I 10 architetti tedeschi contemporanei da conoscere assolutamente

[sharethis]

Se siete amanti dell’architettura, un viaggio in Germania non vi lascerebbe delusi, dal momento che questa nazione vanta una lunga tradizione di stili architettonici diversi che si sono sviluppati con l’innovazione tecnologica al punto da raggiungere eccellenti risultati. Di recente, The culture trip ha stilato una lista dei 10 migliori architetti tedeschi contemporanei che ogni amante dell’architettura dovrebbe conoscere. Alcune delle loro opere si trovano in Germania, altre disseminate per il mondo. Ecco di seguito chi sono gli architetti selezionati.

1. 3Deluxe
I lavori dello studio 3Deluxe sono opere di “design transdisciplinare” e spaziano dagli interni alla grafica, dal cinema all’architettura. Un esempio dello stile di 3Deluxe è il Leonardo Glass Cube di Bad Driburg, un padiglione espositivo multifunzionale realizzato per la società tedesca glaskoch, che produce e vende in tutto il mondo articoli di vetro della marca Leonardo. La struttura è caratterizzata da una sequenza di 48 pannelli di vetro stratificato in cui sono state inserite delle immagini trasparenti del paesaggio circostante, il tutto incastonato in uno scheletro bianco e sinuoso.

12316159_10153512129674563_893804514467366842_n
© Facebook Page Leonardo CC BY SA 2.0

2. LAVA
Le opere di LAVA non prendono ispirazione direttamente dalla natura, ma piuttosto dal sistema geometrico insito in essa. L’ambiente è fondamentale nello stile di design di questo studio di architettura: “green is the new black” è il suo motto. Fra le sue realizzazioni si annovera il Beijing Water Cube, una struttura abbastanza simile al Leonardo Cube, costruita per le Olimpiadi di Pechino e caratterizzata da una superficie che sembra fatta di gocce d’acqua di uno stupendo colore azzurro-blu. Le “gocce” dell’edificio sono state ottenute con un rivestimento alveolare di materiale espanso ben 305 volte più resistente del vetro a calore e luce. Questo rende il Beijing Watercube uno degli stadi più ecocompatibili al mondo.

© 若昔难得
© 若昔难得 CC BY SA 2.0

3. J.Mayer.H
Gli edifici di Jürgen Mayer-Hermann, architetto e artista, sono quasi delle sculture. La costruzione del Metropol Parasol ne è un esempio. Situato nel centro storico di Siviglia, il parasole è alto 26 metri, lungo oltre 150 e retto da una struttura in legno. Si tratta della costruzione in legno più grande e forse più costosa del mondo: stando alle stime questa meravigliosa struttura che offre rifugio dalla canicola spagnola è costata 100 milioni di euro.

© Hernán Piñera
© Hernán Piñera CC BY SA 2.0

4. Schneider+Schumacher
Fondato a Francoforte, lo studio di architettura Schneider+Schumacher ha già aperto uffici in Austria e Cina ed è ormai conosciuto in tutto il mondo. Un esempio perfetto della sua arte è la chiesa Autobahn (Autobahnkirche), d’ispirazione gotica, a navata singola e con guglia. La struttura della chiesa, angolare e futuristica, va al di là delle forme tradizionali ed è in contrasto con l’interno “caldo” e sinuoso che avvolge il visitatore in un abbraccio.

Autobahnkirche_Siegerland_06-3
© J.-H. Janßen CC BY SA 2.0

5. Graft Lab
Gli architetti di Graft Lab sono noti a livello mondiale per il design elegante e tecnologico delle loro creazioni. A Kuala Lumpur è possibile ammirare le ville di Birds Island, case abitabili mozzafiato. Si tratta di costruzioni pensate per il clima del posto: le aree esterne sono molto ventilate e ombreggiate, quelle interne fresche; la superficie della struttura, realizzata in silicone-vetro, è in grado di bilanciare la temperatura interna. La forma di queste abitazioni rimanda poi all’increspatura delle onde, in armonia con l’ambiente circostante.

461086_386721758041643_363867901_o
© Facebook Page Graft Architects CC BY SA 2.0

6. Wurm+Wurm
“La forma si adatta al luogo” è il motto degli architetti di Wurm+Wurm, il cui lavoro è incentrato sulla ricerca di strutture che abbraccino l’ambiente circostante nel vero senso della parola. Il residence costruito vicino Lipsia (Wohnhaus bei Leipzig) è un’opera degna di Le Corbusier. Una facciata è “multicubica”, geometrica, con grandi finestre e balconi in vetro. L’altra presenta invece un motivo curvilineo, con finestre incorniciate da un nastro scuro riflettente e ingressi a pianterreno. Gli elementi di colore bianco e grigio-blu riflettono i colori del mare e del cielo, mentre la forma sinuosa ricorda una grande onda.

7. Finckh Architekten
Questi architetti sono noti per aver reinventato la forma di casa tradizionale per famiglie nel paese Freiburg in Neckar in Germania. Un esempio di questo esperimento è la Haus PP, una moderna struttura che va contro le regole di proporzione convenzionale. La base su cui è costruita è stretta e l’edificio si presenta come lo scafo di una nave che solca l’oceano. Esternamente la casa ha bordi affilati e privi di ornamenti tanto da sembrare a prima vista semplice, ma guardando più attentamente si possono notare una serie di finestre e un inaspettato tetto cavo e asimmetrico.

