La madre di Berlino che ha mandato il figlio e i suoi amici a fare una rapina

A Berlino una madre ha istigato il figlio e i suoi due amici a fare una rapina in un negozio situato in zona Altglienicke.

La rapina è avvenuta martedì scorso alle ore 6.30 della mattina in un negozio situato in Köpenicker Straße, zona Altglienicke. I rapinatori sono tre ragazzi di età compresa tra i 17 e i 19 anni; uno di loro sarebbe un aggressore seriale, stando a quanto dichiarato dalla polizia. La cosa più sconcertante è che i tre giovani rapinatori sono stati istigati dalla madre di uno di loro a commettere il reato.

I fatti

Alle ore 6.30 di martedì scorso, due ragazzi di 17 anni e uno di 19 anni hanno fatto irruzione mascherati in un negozio situato in Köpenicker Straße, zona Altglienicke. Due di loro hanno minacciato il titolare dell’attività con un’arma da fuoco, il terzo lo ha colpito sul viso, provocando delle lesioni. Le urla della vittima hanno attirato l’attenzione di un passante che è intervenuto immediatamente in soccorso del proprietario del locale. In seguito, due dei ragazzi sono fuggiti a piedi, mentre il terzo è scappato a bordo di un’automobile. La polizia è riuscita a fermare e catturare gli aggressori mercoledì scorso, il giorno dopo il tragico evento, nella zona in cui è avvenuta la rapina. Dei tre ragazzi solo uno è maggiorenne e, stando a quanto dichiarato dalla polizia, sarebbe un delinquente seriale. La cosa più sconcertante è che la rapina è avvenuta su istigazione della madre di uno dei due 17enni. Adesso la donna si trova in detenzione preventiva. 

Conseguenze

Il giudice ha emesso il mandato di cattura sia per i tre aggressori sia per la donna. In seguito i due minorenni sono stati rilasciati, mentre per la madre è stata disposta la detenzione provvisoria per aver incitato i tre ragazzi a rapire, picchiare e minacciare con un’arma da fuoco il proprietario del negozio in questione.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina © Frank CC BY-SA 3.0

Leave a Reply