Molecule man, l’abbraccio che unisce presente e passato di Berlino

molecule man

Alla scoperta di uno delle opere meno conosciute di Berlino, molecule man. Una scultura che ha un profondo legame con la città.

Lo Sprea, specialmente quando inizia la bella stagione, è meta di passeggiate. Costeggiando il fiume, godendosi il fresco delle sue acque ci si può imbattere in molecule man una gigantesca scultura che emerge dal fiume. L’istallazione si può ammirare tra l’Elsenbrücke e Oberbaumbruecke vicino all’incrocio di tre quartieri. La statua è stata collocata li nel Maggio 1999 e rappresenta l’unione di tre quartieri: Kreuzberg, Alt-Treptow und Friedrichshain. Un simbolo di unione dopo che queste zone sono state divise ed isolate dal muro.

Molecule man

L’installazione è alta  30 metri ed è stata progettata e realizzata dallo scultore americano Jonathan Borofsky. Molecule man è completamente in alluminio e pesa  45 tonnellate. Oltre a rappresentare l’unione di tre quartieri rappresenta anche l’unione delle molecole di tutte le persone, unione necessaria per la sopravvivenza umana. L’opera è stata voluta e collocata dalla compagnia assicurativa tedesca Allianz. Piccola curiosità, l’istallazione è stata realizzata per la prima volta nel 1977/78 a Los Angeles. Un altro molecule man si trova a Baltimora ed è stato commissionato per celebrare il 100 ° anniversario della Penn Station.

Jonathan Borofsky

Jonathan Borofsky è uno  scultore e incisore americano. La sua opera più famosa è la scultura Hammering Man che è istallato in diverse città del mondo: Seoul (Corea del Sud), Francoforte (Germania), Basilea (Svizzera), Yorkshire Sculpture Park, Dallas, Denver, Los Angeles, Minneapolis, New York, Seattle, Gainesville, Washington DC e Lillestrøm (Norvegia). Conosciuta in Germania è anche la scultura Walking Man, situata sulla Leopoldstraße a Monaco di Baviera. Le installazioni Hammering Man e Molecule man sono legate da un significato come ammette lo stesso scultore.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 Foto Copertina: © ANBerlin CC BY-ND 2.0

Related Posts

  • Con l’arrivo della bella stagione e con l’allungarsi delle giornate, viaggiare alla scoperta di nuovi paesaggi in Germania diventa ancora più piacevole. E cosa c’è di meglio di trascorrere le giornate immersi nel verde e in compagnia di amici nei 16 parchi nazionali tedeschi? Per chi ha intenzione di scoprirli proponiamo…
  • Come si approfitta di una giornata di sole e, soprattutto, di tutti i parchi che la città offre? Per il fine settimana e non solo, l’idea di una grigliata all’aperto solletica le papille gustative di tutti. Nel 2012, a causa della mole di rifiuti abbandonati dopo una grigliata nel prestigioso…
  • Che sia una calda giornata di sole o un terribile pomeriggio piovoso, i bambini hanno sempre bisogno di divertirsi. Sebbene sia una metropoli, Berlino è anche una città a misura di bambino: in città ci sono tantissimi posti dedicati ai più piccoli. Berlino è una grande città e in quanto tale…
  • Recarsi in una delle saune di Berlino totalmente nudi (o, come dicono i tedeschi, textilfrei) è un'esperienza da provare almeno una volta durante il soggiorno nella capitale per immergersi in un aspetto importante della cultura tedesca. Se siete pronti a mettere da parte timidezze e inibizioni, ecco quello che serve sapere. La nudità. Innanzitutto: la nudità, a Berlino,…
  • A Berlino, con la stagione estiva, una delle cose più belle da fare è trascorrere una giornata all'aria aperta in uno dei tanti, splendidi, parchi cittadini. Se, durante la vostra escursione, invece del del classico panino vorreste mangiare qualcosa di diverso, nel parco di Tempelhof (Tempelhofer Feld), è ora possibile gustarsi…

Leave a Reply