L’Arena Badeschiff di Berlino, un tuffo nella Sprea

arena badeschiff

Ci sono alcune esperienze dalle quali si può prescindere. Se d’estate si sta a Berlino, anche solo per una manciata di giorni, si può forse evitare di farsi una foto davanti alla Porta di Brandeburgo, ma non si può non farsi una nuotata nella Sprea!

In realtà c’è da precisare che in realtà non si nuota realmente nell’acqua del fiume, ma nella celebre Arena Badeschiff, la piscina immersa nella Sprea. A causa però della bassissima temperatura dell’acqua della piscina, si può considerare le due esperienze equivalenti.

Arena Badeschiff

L’Arena Badeschiff si trova nei pressi di Treptow Park e fa parte di un complesso composto, oltre che dalla piscina, dall’Arena Club, un locale vero e proprio e dall’Arena Glashaus. Uno spazio affittabile per spettacoli ed eventi. C’è anche l’Arena Halle e l’Hoppetosse, un ristorante su un barcone. L’ambiente dell’Arena Badeschiff è composto da una spiaggetta artificiale alla quale è collegata da un pontile in legno una piscina galleggiante nel fiume di Berlino ricavata da una vecchia nave da carico (Badeschiff significa, infatti “nave da bagno”). D’inverno la piscina (32,5 m di lunghezza per 8,2 di larghezza, con 2,05 m di profondità) viene coperta da un telone. D’estate è lo scenario di concerti e party con musica elettronica.

Si paga il biglietto d’ingresso  e ci si accomoda dove si preferisce (o dove si trova posto). Sulla sabbia, sulle sdraio, sul pontile, sotto gli ombrelloni. Un bar garantisce il necessario ristoro, wurstel compresi, dato che è vietato introdurre cibi o bevande dall’esterno, come in molte attività tedesche.

Il regolamento della piscina

Quello che lascia un po’ perplessi è l’infinità di regole che dovrebbero normare l’attività balneare. Da dove lasciare le ciabatte e l’accappatoio al divieto di tuffarsi, tutte queste indicazioni turbano un po’ il pomeriggio di relax. E se lascio l’accappatoio nel posto sbagliato? Se mi spingo troppo oltre con le ciabattine? E se non riporto la bottiglia vuota della bibita che ho comprato al bar? Se getto i rifiuti nel contenitore sbagliato? E se ho portato con me inavvertitamente dei cibi o bevande? Letti due volte tutti i cartelli, ci si mette l’anima in pace e si fa del proprio meglio per essere dei bagnanti rispettosi.

Badeschiff-Berlin (1)
Badeschiff, © Carlos ZGZ – CC0 Universal Public Domain

Una tappa irrinunciabile

La bellezza del panorama che la posizione insolita offre è splendida. Peccato per la temperatura dell’acqua e del cielo berlinese che spesso cambia in un attimo e basta una nuvola per portare il gelo, o quasi. Quando poi le temperature sono alte, fin dal primo mattino la “spiaggia” si riempie di così tante persone che sembra di stare a Rimini. La musica di sottofondo e la voglia di vacanza che si respira (ogni tanto vengono organizzati anche dei grandi open air party) è comunque così rilassante che ci si può accontentare. Tutto questo rende la Badeschiff una tappa irrinunciabile di Berlino, sia per il turista che per il naturalizzato berlinese. Naturalmente, stagione permettendo. Sempre consigliato portarsi una “felpina”.

Da Pasqua a Settembre la piscina è aperta tutti i giorni dalle 8:00 a mezzanotte, nel periodo invernale dalle 10:00 alle 22:00. In caso di maltempo, tuttavia, la Badeschiff viene chiusa. Ogni domenica si tiene il Badeschiff Open Air, un dj set all’aria aperta dalle 14:00 alle 22:00, per spostarsi poi all’interno dell’Arena Club.

Arena Badeschiff

Eichenstrasse 4, 12435

Sito Ufficiale

Biglietti: Adulti: 5€. Ridotto (studenti e disabili): 3€. Bambini (6-12 anni): 2€. Ingresso libero per i bambini sotto i 6 anni.

15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Badeschif © Sebastiaan ter Burg – CC BY-SA 2.0.

Leave a Reply