8. Max Dudler
Di origine svizzera, Max Dudler ha fondato la sua società in Germania nel 1986, dopo aver completato la sua formazione a Berlino. Il suo stile è nutrito di un amore per il minimalismo e il razionalismo classico. Ha lavorato su diversi progetti per la realizzazione di uffici moderni, ma anche di castelli storici. Oltre a essere una delle migliori biblioteche pubbliche di Berlino, il Jacob und Wihelm Grimm Zentrum di Dudler è famoso anche architettonicamente parlando: con i suoi i 38m di altezza, la biblioteca è caratterizzata da pareti esterne lisce e forate con rettangoli che si ripetono regolarmente. I piani intersecati tra loro e le finestre impongono un ritmo definito all’architettura che si ripresenta dentro l’edificio. Anche l’interno, rivestito di legno scuro, ma con pareti bianche, segue infatti lo stesso schema geometrico.

1024px-Jacob-und-Wilhelm-Grimm-Zentrum_0_Apel_Denis_CC
© Denis Apel CC BY SA 2.0

9. Kadawittfeldarchitektur
Per gli architetti di Kadawittfeldarchitektur la funzionalità dello spazio è la cosa più importante, sia in termini prettamente pratici sia socio-ambientali. La struttura del Kita Troplo Kids der Beiersdorf AG di Amburgo, un asilo infantile nonché ambiente di sviluppo e apprendimento dinamico, è composta da cornici ad incastro nere e colorate. L’edificio sembra un giocattolo di un bambino e stimola la creatività infantile.

10. Franken Architekten
Con un design vivace e un tocco di fantasia, i professionisti di Franken Architekten mirano a creare “spazi narrativi”. Un esempio della loro arte è l’edificio Bubble (tradotto “bolla”), situato a Francoforte sul Meno. La struttura di Bubble imita la forma di una vera e propria bolla. Di giorno la costruzione ha una superficie vitrea liscia che riflette e distorce l’ambiente circostante, di notte invece assume le tonalità del rosa, viola e blu. Bubble è la prima struttura al mondo ad essere stata creata con mezzi completamente digitali. Rappresenta dunque un punto di riferimento per design, tecnologia e innovazione.

HEADER-SCUOLA-DI-TEDESCO

Foto di copertina © Huuboa CC BY SA 2.0

Related Posts

  • 10000
    Sarà Berlino ad ospitare la 9° edizione del World Architecture Festival. Dopo quattro lunghi anni in trasferta a Singapore, il Festival che celebra le architetture mondiali in gara ritorna alle origini con un'edizione europea. La primissima edizione del WAF fu infatti organizzata a Barcellona nel 2008. La scelta di Berlino. Paul Finch, direttore…
  • 10000
    La Großsiedlung Siemensstadt, complesso residenziale conosciuto anche come Ringsiedlung, si sviluppa attorno al quartiere industriale Siemensstad, area per l'insediamento produttivo dei primi del '900 degli impianti della società Siemens AG. Il complesso abitativo, nonostante la denominazione, non è di proprietà del gruppo industriale, che non viene coinvolto né nella pianificazione…
  • 10000
    Al via il 24 settembre una rassegna di eventi dedicati al legame tra movimento e spazio. Dancing About Architecture, apre con un lavoro coreografico, MEGALOPOLIS, allo Schaubühne che in collaborazione con la Schering Stiftung e lo spazio ANCB (Aedes Network Campus Berlin) presenta una serie di incontri dal tema, danza…
  • 10000
    Sulle rive del lago Obersee, decisamente fuori dai circuiti artistici del Mitte, si trova la Haus Lemke ora spazio espositivo all'interno di un'abitazione privata. Progettata da uno dei maestri del Movimento Moderno: Mies van der Rohe, rappresenta la sua ultima opera prima dell’esilio negli Stati Uniti, realizzata nel '32, durante…
  • 10000
    Promuovere la cultura facilitando contemporaneamente l’integrazione dei rifugiati: a Berlino è possibile. Il Ministero della Cultura tedesco, come riportato anche dal The Guardian, ha ideato e realizzato un’iniziativa unica nel suo genere: diciannove rifugiati sono stati reclutati e formati perché diventassero guide turistiche nei musei pubblici di Berlino. L’obiettivo è…

Jale Farrokhnia

Classe '91, calabrese di nascita ma apolide di fatto. Ho nutrito sin da piccola una grande passione per la letteratura e per la scrittura, che mi hanno fatto approdare tra i banchi di un liceo classico che ho amato. Nel 2010, tra un viaggio e l'altro, mi sono trasferita a Pisa per studiare Lettere Classiche e per specializzarmi poi in Filologia e Storia dell'Antichità, pur essendo allo stesso tempo un'appassionata di tecnologia,social media e lingue moderne. Dopo la laurea mi sono trasferita a Berlino per un breve e intenso tirocinio e ora, somewhere in Italy, cerco ancora la mia strada con un piede nel mondo accademico e l'altro tra le molteplici alternative.

Leave a Reply