L’O2 World di Berlino cambia nome. Ecco come si chiamerà per i prossimi venti anni

L’O2 World, il moderno palazzetto polifunzionale costruito di fronte all’East Side Gallery, cambierà nome. Come ufficalmente annunciato a gennaio, l’Anschutz Entertainment Group (AEG), proprietario dell’arena, ha venduto i naming rights al colosso Mercedes-Benz. Dal primo luglio 2015 e per i prossimi 20 anni, l’imponente impianto che accoglie ogni anno 1,3 milioni di persone circa, verrà quindi rinominato “Mercedes-Benz Arena Berlin”. Al momento non sono state rese pubbliche le cifre dell’accordo, ma certo è che la nota fabbrica di automobili ha fatto bene i suoi calcoli. La sede berlinese dell’azienda dista infatti solo pochi passi dal palazzetto e il suo marchio con la stella a tre punte domina già da anni sul quartiere Friedrichshain-Kreuzberg. L’intento è, come dichiarato dall’amministatore delegato Harald Schuff, quello di “consolidare il proprio impegno nei confronti della città di Berlino ed in particolare il coinvolgimento nel distretto in questione”. Unico neo (e non da poco): l’attuale indirizzo dell’arena è O2 Platz, 1 (Piazza O2, 1). Cambiare anche quello sarà un po’ più complicato.

Naturalmente AEG e Mercedes stanno già lavorando per dare un taglio netto al passato e per vestire l’arena con un abito conforme alla storica fabbrica motoristica di modo che la gente dimentichi in fretta il nome attuale. Per fare questo non sarà solamente necessario cambiare i cartelloni pubblicitari, ma anche intervenire sugli interni del palazzo (i colori dominanti sono ora quelli della compagnia telefonica O2, attuale detentrice dei diritti). I primi progetti di ristrutturazione mostrano, ad esempio, seggiolini con rivestiture antracite al posto delle attuali sedute blu.

MeBe_Aussenroh_05_21_klein

A poter vedere dal vivo il nuovo volto della struttura saranno i fan di Santana, Mark Knopfler e U2. Le esibizioni di queste icone della musica mondiale sono infatti programmate immediatamente dopo il cambio di naming. Anche il Gruppo B della prima fase degli Europei di basket 2015, in programma il prossimo settembre, si giocherà sotto il nuovo nome.

Ricordiamo che l’arena ospita, oltre a concerti e a spettacoli di vario genere, anche le partite interne della squadra di hockey su ghiaccio degli Eisbären Berlin e di quella di pallacanestro degli Alba Berlin. Inaugurata nel 2008, è costata 150 milioni di euro ed ha una capienza di 17.000 persone.

Goodbye O2 Arena

Mercedes-Benz Arena

Foto copertina © Der Robert CC BY-SA 2.0

Foto articolo © Mercedes Benz

Related Posts

  • Nelle stazioni della metro di Berlino da qualche giorno non si vedono più i soliti manifesti pubblicitari di prodotti ed eventi. Al loro posto si trovano cartelloni monocolore con scritte a lettere cubitali, in tedesco, frasi che sembrano dichiarazioni d'amore. Nessuna spiegazione, solo l'hashtag #weilwirdichlieben ("poiché noi ti amiamo"). È la nuova campagna…
  • Pensavate che Berlino vi lasciasse a piedi in occasione di San Silvestro? Sbagliato! Nella serata più frenetica dell'anno, buona parte dei mezzi di trasporto sarà attiva tutta la notte, considerata dalla BVG una notte festiva. Innanzitutto la validità del trasporto di una seconda persona priva di biglietto a bordo del Nahverkehr, per chi ha…
  • La metro di Berlino è più veloce di quella di Londra (vecchia e continuamente da rinnovare), è attiva per più ore di quella di Parigi (che non funziona 24 su 24 il weekend) ed è più capillare di quella di Madrid. Di Roma meglio non parlare. Nonostante tutto questo, la BVG, l'azienda che…
  • La metro di Berlino? Dal 2006, anno dei mondiali di calcio in Germania, ogni weekend e giorno festivo funziona regolarmente anche di notte. Doveva essere solo una soluzione temporanea analoga a quella presa da altre città che ospitarono la competizione, una volta finita però il servizio di trasporto pubblico berlinese decise di…
  • Gli Aerosmith all’O2 Arena di Berlino. Succedeva il 9 giugno scorso. Come spesso accade in occasioni come queste, gli aspetti piacevoli non si riducono alle sole due ore effettive di spettacolo, ma coinvolgono i momenti precedenti all’evento – l’attesa frenetica, le aspettative – e quelli successivi: la gioia, la delusione e i…

Denis Michelotti

Una ragazza delle medie una volta mi scrisse: "Perché sui giornali si parla solo delle cose che succedono e mai della vita? Anche la vita succede". (Luca Goldoni) Ogni volta che scrivo, penso a questa frase.

Leave a Reply