Love, 100 scatti d’amore. La mostra di Berlino

Scrittori, cantanti, pittori, ogni genere di artista ne ha parlato, scritto, fissato in forme sempre diverse e originali. Stiamo parlando dell’amore, una delle tematiche più care al genere umano e una delle esperienze più sconvolgenti che ognuno di noi si trova a vivere. All’amore è dedicata la mostra “Love”, che dal 6 dicembre al 7 febbraio è ospitata nella galleria fotografica Camera Work.

Sono più di 100 le fotografie con cui circa 50 autori si interrogano sul tema, fornendone interpretazioni molto diverse, a volte chiare altre volte più sottili. L’amore si concretizza allora nei baci degli innamorati o nella tenerezza che un genitore prova per il proprio figlio, nella sessualità e nell’erotismo o invece in due mani che si stringono. E ancora può assumere le forme più classiche e romantiche o invece essere nascosto nello spazio che separa una coppia che litiga, nella compattezza di un branco di animali, nella disperazione di un addio.

Anche temporalmente la mostra si muove tra i piani e gli autori più diversi. Immancabili gli scatti più e meno conosciuti di Robert Doisneau e di Harry Benson (in un bellissimo “Berlin Kiss” del 1996), particolare la scelta della “Migrant Mother” di Dorothea Lange e dei nudisti, travestiti e prostitute di Diane Arbus, teneri e senza tempo i gesti d’amore che Will McBride e Thomas Billhardt catturano dentro Berlino. Anche l’Italia e in particolare Firenze diventa sfondo di una delle immagini più simpatiche della mostra, nella bellissima “An American Girl in Italy” che Ruth Orkin fissa nel 1951 (e che vedete in alto).

Ma troviamo anche personaggi famosi mostrati nella intimità delle loro case e famiglie, come Angelina Jolie e Brad Pitt nelle foto di Steven Klein , John Lennon e Yoko Ono attraverso la lente di Annie Leibovitz, Robert Kennedy negli interessanti scatti di Steve Schapiro. Fino ad arrivare a visioni più moderne e sperimentali della serie “Carte” di Christian Tagliavini o nelle immagini di grande impatto di Ellen Von Unwerth.

In questa dispersione di motivi e di interpretazioni, spesso supportate da citazioni e aneddoti che gli artisti decidono di legare ai propri scatti, la mostra rende tutta la volatilità di un tema che si infiltra in modi sempre diversi, anche inaspettati, nelle nostre vite e allo stesso tempo lo mostra in tutta la sua concretezza.

La mostra è ospitata nei due piani della galleria fotografica Camera Work che sorge in un romantico cortile a pochi passi da Savignyplatz, specializzata in fotografia contemporanea senza dimenticare i capolavori più tradizionali della settima arte, di cui cerca di rendere lo sviluppo e la storia. Ospita regolarmente mostre temporanee e nel 2011 viene inserita tra le 10 migliori gallerie fotografiche del mondo in questo articolo.

Potete avere una panoramica di alcune delle bellissime fotografie della mostra nella galleria sotto. “Love” è in esposizione fino al 7 febbraio. Non perdetela!

Mostra “Love” @ Camera Work

Dove

Camera Work

Kantstrasse 149, 10623  Berlino

Quando

Fino al 7 febbraio

Da martedì a sabato dalle 11 alle 18

Ingresso libero

 

 

Related Posts

Chiara Rainò

Studentessa di Storia contemporanea, arrivo a Berlino nel 2014 per l'ultimo anno di studi dopo 4 anni a Roma. Lascio che una instancabile curiosità mi guidi all'inseguimento di parole, colori, persone e città. Amo l'odore dei libri, le cose semplici, la complicità.

Leave a Reply