Rosso, bianco e italiano: il buon vino a Berlino

A Prenzlauer Berg a due passi da Alexander Platz si può trovare Gusto Nudo una vineria che offre una vasta gamma di vini biologici italiani che arrivano da produzioni di nicchia.

I vini derivano da circuiti di produzione solidali collegati a molte zone d’Italia e alla piccola realtà di alcune comuni (potete trovare tutte le informazioni sui vini qui). Un’alternativa del tutto naturale insomma, fatta di prodotti tipici che contrastano le mode contemporanee della produzione di massa facendo leva su un’agricoltura contadina rispettosa dell’ambiente e delle risorse: un’agricoltura ecologica nel senso più ampio. Questa piccola vineria è divenuta fonte di speranza per gli agricoltori e per i produttori di vino indipendenti.

Pur essendo stata aperta da poco (meno di due anni fa) da una giovane e intraprendente italiana, Gaia Novati, Gusto Nudo è stata protagonista anche nel promuovere eventi culturali di diverso genere: poesia, mostre d’arte, serate di musica.

Dallo scorso giovedì ha avuto poi inizio il festival intitolato Gusto Forte, una serie di quattro appuntamenti a cadenza settimanale in cui, oltre al buon vino tutto italiano, potrete assistere a buona musica dal vivo, a cui si unisce in alcune date la lettura di versi di poesie e prosa.

L’idea – dice Andrea Lesignoli, che del festival ne è organizzatore – è quella di tirare fuori dalle proprie stanze molti promettenti artisti che spesso continuano a fare musica nei loro appartamenti berlinesi e dargli un primo palcoscenico.”

Anche lui, Andrea, tra le tante cose è un musicista e vive a Berlino da qualche anno ormai. Col suo accento di Parma mi racconta, in tono quasi nostalgico, di una Berlino diversa e di quanto in realtà quello che noi vediamo ancora come la città alternativa per eccellenza, la metà degli spiriti liberi, si sia molto “imborghesita”, persino nell’ex “punkettona Friedrichshain”.

Perchè andarci: per assaporare l’atmosfera del tranquillo Prenzlauer Berg, per placare la nostalgia del vero vino italiano e poterlo riassaporare ascoltando buona musica live di sottofondo; perché è una buona alternativa per una serata da vivere con tranquillità e poi, ultimo ma non ultimo, perché è importante sostenere questi giovani italiani che da Berlino stanno fornendo un canale di sbocco importante a produttori italiani promuovendo vie solidali sottratte ai grandi circuti di mercato che spesso speculano su consumatori e produttori insieme. Il tutto al prezzo di un bicchiere di vino accompagnato da un’ottima focaccia (questa era una chicca per buongustai come me).

Dove

Gusto nudo, Heinrich Roller Strasse 26, Berlin.

Quando

Mercoledì 14 maggio ore 19:00

Giovedì 22 Maggio ore 19:00

Giovedì 29 Maggio ore 19:00

L’ingresso è completamente gratuito. Qui la pagina facebook dell’evento.

M. Rita Arfuso

Nata molto a sud nella lontana e mitica Calafrica ma pur sempre italiana, tra i vari saltelli per l'Europa arriva a Berlino poco tempo fa ma decide di restarci (il perchè lo sapete già, ve lo ripetiamo ogni giorno). Di lei si può dire che: amerebbe essere vegetariana ma è calabrese e le riesce molto difficile conciliare queste due cose. Amerebbe suonare uno strumento ma si fermò quando, da piccola, il padre le spiegò che i mancini suonano la chitarra al contrario: ci sarebbero voluti troppo tempo e volontà e lui non aveva né uno né l'altra. Infine amarebbe saper cucinare ma le sue prof femministe di Scienze Politiche le hanno insegnato che meglio evitare, non si sa mai.

Leave a Reply