In Germania arriva il biergarten No Bambini, No Cani. “Vogliamo bere in pace”

Sedie a sdraio, sabbia bianca, ombrelloni ed una bellissima vista sul Reno: il Sonnendeck Düsseldorf potrebbe essere un eccezionale biergarten per famiglie se solo il suo gestore, Patrick Weiss, non avesse deciso di vietarlo ai bambini oltre che – ma questo è più comune – ai cani. “Non è che non mi piacciano i piccoli e gli animali. Io stesso ho tre figli e due cani, ma il vero problema sono i genitori e i padroni: non si prendono cura di loro, non li controllano come dovrebbero. E così ecco bambini che mettono le dita in mezzo alle sedie,  si tagliano su pezzi di vetri di bottiglie appena rottesi o, se ancora bebè, fanno la cacca accanto al pasto di un altro ospite come ci è successo qualche giorno fa”.

Sonnendeck Düsseldorf - Photo : © Facebook/https://www.facebook.com/Sonnendeck.Duesseldorf
Sonnendeck Düsseldorf – Photo : © Facebook/https://www.facebook.com/Sonnendeck.Duesseldorf

Come riporta il Tagesspiegel, in realtà non tutto il biergarten è free kids zone. Un’area per loro c’è, solo che è staccata da tutto il resto e si raccomanda la supervisione dei genitori. Le reazioni, sia su twitter con l’hashtag #sonnendeck che sulla pagina facebook del biergarten, non si sono fatte attendere. “Ho ricevuto sia offese che commenti incoraggianti anche da genitori che condividono appieno il mio punto di vista”.

Quanto fatto da Weiss non è una novità per la Germania, Nel 2010  il café Niesen di Prenzlauer Berg, zona nord est di Berlino (leggenda vuole che sia uno dei quartieri cittadini in cui nascono più bambini in tutta Europa) vietò l’ingresso a neonati e ragazzini. Per una delle nazioni con il più basso tasso di natalità al mondo non è certo un buon bigliettino da visita, ma nessuno tocchi il biergarten ai tedeschi. 

Photo: frame video ©Aktuelle Stunde

Studiare Tedesco a Berlino
Studiare Tedesco a Berlino

Related Posts

One Response to “In Germania arriva il biergarten No Bambini, No Cani. “Vogliamo bere in pace””

  1. Berlinesa

    Beh, vediamola così… Bambini e alcolici non vanno bene insieme….Vista da un altro punto di vista la cosa potrebbe avere una funzione educativa….Non porterei mai mio figlio ad ubriacarsi con me, soprattutto se è in un’età delicata dove gli adulti per lui sono un esempio. Spesso questa cosa viene sottovalutata e definita come moralista. Essere genitore significa avere una funzione di esempio assoluto per la propria prole. Se vuoi bere, fallo con tua moglie/marito e affida i bambini a qualcuno per una sera o per un pomeriggio o come ti pare.
    Gli animali sono belli e, personalmente, adoro da morire i cani. Ma questi, in presenza di altri cani o di odori particolari possono diventare impazienti o addirittura aggressivi. Tra l’altro lasciare un cane per ore sotto al sole e al caldo mentre si sorseggia in pace i propri drink non mi sembra un atteggiamento rispettoso nei confronti dell’animale.
    Purtroppo alle parole “divieto” si associa sempre qualcosa di negativo, una limitazione di libertà. Si ignora spesso che dietro ad un divieto si può nascondere anche una tutela.
    Per quanto possa essere discutibile questa scelta, io la condivido. Alla fine la libertà di un individuo finisce là dove inizia quella di un altro.

    Rispondi

Leave a Reply