Ernst Jandl e la poesia del tempo che si dimentica

Ernst Jandl nacque a Vienna nel 1930. Dopo essere passato per un campo di prigionia durante la Seconda Guerra Mondiale decise di lanciarsi nella più grande avventura della sua vita: la poesia. I suoi versi lo hanno consacrato come uno degli artisti più sperimentali della letteratura in lingua tedesca del nostro tempo, parole che si muovono lungo i confini dell’umorismo, della ricerca semantica, dell’interpretazione sottile, entusiasta, a volte malinconica, del mondo.

Ernst Jandl, Contenuto

Per fare una poesia
non ho niente

una lingua intera
una vita intera
una mente intera
una memoria intera

per fare una poesia
non ho niente

Ernst Jandl, Inhalt

um ein gedicht zu machen
habe ich nichts

eine ganze sprache
ein ganzes leben
ein ganzes denken
ein ganzes erinnern

um ein gedicht zu machen
habe ich nichts

Foto di copertina: Il  bosco incantato lungo il Rio Fratta © Filoph CC BY-SA 3.0

Leave a Reply