La Puglia si presenta a Berlino in tutto il suo splendore

Torna come ogni anno a Berlino durante la fiera del turismo l’evento “ITALY PUGLIA MY LOVE PARTY IN BERLIN”. Verranno presentate le sei destinazioni imperdibili dell’estate 2017 per la Puglia.

Mare, cultura, divertimento, buon vino, buona musica. Torna a Berlino l’evento Italy Puglia, my love party in occasione della ITB, la più importante fiera internazionale del turismo al mondo. Giovedì 9 marzo si terrà a Berlino un evento esclusivo organizzato da Carmen Mancarella direttrice del sito www.mediterraneantourism.it e della rivista di turismo e cultura SPIAGGE, per presentare un viaggio tra le destinazioni imperdibili della Puglia per le vacanze 2017. Sei località da non perder e che sono di grande richiamo: Melendugno con le sue splendide marine e le scogliere più spettacolari, Gallipoli, con le spiagge della Movida e il centro storico-isola, Leverano, la città del vino dove svetta l’antica torre dell’Imperatore Federico II, Oria, abitata sin alla Preistoria e amata dall’imperatore Federico II, che visse nel grande castello, Ostuni, la città bianca che illumina il cielo, dove è stata scoperta la Mamma più Antica del Mondo e Castellana Grotte, famosa per le sue grotte sotterranee e il centro storico medioevale.

wostuni-riproduzionedellamammapreistorica

Questo viaggio ideale sarà presentato in una conferenza stampa dall’assessore al turismo di Melendugno Anna Elisa Prete, dal sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, dall’assessore al turismo di Leverano Massimiliano D’Angela, dal vicesindaco di Oria, Egidio Conte, dall’assessore alla cultura di Ostuni Nichi Maffei (con il presidente del Museo delle civiltà pre-classiche dell’Alta Murgia Michele Conte) dal sindaco di Castellana Grotte Franco Tricase e infine dalla dirigente del settore turismo di Castellana Grotte Eugenia Maria Rubino.

Dice l’assessore al turismo, della Regione Puglia, Loredana Capone: “Con più di 129mila arrivi e 712mila pernottamenti, la Germania continua ad essere il primo mercato turistico della Puglia. Gli arrivi sono cresciuti del 4,7 per cento rispetto all’anno scorso. I mesi in cui si registra il picco sono maggio e giugno, fine agosto e settembre. La fiera del turismo di Berlino resta per noi un appuntamento imperdibile“.

In campo il meglio dell’imprenditoria pugliese che offre un’ampia scelta per tutti i gusti e tutte le tasche, realizzando strutture di eccellenza.

Si può decidere di soggiornare in una delle cinque strutture del gruppo CDSHotels, che ha da poco festeggiato le sue prime mille camere, con i suoi tre villaggi Costa del Salento, Riva Marina, Pietrablu Resort&spa, il Grand Hotel Riviera e la nuova Masseria Relais Le Cesine.

Chi dice Puglia dice Masserie. Ecco dunque la Masseria Casina Vitale tra Ceglie e Ostuni e Tenuta Le Menze che organizza laboratori per imparare a fare la pasta fatta in casa nel Ristorante Pastificio In via Roma a Cavallino, vicino Lecce. Tra campagna e mare di Porto Cesareo vi sono la Masseria Signora Porzia con Cantina ospitale che produce anche buon vino (www.agricoladellarneo.it) e la Country House costruita in bio edilizia Villa Ghetta Country House.

Nel Salento due mari lo Jonio e l’Adriatico, non c’è che l’imbarazzo della scelta tra i lidi dove poter pranzare e cenare: ecco sul Mar Adriatico Lido La Sorgente a Torre dell’Orso e Lido Li Marangi a San Foca e sullo Jonio Lido Le Canne a Gallipoli.

Vista mare mozzafiato su una delle più spettacolari baie nell’Hotel Belvedere a Torre dell’Orso. E per farsi coccolare da una SPA ricca di novità ecco Hotel Victoria a Gallipoli. Si può scegliere tra la formula appartamento e la camera nell’Hotel Residence Laurito a Oria circondato da un bosco di pini e alberi di sughero, con SPA. Tra ulivi secolari, a due passi dal mare, con ospitalità autentica ecco il B&B Tenuta Calitre a Torre dell’Orso. Raffinato e di charme il B&B l’Arco dell’Abate nel cuore del borgo medioevale di Oria. Cura dei dettagli nel B&B Il Cerchio d’Acqua sempre a Oria (ilcerchiodacqua@gmail.com) con giardino segreto.

Per chi ama la libertà di un campeggio, senza rinunciare alle comodità la scelta non può che cadere sul Village Camping Sentilla a Torre dell’Orso (www.campeggiosentinella.it). E se desiderate trascorrere le vostre vacanze in appartamento la scelta cade su Adriatica 2000, agenzia immobiliare a San Foca.

Tappa golosa nei ristoranti Gusto a Castrignano dei Greci cucina tradizionale con tocchi di innovazione e La Grotta del Conte a Castro tutti piatti con pesce fresco. Ma guai a tornare senza portare un souvenir goloso agli amici: tappa da Spina Sapori di Puglia a Oria, ortaggi e verdure sott’olio e nelle cantine San Donaci, Conti Zecca e Agricola dell’Arneo.

E, se vi siete proprio innamorati della Puglia, avete la possibilità di acquistare una casa vista mare, nuova, a Torre Specchia sul mare adriatico in provincia di Lecce (paolaarchgigante@gmail.com).

Ma iniziamo il nostro viaggio ideale alla scoperta delle SIX MUST SEE DESTINATIONS delle vacanze 2017.

MELENDUGNO

Dice l’assessore al turismo Anna Elisa Prete: “Cinque marine sulle quali sventola la Bandiera BLU del Fondo sociale europeo per lo sviluppo e per l’ambiente (FEE) per la qualità delle acque e dei servizi offerti a venti chiolometri da Lecce. Ecco le Marine di Melendugno: Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Roca, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea. Melendugno ha registrato un così alto aumento dei flussi turistici da divenire la terza meta in Puglia!

La costa è caratterizzata da morbide e bianche spiagge e scogliere spettacolari. Imperdibile una sosta sulla spiaggia di San Basilio dalle alte dune ricoperte di macchia mediterranea, a San Foca dalle ampie spiagge e con il porto turistico. Unico è il sito archoeologico sul mare di Roca Vecchia, abitata dai Messapi e definita la Micene del Salento. La Grotta della Poesia è stata definita dai giornalisti e dai lettori del National Geographic tra le dieci piscine naturali più belle al mondo. Per visitarla nello stesso periodo dell’anno sono arrivati contemporaneamente turisti provenienti da ben 90 nazionalità diverse! Accanto alla Grotta della Poesia Grande c’è la Grotta della Poesia piccola, un antico santuario dove i naviganti del Canale d’Otranto, incidevano le loro preghiere! Spettacolari i faraglioni di Sant’Andrea a forma di arco e d’Italia! Per promuovere tutte queste bellezze il Comune ha relizzato il sito www.melendugnotoyou.it dove si possono trovare itinerari, prelibatezze gastronomiche. video, ma anche gli eventi.”

wmelendugno-grottadellapoesia

GALLIPOLI

Dice il sindaco, Stefano Minerva: “Gallipoli offre una vacanza a 360 gradi: mare, cultura e divertimento. Conosciuta in Italia per le spiagge della movida, dove, in piena estate, è possibile incontrare i dj più famosi d’Europa, la città è al primo posto nei motori di ricerca sul web in Italia. Ma il volto più bello di Gallipoli, che noi abitanti desideriamo far conoscere di più, è la bellezza del suo centro storico, arroccato su un’isola, collegata alla città nuova solo da un ponte. Qui scoprirete palazzi nobiliari dai giardini segreti e le chiese barocche, in pietra leccese, che la luce del sole fa sembrare d’oro, mentre all’ombra del castello sul mare, lo scorcio più famoso della città, volano i bianchi gabbiani. La bellezza di Gallipoli ha ispirato in noi l’organizzazione del Primo Festival di Poesia che si svolgerà a fine aprile.

Con il suo centro storico, le spiagge dorate lambite da un mare azzurro e cristallino e la natura incontaminata dove sorge il Parco Isola di Sant’Andrea e Lido Pizzo, Gallipoli è la meta ideale per una vacanza di primavera e di autunno, dove è possibile scoprire la Storia nel centro storico, godere dei ritmi della natura nel Parco e deliziarsi con i piatti tipici della cucina, tutti a base di pesce freschissimo, appena pescato dai pescatori che incontrerete al porto mentre sistemano le loro reti. Venire per credere.

wgallipoli-spiaggiadellapurità

LEVERANO

Dice l’assessore al turismo Massimiliano D’Angela: “Città del vino, città di mare, a due passi dalle meravigliose spiagge di Porto Cesareo, Leverano è conosciuta al mondo per i suoi vini prodotti da famose cantine con il vitigno autoctono del Salento: il negroamaro, da cui nasce il Leverano dop e moltissimi vini Igp che hanno scritto la storia dell’enologia internazionale. Leverano è anche città dei fiori, essendo uno dei tredici mercati più importanti in ITALIA. E’ la meta ideale per viaggiatori curiosi di scoprire territori e sapori.

Passeggiando per il centro storico con il naso all’insù, non si può non restare incantati dalla Torre, voluta dall’imperatore Federico II, nel 1200, per difendere la zona dai pericoli che venivano dal mare. Imponente, la Torre si accende d’oro al tramonto. Si resta meravigliati dalla bellezza di alcuni scorci: palazzi gentilizi di fine ‘500, decorati con cornici e stucchi del ‘700, che tracciano il percorso lungo le viuzze che portano alla Chiesa Madre dagli altari barocchi. Una tappa obbligata è il Convento dei Francescani Minori con il suo chiostro interno interamente affrescato. Ma se volete avere un’idea della vita vera nel borgo, entrate a prendere un caffè in uno dei bar del centro storico: sarete accolti dagli anziani che giocano a carte, come un vecchio amico.

wcastellanagrotte-grottalagrave

ORIA

Dice il vicesindaco Egidio Conte: Nel cuore del Salento, Oria Oria è la città amata dall’imperatore tedesco Federico II, che la scelse per attendere la sua sposa Jolanda di Brienne nel 1225, in arrivo dall’Oriente. Il matrimonio sarebbe poi avvenuto nel Duomo di Brindisi. Nell’attesa l’imperatore con tutta la sua corte ampliò il Castello, che domina di due mari del Salento, andava a caccia nella foresta oritana e indisse il Torneo dei rioni, giochi medioevali, che ancora oggi gli abitanti di Oria celebrano in un grande Torneo, di scena il secondo week end di agosto con sfilata storica da parte di 800 personaggi e sfida tra i quattro rioni della città.

Oria è anche famosa per aver dato i natali a Donnolo, un medico ebreo che nacque e in parte visse nell’800 nel fiorente quartiere ebraico della città nel cuore del centro storico. Donnolo è tanto famoso, che a lui è stato intestato uno dei due ospedali di Tel Aviv. E ora l’offetta turistica della città diventa ancora più ricca: sarà inaugurato in primavera il Museo archeologico che, affidato alla direzione del professore Pino Malva, metterà in mostra i reperti archeologici più pregiati della Civiltà messapica, la prima che abità il Salento prima della conquista dei romani. Sul pavimento del museo si potrà ammirare la riproduzione di un importante mosaico rinvenuto di recente: il Leone di Messapia, simbolo di tutta la civiltà messapica.

woria-piazza

OSTUNI

Dice l’assessore al turismo, Nichi Maffei: “Piste ciclabili tra gli ulivi secolari, lungo la ciclovia dell’Acquedotto pugliese, spiagge incontaminate nel Parco delle Dune costiere e tutta l’atmosfera tipica di un borgo mediterraneo nel cuore della Puglia. Conosciuta in tutta Italia come la Città Bianca per il suo bianco centro storico tutto dipinto a calce, Ostuni offre una vacanza a tutto tondo che va dalla cultura al divertimento. Dalla piazza, dominata dalla colonna di Sant’Oronzo, ci si addentra per gli stretti vicoli, dove si possono ammirare case contadine e palazzi gentilizi, molti dei quali sapientemente restaurati e aperti all’ospitalità. Tappa obbligata è la cattedrale con il suo rosone, custode di tesori d’arte.

Poco distante ecco il Museo delle Civiltà pre classiche della Murgia Meridionale dove, assieme ad altri pregiati reperti, viene custodita la Mamma più antica del mondo: lo scheletro di una donna vissuta 28mila anni fa che morì, incinta all’ottavo mese di gravidanza, quando aveva solo vent’anni! A fare l’eccezionale scoperta fu il professore Donato Coppola, nel 1992, nella Grotta di Santa Maria di Agnano, alla periferia di Ostuni, divenuto oggi un sito archeologico aperto al pubblico. La donna venne composta nella Grotta (e non sepolta) con tutti gli onori di una DEA, la DEA MADRE con un copricapo fatto a corona di conchiglie che ricorda tanto la famosa Venere di Willendorf in Austria e la Venere di Parabita, in Italia. A circondare Ostuni, che si erge su una collina, è la piana degli ulivi secolari. Contorti, nodosi… sono dei veri e propri monumenti della natura, alcuni dei quali sono datati addirittura 2.500 anni fa! Sarà bello pedalare tra gli ulivi per una vacanza slow, mentre il vento vi poterà il profumo del vicino mare.

wostuni-bella

CASTELLANA GROTTE

Dice il sindaco, Franco Tricase: “Porta d’ingresso della Valle d’Itria, la nostra città è famosa al mondo, per le sue Grotte sotterranee, che regalano un susseguirsi di emozioni l’una dopo l’altra. Festeggiato da poco il traguardo di oltre 300mila visitatori in meno di un anno! Tra stalattiti e stalagmiti dalle diverse forme, unica è la Grotta Bianca, che si scopre alla fine del percorso, lungo circa un chilometro e mezzo, attrezzato anche per disabili. Avvolti dal suo candore si ha l’impressione di trovarsi in un posto magico!

Ma, finita la visita alle Grotte, c’è ancora tanto da scoprire nella nostra bella città, a partire dal centro storico, dominato dalla Cattedrale romanica. Tappa obbligata è la vicina Chiesa del Purgatorio con i suoi altari barocchi tutti in oro, che stupisce, per la sua bellezza, i tanti visitatori. Tra i vicoli si diffonde il profumo della buona cucina pugliese a base di focacce, verdure e carne: sapori semplici impreziositi dal pregiato olio extravergine di oliva per cui la nostra città è molto apprezzata. In primavera poi, e precisamente l’ultima domenica di aprile, potrete vivere con noi la festosità e la profonda religiosità dei pugliesi: una grande processione, tra bande e luminarie, vede insieme tutte le Statue dei Santi venerati in città con la guida della Statua della Madonna della Vetrana, custodita nel Convento medioevale.

Castellana è da vivere anche in pieno inverno: in onore della Madonna della Vetrana, l’11 gennaio si svolge una festa unica: la Notte dei Cento Falò. Più di cento falò, detti in dialetto, fanove, realizzati con rami e radici di ulivo, ardono per tutta la notte, richiamando il vicinato e i viaggiatori provenienti da tutta la regione e dal resto d’Italia.” Castellana si trova alle porte della Valle d’Itria ed è circondata da una meravigliosa campagna punteggiata di trulli.

wcastellanagrotte-grottalagrave

Storia, mare, natura, divertimento e cultura, buon cibo, buon vino. La Puglia si conferma sempre di più la meta ideale delle vacanze!

Dove dormire

CDShotels
Costa del Salento – Ugento (Le )
Riva Marina – Carovigno – Ostuni (BR)
Pietrablu Resort &SPA – Polignano a Mare (BA)
Grand Hotel Riviera – Santa Maria al Bagno (LE)
Masseria Relais Le Cesine – Vernole (LE)
www.cdshotels.it

A Melendugno

HOTEL Belvedere
Via Alessandro Volta 37 – Torre dell’Orso
www.hotelbelvederesalento.com

B&B Tenuta Calitre
Torre dell’Orso km. 3,5 – Melendugno
www.tenutacalitre.com

Village Camping Sentinella
Via Degli Eucalipto – Torre dell’Orso
www.campeggiosentinella.it

Adriatica 2000
Lungomare Matteotti – San Foca
www.adriatica2000.it, www.sanfoca.it

VICINO LECCE

Tenuta Le Menze
Contrada Spezzaferri – Cavallino
www.tenutalemenze.it

A GALLIPOLI

Hotel Victoria Palace
Via Petrarca snc
www.hotelvictoriagallipoli.it

Lido Le Canne con appartamenti
www.lidolecanne.it/ibt-2017/

A LEVERANO

Masseria Signora Porzia
Via vicinale Cerasa – Leverano
www.agricoladellarneo.it

Villa Ghetta Country House
SP Leverano – Porto Cesareo – Leverano
www.ghettaresortsalento.com

A ORIA

Hotel Residence Laurito
SP 54 Francavilla-Manduria km 5 – Oria
www.hotel-laurito.it

B&B L’Arco dell’Abate
Via Camillo Monaco 17 – Oria
www.larcodellabate.it

B&B Il Cerchio d’acqua
Via XXIV Maggio, 19 – Oria
ilcerchiodacqua@gmail.com

OSTUNI

Masseria Casina Vitale
Strada Provinciale Ceglie-Ostuni
Ceglie (BR)
www.masseriacasinavitale.it

Riva Marina – Carovigno
Via Della Pineta, Specchiolla
www.cdshotels.it

VICINO A CASTELLANA GROTTE

Pietrablu Resort&Spa – Polignano a Mare
Contrada Fontanelle 230
www.cdshotels.it

I lidi

Lido La Sorgente – Torre Dell’Orso
www.lidolasorgente.it

Lido Li Marangi – San Foca
www.limarangi.it

Lido Le Canne – Gallipoli
www.lidolecanne.it/ibt-2017/

Dove mangiare

Ristorante Gusto
Via Francesco Monosi, 45
Castrignano dei Greci (LE)
www.ristorantegustosalento.com

Ristorante La Grotta del Conte
Via Duca del Mare, 2 – Castro
www.grottadelconte.it

Ristorante Pastificio In via Roma
Via Roma 72 – Cavallino (LE)
www.ristorantepastificioinviaroma.it

Souvenir golosi

SPINA Sapori di Puglia
Contrada Palombara – Oria (BR)
www.spinasaporidipuglia.com

Cantina San Donaci
Via Mesagne 62 – San Donaci
www.cantinasandonaci.eu

Azienda Agricola Conti Zecca
Via Cesarea – Leverano
www.contizecca.it

Acquistare casa a Torre Specchia

Appartamenti vista mare
paolaarchgigante@libero.it

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

One Response to “La Puglia si presenta a Berlino in tutto il suo splendore”

  1. Susanna de Tullio

    La Puglia non è solo il Salento,.

    Rispondi

Leave a Reply