Guida all’Xjazz di Berlino, uno dei migliori festival di jazz al mondo

Torna a Berlino per la 4edizione l’Xjazz Festival. Cinque giorni di ottima musica in uno dei quartieri più caratteristici della città.

Dopo il successo delle scorse edizioni torna a Berlino quello che appassionati e artisti, berlinesi, tedeschi ed europei considerano uno dei migliori festival jazz in assoluto. Un festival che a dispetto del nome non si limita solo al jazz, ma spazia dall’elettronica alla musica neoclassica passando per tanti altri generi. Per l’edizione 2017 l’Xjazz Festival si ingrandisce ed aumenta gli appuntamenti in calendario: cinque giorni di concerti, incontri e tanta buona musica, dal 3 al 7 maggio 2017 nel quartiere di Kreuzberg.

I concerti dell’Xjazz da non perdere

Saranno 64 gli artisti che si alterneranno sui nove palchi dell’Xjazz Festival. Un tour de force scandirà i cinque giorni della manifestazione. Ad aprire l’Xjazz sarà il concerto dei Wallis Bird and the Irish Migration il 3 maggio al Lido. Dopo 700 spettacoli in giro per il mondo, tra cui un tour di 70 date tra Giappone, Australia ed Europa, i Wallis Bird arrivano a Berlino con tutta la loro energia. Due volte vincitori del Music Award irlandese, nominati per il Deutsche Musikautorenpreis e il Choice Music Prize d’Irlanda, i membri della band verranno accompagnati nelle loro esibizioni da altri musicisti irlandesi che renderanno lo spettacolo estremamente speciale. Imperdibili i concerti di Dieter Ilg e Dillon, in programma per il 4 maggio. Secondo FAZ, Dieter llg è il più impressionante bassista jazz della Germania, mentre Dillon, con già due album alle spalle, lancerà nel 2017 il terzo disco, da lei stessa definito un “album d’amore”. Il 5 maggio protagonista assoluto sarà il Tony Allen Quartet che suonerà la musica di Art Blakey, padre del bebop. Già tutto esaurito per il concerto Fink’s Sunday Night Blues Club del 6 maggio. A chiudere il festival il 7 maggio al Funkhaus Berlin ci sarà il concerto di Pantha Du Prince.

Le location dell’Xjazz

Saranno nove le sedi che ospiteranno i concerti dell’Xjazz Festival. I locali prescelti saranno:

– PRINCE CHARLES (Prinzenstr. 85f): è un locale aperto nell’ex terra di nessuno tra Kreuzberg e Mitte, all’interno di una ex piscina. Un luogo piacevole con pista da ballo e cortile esterno;

– MONARCH (Skalitzer Str. 134): un locale che non dà nell’occhio, l’ingresso è visibile solo a chi sa dove cercarlo;

– EMMAUSKIRCHE (Lausitzer Platz 8A): si trova nel cuore di Kreuzberg, nell’ex distretto di Berlino SO 36;

– PRIVATCLUB (Skalitzer Str. 85-86): situato all’interno dell’antico ufficio postale di Skalitzer Str., il locale è caratterizzato da un’atmosfera raffinata. Ospita concerti e feste. Il tutto nella zona più cool di Kreuzberg;

– BI NUU (Im Schlesischen Tor): prende il nome dal terzo album del gruppo punk tedesco Ideal. Ha riaperto nel marzo del 2012 dopo intensi lavori di ristrutturazione. Il club prima era noto col nome Kato ed era uno dei centri della scena Goth e Wave di Berlino; oggi offre spazio a tutti i generi musicali. Il locale è nascosto all’interno della stazione di Schlesisches Tor;

– LIDO (Cuvrystr. 7): aperto nel maggio del 2006 in un ex cinema nel cuore di Kreuzberg, questo club ha da sempre affascinato sia le band che vi si esibiscono sia il pubblico per la sua atmosfera. Caratteristica del locale è un’ampia area esterna;

– COBA BAR (Skalitzer Str. 68): uno splendido cocktailbar con buona musica e gustose bevande fresche;

– WATERGATE (Falckensteinstr. 49): locale storico di Berlino che ha contribuito a rinnovare la scena culturale della città. Aperto nel 2002, il locale si sviluppa su due piani e sorge sulla riva della Sprea, offrendo una splendida vista del fiume. Il Watergate è noto soprattutto per le sue feste techno e house;

– FUNKHAUS BERLIN (Nalepastr. 18): costruita nel 1953 è una ex stazione radio della DDR. L’acustica di questo posto è una delle migliori al mondo, per questo è stata scelta da molti cantanti famosi per registrare i loro pezzi. Da qui sono passati Sting, Alice Cooper ed alcuni dei migliori artisti della scena jazz e classica.

