Italienzentrum, il ponte accademico tra Berlino e l’Italia che celebra la nostra cultura tutto l’anno

A Berlino sono molte le istituzioni che lavorano per la diffusione della cultura italiana. Non c’è infatti solo l’Istituto Italiano di Cultura, ente ufficiale dell’Ambasciata italiana presente in molte città tedesche (qui la lista completa), o la Società Dante Alighieri, con uno dei 423 comitati sparsi in sessanta paesi di tutto il mondo. Non mancano poi eventi e festival di vario genere volti a favorire lo scambio culturale tra italiani e tedeschi, come l’Italian Film Festival Berlin, il CinemApertivo del Kino Babylon, o alcune attività di Berlino Cacio e Pepe Magazine (come ad esempio questa).

Ma a Berlino è presente anche un centro accademico di studi italianistici di alto livello collegato alla Freie Universität (che non a caso si distingue per avere uno dei più importanti dipartimenti di romanistica della Germania). Si tratta dell’Italienzentrum, o Centro Studi Italia, un istituto che si impegna a divulgare la lingua, cultura e letteratura italiana a livello accademico non attraverso corsi universitari (per quello c’è l’Istituto di Romanistica della FU) ma attraverso l’organizzazione di eventi. L’Italienzentrum organizza infatti a Berlino letture, incontri e workshop a cura di professori italiani, promuove convegni su temi specifici, e ha dato vita ad alcuni gruppi di ricerca sulla lingua e letteratura italiana ai quali collaborano docenti non solo della FU ma anche della Humboldt e dell’Università di Potsdam.

L’Italienzentrum ha in primo luogo il compito di coordinare e rafforzare le collaborazioni nella ricerca e nell’insegnamento tra le Università di Berlino e Potsdam da una parte e le Università Italiane e Centri di Ricerca dall’altra. L’intensificazione della collaborazione non riguarda solamente l’Italia in ambito filosofico e sociologico, come nell’Italianistica o nella storia dell’arte, ma si cerca di favorire e costruire cooperazioni italo-tedesche anche nelle diverse Scienze, sempre con un riferimento specificatamente concernente l’Italia.

Tutto ciò si tramuta in una ricca serie di bellissimi ed interessanti eventi che hanno luogo ogni semestre, spesso all’interno della FU ma a volte anche presso l’Istituto Italiano di Cultura, con il quale l’Italienzentrum collabora costantemente. Il programma completo degli eventi per il semestre invernale 2015-16 è scaricabile in PDF seguendo questo link.

Qui sotto riportiamo una selezione degli eventi a nostro parere più interessanti.

Martedì 20 ottobre, h 18

L’italiano della musica, la musica dell’Italiano 
Ritratto culturale e sentimentale del ligure di Riviera

Intervento di Giorgio Ficara (Università di Torino), con saluto di Luigi Reitani, direttore dell’Istituto italiano di cultura di Berlino e introduzione di Bernard Huss, direttore dell’Italienzentrum

Presso Hörsaal 1a della Freie Universität Berlin, Habelschwerdter Allee 45, Berlin-Dahlem

Giovedì 29 ottobre, h 18

Cineforum: Nuovo Cinema Paradiso (Giuseppe Tornatore, I 1988)

Saluto del Prof. Dr. Bernhard Huß e visione del film in italiano
In cooperazione con l’associazione studentesca dell’Istituto di Romanistica della Freie Universität Berlin

Presso Stanza JK 27/106 della Freie Universität Berlin, Habelschwerdter Allee 45, Berlin-Dahlem

Lunedì 7 dicembre, h 18

In esilio e ritorno. Tradurre “Landgericht” di Ursula Krechel. Workshop di traduzione con Dr. Elena Sciarra

Servendosi di esempi di “nodi” traduttologici emersi nel corso del suo lavoro di traduzione del romanzo Landgericht di Ursula Krechel, Elena Sciarra dell’Università di Postdam discuterà con i partecipanti la variabilità del processo del tradurre. Introduzione di Marcella Fortunato
In italiano

Presso Raum L 115 (Seminarzentrum) della Freie Universität Berlin, Habelschwerdter Allee 45, Berlin-Dahlem

Italienzentrum

Habelschwerdter Allee 45, 14199 Berlin
Stanze JK 26/222b e JK 26/222d

Pagina Facebook

Related Posts

Sara Trovatelli

Dottoranda in traduzione letteraria, traduttrice, amante del buon cibo, dei viaggi e di tutto ciò che è cultura, vive a Berlino dal 2012 dopo essersene innamorata durante una gita lampo ai tempi del liceo.

Leave a Reply