Foqus, Berlino celebra il progetto di Napoli per riabilitare i bambini dei quartieri spagnoli

A Napoli, in via Porta Carrese 69,  dal 2014 ha vita Foqus, un progetto dedicato ai bambini dei quartieri spagnoli. Grazie all’impegno di decine di docenti, ogni anno più di 300 giovanissimi sono coinvolti in percorsi educativi che partono dal nido alla scuola primaria, più altri 45 più grandi a cui vengono invece offerti corsi di formazione per entrare a lavorare in botteghe cittadine. Ad essere coinvolte, come riposta lettera43, sono 25 tra fondazioni, imprese, aziende private italiane, napoletane e campane Il progetto si svolge interamente all’interno del vecchio convento di Montecalvario e, oltrea ad una scuola, vanta anche una palestra, dei laboratori dell’Accademia dell’Arte, nonché una biblioteca per ragazzi e un’università popolare.

L’evento di Berlino. Foqus un modello da esaltare tanto in Italia che in Germania, ed è questo ciò che accadrà lunedì 11 aprile alle ore 19 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino quando la storia di Foqus sarà al centro di un dibattito alla presenza del direttore Renato Quaglia e del Presidente Rachele Furfaro, presidente del medesimo progetto. L’incontro si terrà in italiano con traduzione simultanea. La moderazione è affidata al giornalista Mauro Mondello.

FOQUS – CULTURA PER NAPOLI

Lunedì 11 aprile, ore 19:0

presso l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino

Hildebrandstraße 2, 10785 Berlino

HEADER-SCUOLA-DI-TEDESCO

Foto di copertina (C) Foqus CC BY SA 2.0

Giulia Mastrantoni

Laureata in inglese e francese, ama scrivere e viaggiare. Legge come se non ci fosse un domani e, non appena se ne presenta l'occasione, si butta a capofitto in nuove avventure. «Da grande» vuole non doversi mai chiedere: «E se?». Ha pubblicato i racconti "Misteri di una notte d'estate" per la Ed. Montag nel 2015 e "Veronica è mia" per la Panesi Edizioni nel 2016, sulla tematica della violenza psicologica e sessuale.

Leave a Reply