Investe coppia di amanti. Automobilista tedesco impaziente condannato per omicidio

ambulanza

In Germania un automobilista è stato condannato a 5 anni e mezzo di detenzione dopo aver investito per impazienza una coppia mentre questa si baciava sulle strisce pedonali e aver causato così la morte della donna.

Il giudice ha parlato di «un caso senza precedenti a livello federale». A settembre del 2015 un uomo ha deliberatamente investito una coppia che si baciava sulle strisce pedonali di una strada adiacente a una festa nel circondario di Main-Taunus, nel Bundesland dell’Assia. La donna è rimasta uccisa, mentre il compagno se l’è cavata con alcune lesioni. L’imputato, cui il giudice ha attribuito una «grave debolezza caratteriale», è stato condannato mercoledì 28 febbraio a 5 anni e mezzo di detenzione. Come riportato da B.Z., la difesa, il Pubblico ministero e la parte civile intendono far esaminare la sentenza dalla Corte di cassazione federale.

I fatti

A settembre del 2015 una coppia è stata investita mentre si stava baciando sulle strisce pedonali di una strada adiacente a una festa popolare del circondario di Main-Taunus. Il conducente responsabile dell’atto, un cittadino tedesco 27enne, aveva perso la pazienza e aveva deliberatamente schiacciato sull’acceleratore, travolgendo la coppia e causando così la morte della donna 41enne e il ferimento del compagno. La donna ha prima sbattuto sul cofano, è poi finita sotto l’auto ed è stata infine trascinata per circa 400 metri. Il suo decesso è avvenuto sul posto. Il suo compagno 38enne è invece stato buttato a terra nell’impatto e ha riportato gravi lesioni.

La sentenza

Il processo al conducente incensurato è stato avviato lo scorso ottobre. All’inizio l’uomo era stato accusato di omicidio volontario. Contrariamente al pubblico ministero e ai rappresentanti della parte civile che vedono confermata l’intenzionalità del delitto, i giudici non ritengono che l’uomo abbia agito con l’intenzione di uccidere, ma che l’atto sia semplicemente attribuibile a una «grave debolezza caratteriale». Il conducente è dunque stato accusato di omicidio preterintenzionale e condannato dal tribunale regionale di Francoforte a 5 anni e mezzo di detenzione, una pena considerata dai giudici «adeguata e indicata» per il caso in questione. Per motivazioni opposte sia la difesa da un lato sia il Pubblico ministero e la parte civile dall’altro non si dicono però soddisfatti dell’esito della sentenza e hanno annunciato di volersi rivolgere alla Corte di cassazione federale.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina © Golda CC0

Leave a Reply