Il Tresor, uno dei primi club al mondo ad aver fatto ballare con la techno

[sharethis]

Il Tresor è uno dei locali storici di Berlino e uno dei club più importanti della capitale tedesca anche perché uno dei primi in Europa, se lo si considera come la continuazione del Fischbüro di Berlino Ovest ad avere caratterizzato la propria programmazione a base di musica tecno. A fondarlo furono nel 1988 Achim Kohlenberger, Carola Stoiber e Dimitri Hegemann (all’epoca “solo” ex bassista dei Leningrad Sandwich, oggi invece è  uno dei più importanti imprenditori del settore disco-club di tutta la Germania). Per arrivare dal Fischbüro al Tresor bisognerebbe passare per tanti trasferimenti e cambi di nome: Ufo 1 (fondato dl solo Hegemann), Ufo 2 e, finalmente, nel 1991 Tresor, ma non dove lo conosciamo tuttora, ma su Leipzigerstrasse. Solo nel 2007  il Tresor è arrivato nella sua attuale sede, una ex centrale elettrica della Berlino Est caratterizzata da un’atmosfera piuttosto dark, perfetta cornice per serate più che mai techno. Celebre sono i suoi party nel weekend, quando le lunghe file scandiscono i tempi dell’entrata (la selezione però non è ferrea come quella del Berghain) e la serata Globus Monday del lunedì, ma anche in mezzo alla settimana si possono trovare eventi interessanti, anche se parte del locale potrebbe essere chiuso. Molti dei dj che vi si esibiscono fanno parte dell’omonima etichetta Tresor, altro punto di forza di questo club che fin dall’inizio si propose anche come label discografica.

Passiamo alla location. Lo spazio è suddiviso in tre sale: il “Tresor”, la sala-gabbia (caveau) dove viene suonata, ad altissimo volume (!), musica techno, il “Globus” la sala più spaziosa (che preferisco) sempre con musica elettronica, ma house, e la “+4Bar “ con musica elettronica sperimentale.

Se vi chiedeste la ragione del suo nome Tresor, beh deriva dal fatto che nella cantina della prima sede a Leipzigerstrasse furono ritrovate state ritrovate alcune cassaforti (cassaforte in tedesco si traduce Tresor).

Il prezzo d’ingresso rimane entro i 15 Euro, poco se paragonato a quello che si pagherebbe in Italia, mentre un po’ “alto” per gli standard berlinesi. Poco importa, è uno di quei posti in cui bisogna essere andati almeno una vota a Berlino se davvero si vuole parlare della sua movimentata vita notturna.

Tresor

http://tresorberlin.com/

Köpenicker Straße 70 | Mitte, 10179 Berlino

U8, Heinrich-Heine-Straß

Related Posts

  • Berlino, in quanto capitale della Germania, ogni anno conta un importante numero di turisti che si addentrano nella città per poter scoprire le sue strade e i suoi musei ricchi d'arte, cultura e storia. Chiunque sia stato in questa città avrà capito che possiede qualcosa di unico, che può essere…
  • L'anonimità delle scatole di cemento senza soluzione di continuità si fonde ad esistenze precarie, problemi sociali e alti tassi di disoccupazione, nel distretto di Marzhan-Hellersdorf, la più grande areaa residenziale di Berlino nonché il quartiere più giovane, ha da poco compiuto 30 anni. Marzhan nato alla fine degli anni '70 intorno…
  • Grande retata a Berlino contro la criminalità organizzata. La giornata di martedì 12 aprile 2016 si è aperta con un intervento delle forze dell'ordine in diverse zone della città, ma soprattutto nel quartiere berlinese di Neukölln, in cui risiedono membri di uno dei grandi clan arabi che controllano la criminalità…
  • Il Kosmonaut è dedicato quasi esclusivamente alla musica "underground" che a Berlino significa elettronica. Del resto così è scritto proprio all'entrata. Siamo a Friedrichshain su di una stradina, Wiesenweg, sconosciuta ai più, in mezzo a capannoni industriali ed edifici in rovina a pochi metri dal cavalcavia che segna il passaggio…
  • Sei terapista occupazionale / ergoterapista di professione (in possesso di laurea in terapia occupazionale) e cerchi una nuova sfida? Perché non a Berlino? La terapia occupazionale, o ergoterapia, è una disciplina riabilitativa che permette di sviluppare, recuperare o mantenere le competenze della vita quotidiana e lavorativa delle persone con disabilità cognitive,…

2 Responses to “Il Tresor, uno dei primi club al mondo ad aver fatto ballare con la techno”

  1. Piero

    Cavolo, articolo troppo superficiale. Sul Tresor (quello vecchio) si potrebbero scrivere delle collane di libbri.

    Rispondi

Leave a Reply