com CC BY SA 2.0Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Jale Farrokhnia

Classe '91, madre italiana e padre iraniano. Ho nutrito sin da piccola una grande passione per la letteratura e per la scrittura. Nel 2010 mi sono trasferita a Pisa per studiare Lettere Classiche e per specializzarmi poi in Filologia e Storia dell'Antichità, pur essendo allo stesso tempo un'appassionata di tecnologia, social media e lingue moderne. Dopo la laurea mi sono trasferita a Berlino per un breve e intenso tirocinio e ora, somewhere in Italy, scrivo, traduco e faccio cose strane coi social da freelance. Giuro che prima o poi farò un lavoro serio, mi stabilirò e imparerò il Farsi, ma non adesso.

Leave a Reply