Felicia Impastato, a Berlino il film sulla mamma di Peppino, vittima della Mafia

Sarà senza dubbio un appuntamento speciale come sempre capita quando si parla di Peppino Impastato, una delle vittime della Mafia che più – complice anche il film Centopassi –  è rimasta negli occhi e nei cuori degli italiani (ma all’epoca dell’uccisione, 9 maggio 1978, passò quasi sotto silenzio, complice il  ritrovamento del corpo di Aldo Moro): parliamo della proiezione berlinese di Felicia Bartolotta Impastato. Avverrà domenica 4 settembre 2016 alle 16.00 e sarà seguita da un incontro con Gianfranco Albano (regista) e Alessandro Idonea (attore). Ad  organizzare è il CinemAperitivo (ovvero Mara Martinoli e Andrea D’Addio di Berlino Magazine) in collaborazione stavolta con l’associazione Mafia? Nein danke che per l’occasione modererà anche l’incontro con il pubblico.

Felicia Impastato, la trama. Scrive Silvia Fumarola su Repubblica: “Nella vita di Peppino Impastato s’intrecciano due storie, quella di un ragazzo che sfida il padre e la mafia e quella della madre, che dopo la morte del figlio combatte per avere giustizia. «Lo ha ucciso la mafia» ripete subito, dal 9 maggio 1978…Un film bellissimo, emozionante,  senza retorica, che attraverso la figura di Felicia, fiera e determinata (interpretata da Lunetta Savino, con rara sensibilità) ripercorre le tappe della vicenda di Peppino, ucciso per mano mafiosa. Nessuno dà credito a Felicia. Solo il magistrato Rocco Chinnici (Antonio Catania) le crede, riprende in mano le carte, cerca i riscontri. Lo capisce anche la mafia che quel servitore dello Stato non è disposto a mollare per arrivare alla verità. Il 29 luglio 1983 Chinnici viene ucciso in un attentato, ma la sua passione civile ha contagiato Francesca Imbergamo, studentessa di Giurisprudenza che diventa magistrata. È lei a riaprire i faldoni, a riannodare i fili. Sono due donne a chidere giustizia e a ottenerla: il 25 ottobre del 2000 Felicia Impastato entra nell’aula di tribunale per guardare in faccia, in videoconferenza, il boss Gaetano Badalamenti, condannato all’ergastolo”.

Cosa è il CinemAperitivo. È una rassegna di film italiani che ogni domenica alle 16.00 occupa una delle sale del cinema Babylon. Ha vita da 12 anni. Dopo ogni proiezione (sempre con sottotitoli o tedeschi o inglesi) è offerto un aperitivo e una discussione con moderatore e, normalmente, un ospite. Curatori della rassegna sono Mara Martinoli e Andrea D’Addio, rispettivamente responsabile cinema e direttore di Berlino Magazine. Se volete rimanere aggiornati con tutti gli appuntamenti del CinemAperitivo cliccate qui

Felicia Impastato

di Gianfranco Albano

proiezione, incontro con Gianfranco Albano (regista) e Alessandro Idonea (attore) e aperitivo

versione originale con sottotitoli in inglese

domenica 4 settembre 2016 ore 16.00

presso il cinema Babylon

Rosa-Luxemburg-Straße 30, Berlin

biglietto 9 € acquistabile alla cassa o qui

Evento Facebook

13962630_1274235765920586_8357968872394957697_n

Related Posts

  • Checco Zalone a Berlino. Accadrà venerdì 16 settembre 2016 presso il cinema Delphi FilmPalast. L'occasione è duplice: presentareal pubblico il film Quo vado, campione di incassi in Italia e che dal 22 settembre, con il titolo Der Vollposten, sarà distribuito su tutto il territorio tedesco e lanciare la quarta edizione…
  • Una grande festa della vera cucina italiana a Berlino: per 72 ore, da giovedì 22 settembre alle 19 fino a domenica 25 sera, 47 ristoranti, pizzerie, enoteche, pasticcerie e bar italiani apriranno le loro porte e faranno assaggiare a tutti i berlinesi le loro specialità all'eccezionale prezzo di 6 €. Melanzane…
  • Die italienische Tradition. Heutzutage existieren kaum noch Städte, in denen es kein einziges italienisches Restaurant gibt. Bekannte Faktoren haben die italienische Esskultur weltberühmt gemacht: die sorgfältige Zutatenauswahl, die Kombination traditioneller Rezepte mit einer angeborenen Neugierde, immer mal wieder etwas Neues auszuprobieren, eine besondere Gastfreundschaft und eine Lebensphilosophie, in der ein gemeinsames Essen bedeutet, es sich…
  • Difficile trovare una città al mondo dove non ci sia un ristorante italiano. La scelta degli ingredienti, il rispetto per la tradizione accompagnato dal nostro desiderio innato di provare sempre qualcosa di nuovo, la cura nel servizio, l’idea che sedersi a tavola significhi stare bene: tutti questi sono elementi che…
  • Difficile trovare una città al mondo dove non ci sia un ristorante italiano. La scelta degli ingredienti, il rispetto per la tradizione accompagnato dal nostro desiderio innato di provare sempre qualcosa di nuovo, la cura nel servizio, l’idea che sedersi a tavola significhi stare bene: tutti questi sono elementi che…

Leave a Reply