Kältebus, il bus anti-freddo che la notte salva dal gelo i senzatetto di Berlino

Gli inverni berlinesi sono davvero rigidi e lunghi, per persone in particolare difficoltà le basse temperature e le intemperie arrivano ad essere anche un rischio per la vita. Si tratta principalmente di senzatetto e di tutti coloro che non hanno la possibilità o la capacità di raggiungere autonomamente un rifugio caldo. Per dare sostegno a chi si trovasse in tale situazione di pericolo è stato ideato il servizio Kältebus, il bus anti-freddo.


Diciannove anni fa, ovvero nel 1994, un clochard è morto di assideramento nella capitale tedesca, perché era talmente indebolito da non aver potuto cercare un riparo. I collaboratori del ristorante City-Station, che offre anche consulenza e assistenza spirituale, sono rimasti colpiti dall’accaduto e si sono attivati per trovare una soluzione all’emergenza freddo. Quello è stato l’anno in cui è nato il Kältebus e da allora continua a operare in città nella stagione autunnale e invernale.

Il Kältebus è attivo ogni anno dal 1 novembre al 31 marzo, si sposta per le strade di Berlino alla ricerca di persone senza fissa dimora che abbiano bisogno di aiuto. I collaboratori intervengono nell’immediato offrendo un primo soccorso che può essere una bevanda calda o un sacco a pelo. Una volta stabilito un contatto, se l’interessato lo desidera, viene accompagnato in un centro in cui possa trascorrere la notte al riparo.

Gli autobus in servizio sono due:

– Kältebus 1: attivo quotidianamente tra le 21:00 e le 03:00
– Kältebus 2: attivo quotidianamente dalle 19:00 alle 01:00

Per qualsiasi segnalazione di emergenze è possibile contattare il numero di telefono (0178) 523 58-38.

Chi fosse interessato a fare una donazione, può consultare il sito di Berliner Stadtmission.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

MarySonica

MarySonica vive a Torino da sempre ma, nel 2003, compie il viaggio a Berlino che cambierà la sua vita. Da allora è innamorata della capitale tedesca e forse, un giorno, partirà per rimanervi. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, è appassionata di musica, lettura e tutto ciò che riguarda la subcultura dark.

Leave a Reply