Germania, intecettati 14 profilattici pieni di cocaina diretti al Vaticano

Quattordici preservativi pieni di cocaina diretti all’ufficio postale del Vaticano. E’ questo il carico che la dogana dell’aeroporto di Lipsia ha sequestrato lo scorso 19 gennaio secondo quanto riporta la Sueddeutsche Zeitung di ieri. Il pacco proveniva inizialmente dal Sud America e nel totale trasportava ben 340 grammi di polvere bianca per un valore stimato di circa 40mila euro.

La notizia arriva solo ora ai media perché il pacco sequestrato è stato inizialmente consegnato dai doganieri alla polizia di Lipsia con la speranza che qualcuno potesse reclamarlo. La trappola non ha funzionato e, scaduti i due mesi, ecco che la notizia è diventata pubblica. Purtroppo ancora non si conoscono maggiori dettagli riguardo la spedizione, né mittenti né destinatari. Sarebbe stato interessante vedere chi sarebbe andato a ritirare il pacco all’ufficio postale del Vaticano…

Certo è che dopo i pacchi di banane pieni di cocaina consegnati per sbaglio ad una serie di supermercati berlinesi dello scorso gennaio (potete leggerne qui) ed i barattoli di pomodoro all’eroina di qualche settimana dopo (questa la storia) un’altra volta la Germania diventa protagonista di originali confezioni di droga, per fortuna intercettate da chi di dovere. Quale sarà la prossima puntata?

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Magazine prima come blog, dopo come magazine. Collabora anche con AGI, Wired, Huffington Post, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply