La vita di Giovanni Falcone diventa uno spettacolo alla Staatsoper di Berlino

La Staatsoper di Berlino ricorda la storia del giudice Giovanni Falcone, magistrato italiano ucciso dalla mafia

A venticinque anni dalla strage di Capaci, avvenuta nel 1992, in cui persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, la Staatsoper di Berlino ricorda la storia del giudice palermitano. Allo Schiller Theatre di Berlino va in scena Falcone. Il tempo sospeso del volo, opera in un prologo, 26 scene e un finale del compositore Nicola Sani. Il testo è di Franco Ripa di Meana.

Il tempo sospeso del volo

L’opera è basata interamente su documenti, testimonianze, atti giudiziari e articoli di stampa riguardanti la storia del giudice Giovanni Falcone. La rappresentazione è andata in scena per la prima volta dieci anni fa al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia. Nei giorni 28 e 30 aprile, e 4, 6, 7, 12, 13 maggio 2017 viene riproposta alla Werkstatt dello Schiller Theatre di Berlino in una nuova produzione in lingua tedesca. Gli attori, cantanti e musicisti della Staatskapelle sono diretti da David Robert Coleman. Il nuovo allestimento è curato dal regista teatrale e drammaturgo Benjamin Korn, ideatore di una scena che evoca l’interno dell’aereo che portò il giudice da Roma a Palermo nel suo ultimo volo, ma anche l’aula del tribunale dove si tenne il maxi processo a oltre 400 mafiosi.

Il cast

Giovanni Falcone è interpretato dal basso-baritono Andreas Macco, al suo fianco Martin Gerke (il giudice e un testimone), Milcho Borovinov (boss mafioso e un politico) oltre agli attori Udo Samel (un cittadino e uno scrittore) e Klaus Christian Schreiber (lo spettatore, un collega, un amico). L’ombra di Francesca Morvillo invece è evocata da un coro di voci femminili.

La strage di Capaci

Era il 23 maggio 1992 il giudice Giovanni Falcone viaggiava con la moglie a bordo della sua auto. Erano da poco atterrati all’aeroporto di Palermo, diretti in città. Sull’autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci, a pochi chilometri da Palermo, furono vittime di uno spietato attentato messo in atto da Cosa Nostra. Insieme al collega e amico Paolo Borsellino, Giovanni Falcone è considerato una delle personalità più importanti nella lotta alla mafia in Italia e nel mondo.

Falcone

Schillertheater Berlin

Bismarkstrasse 110, 10625 Berlino

28 e 30 aprile, e 4, 6, 7, 12, 13 maggio 2017

dalle 20.00 (durata circa 75 minuti)

biglietti: intero 20 €, ridotto 15 €

acquistabili qui o alla cassa del teatro

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo: © Gianmarco Bresadola

Related Posts

  • 10000
    Berlino dice no alla mafia con una lettura pubblica dei nomi delle vittime innocenti del crimine organizzato La mafia è un problema sempre più internazionale, ma per fortuna c'è chi dice no. Grazie all'associazione Mafia? Nein danke! a Berlino verranno letti pubblicamente i nomi delle vittime innocenti del crimine organizzato,…
  • 10000
    La mafia russa è sempre più attiva in Germania. Lo riferisce Holger Münch, presidente della polizia federale tedesca, in un'intervista a Welt am Sonntag. I nuovi membri vengono spesso reclutati nelle prigioni e il giro di denaro che ruota intorno alla criminalità organizzata russa ammonta a svariati miliardi. Criminalità organizzata. «Si tratta di…
  • 10000
    Sono i primi anni '90 quando, a Bologna, l'incontro di Salvatore De Siena, Peppe Voltarelli e Amerigo Sirianni dà vita al Parto delle nuvole pesanti, gruppo folk-rock dal nome poetico ed enigmatico, dedito all'impegno civile fin dal demotape Guerra al salario e dal singolo Raggia, poi reso famoso, tra le…
  • 10000
    A Berlino, nel pieno di Friedrichshain, ogni giorno decine di tedeschi, italiani ed altri stranieri bevono prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia del nostro sud. Sono i vini di I Centopassi, elegante bar-vineria inaugurato ad aprile 2014 da Fabrizio e Domenico. «Dopo tanto tempo passato a lavorare nella gastronomia…
  • 10000
    Quando Suburra è uscito  in Italia, 25 agosto 2015, è stato uno dei film più discussi in Italia non solo perché capace, finalmente, di rappresentare un ritorno al film di genere (poliziesco/gangster) da tempo abbandonato dai nostri registi, che per la capacità di anticipare quanto poche settimane dopo la sua uscita…

Linda Nocera

Cresciuta a Palermo in una famiglia anglo-italiana, ha girovagato per l’Europa per motivi di studio, lavoro ed affetto, prima di stabilirsi a Berlino. Ha lasciato da poco una carriera da analista di mercati chimici per concentrasi sul ruolo di mamma e sulla sua passione per la scrittura.

Leave a Reply