Programma Xjazz Festival

Mercoledì 03/05/2017

LIDO: Wallis Bird and the Irish Migration (20:00h)

Giovedì 04/05/2017

MONARCH: Alper Yilmaz Trio (19:30h) / 10 AM (21:00h)

FLUXBAU: Aga Derlak Trio (18:00h) / Onom Agemo & The Disco Jumpers (19:45h) / Kristin Amparo feat. Combo de la Musica (21:30h) / The Swag (23:15h)

PRIVATCLUB: Gregory Privat Trio (ore 19:45h) / Dieter Ilg (21:30h) / Better Person with Live Jazz Band (23:15h)

EMMAUSKIRCHE: Cyminology & Korhan Erel (18:00h) / Martyn Heyne (19:45h) / Dillon (21:30h) / Rain Sultanov & Isfar Sarabski Duo (23:15h)

LIDO: Jordan Rakei (19:30h) / Max Graef presents Torben Unit (23:00h)

BINUU: Orlando Julius & The Heliocentrics (23:00h)

WATERGATE: Rolf Kühn feat. Asja Valčić and Amoy Ribas (19:45h) / Pokey LaFarge Solo (21:30h)

PRINCE CHARLES: Suff Daddy & The Lunch Birds-Ace Tee & Kwam.e (21:00h)

Venerdì 05/05/2017

FLUXBAU: Lammel Lauer Bornstein (18:00h) / Natalia Mateo (19:45h) / Amok Amor (21:30h) /

PRIVATCLUB: Igor Osypov Quartet feat. Logan Richardson (19:45h) / Wojtek Mazolewski Quintet (21:30h) / Aron Ottignon (23:15h) / Electro Acoustic Beat Session (01:00h)

EMMAUSKIRCHE: Atom String Quartet & Vladyslav “Adzik” Sendecki (18:00h) / Moddi with Berlin Music Ensemble (21:30h) / Petros Klampanis (23:15h) / Federico Albanese (01:00h)

MONARCH: Eugeniusz Kowalski (19:30h) / Mopo (21:00h)

WATERGATE: Gilad Hekselman Trio (21:30h)

LIDO: Malky (19:00h) / Liima (23:15h)

PRINCE CHARLES: Moses Boyd (21:30h)

BINUU: Tony Allen Quartet (19:30h) / Yussef Kamaal (23:00h)

Sabato 06/05/2017

FLUXBAU: Birgitta Flick Quartet (18:00h) / Dinosaur (19:45h) / Ätna (21:30) / Global Dance Kulture (23:15h)

BINUU: Bitty McLean & The Magic Touch (19:30) / 79rs Gang (23:00h)

PRIVATCLUB: Taner Akyol Trio feat. Kaan Bulak (18:00h) / Adam Baldych & Helge Lien Duo (19:45h) / Chat Noir (21:30h) / Shalosh (23:15h)

MONARCH: André Vida (19:30h) / Andrea Benini & Gianluca Petrella (21:00h)

LIDO: Fink’s Sunday Night Blues Club (19:30h) / Studnitzky – KY (23:00h) / Dejan Terzic & Quatuor IX (23:55h)

EMMAUSKIRCHE: Peter Broderick (19:45h) / Hütte & The Homegrown Organic Gospel Choir (21:30h) / s t a r g a z e – spitting chamber music feat. Malikah, Inna Modja & Käptn Peng (23:15h)

WATERGATE: Spacepilot (19:45h) / Melt Trio & Gebrüder Teichmann (21:30h)

Domenica 07/05/2017

FUNKHAUS BERLIN: Rolf & Joachim Kühn (17:00h) / Jacob Collier (19:00h) / Matthew Halsall & Dwight Trible (21:00h) / Pantha Du Prince (23:00h)

Biglietti: singoli biglietti da 10,9 € a 33,7 € / festival pass 179,5 € acquistabili qui

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina © Tom Marcello CC BY-SA 2.0

Related Posts

  • Fondato a Mitte nel 1995 dai musicisti Jannis e Thanassis Zotos assieme all’attore André Hennecke rappresenta un angolo di New Orleans nella capitale tedesca Non è un locale piccolo, ma qualsiasi sia il giorno che sceglierete per assistere ad un concerto al B-Flat farete fatica a camminarci all'interno senza urtare…
  • E' vero, Berlino è universalmente riconosciuta come capitale della musica elettronica, ma essendo una grande capitale certamente non offre solo questo. E cosi per chi non ama questo genere o chi semplicemente per una sera ha voglia di ballare altro, abbiamo pensato di elaborare questa lista di locali che propongono tutt'altri…
  • State pianificando un viaggio a Berlino o vivete a Berlino e volete già procurarvi i biglietti per alcune delle sue manifestazioni? Certo, c'è molto altro a Berlino nel 2017, ma molti eventi devono ancora annunciare le date o essere confermati. Ecco quindi la lista dei 30 eventi (più uno) da…
  • La scena musicale tedesca non è caratterizzata solo dai noti compositori Beethoven, Bach, Schubert o Wagner e dai più moderni Rammstein, Die Ӓrtze e Kraftwerk che, avendo deciso di esprimersi in lingua tedesca, rivelano immediatamente la loro appartenenza territoriale. Nelle grandi stagioni musicali della Neue Deutsche Welle, del punk, del Krautrock…
  • Classica, moderna o sperimentale, la musica che si ascolta sui più bei palchi di Berlino è capace di accontentare tutti. Per sostenere la scena musicale della città e lo sviluppo della musica contemporanea in Germania, il governo tedesco ha stanziato lo scorso 29 giugno 1,1 milioni di euro all'anno in un…

Leave a Reply