Oscar 2015: ecco tutte le nomination e chi è rimasto deluso…

Ci siamo: oggi pomeriggio, dalle 14.30 circa, sono state annunciate le nomination per l’ottantasettesima edizione degli Academy Awards. La conferenza stampa di presentazione si è svolta presso il Samuel Goldwin Theatre di Beverly Hills e, per la prima volta, l’evento si è svolto in due parti in modo da annunciare le nomination per tutte le 24 categorie. Le candidature di quest’anno hanno effettivamente provocato numerosi cori di dissenso in sala, di seguito la lista dei grandi esclusi. Il 22 febbraio l’assegnazione

I DELUSI

 

Jennifer Aniston – Nonostante le nomination a SAGs, Critics Choice e Golden Globes l’attrice non è riuscita ad ottenere la nomination all’ Oscar come miglior attrice protagonista.

Jake Gyllenhal   –  A nulla sono valse le nomination a BAFTA,SAGs e Golden Globes per il suo ruolo in Nightcrawler.

Ralph Fiennes   –   Nessuna nomination anche per il consierge di The Grand Budapest Hotel(in corsa come miglior film).Scelta oltremodo discutibile.

Jessica Chastain -Nessuna nomination per la protagonista di A Most Violent Year?! Verrebbe da chiedersi se la giuria abbia effettivamente visto il film.

Amy Adams      –    Novella vincitrice del Golden Globe per il suo ruolo in Big Eyes non competerà per l’Academy.

The Lego Movie –  Incredibile, la  sua candidatura come miglior film d’animazione si dava praticamente per scontata.

Interstellar       –     Misteriosamente escluso da miglior film.La pellicola è comunque in gara per 8 statuette.

Di seguito la lista completa delle nomination :

Miglior film

American Sniper
Birdman
Boyhood
Grand Budapest Hotel
The Imitation Game
Selma
Theory of Everything
Whiplash

 

Miglior attore protagonista

Steve Carell in “Foxcatcher”
Bradley Cooper in “American Sniper”
Benedict Cumberbatch in “The Imitation Game”
Michael Keaton in “Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)”
Eddie Redmayne in “The Theory of Everything”

 

Miglior attore non protagonista

Robert Duvall in “The Judge”
Ethan Hawke in “Boyhood”
Edward Norton in “Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)”
Mark Ruffalo in “Foxcatcher”
J.K. Simmons in “Whiplash”

 

Miglior attrice protagonista

Marion Cotillard in “Two Days, One Night”
Felicity Jones in “The Theory of Everything”
Julianne Moore in “Still Alice”
Rosamund Pike in “Gone Girl”
Reese Witherspoon in “Wild”

 

Miglior attrice non protagonista

Patricia Arquette in “Boyhood”
Laura Dern in “Wild”
Keira Knightley in “The Imitation Game”
Emma Stone in “Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)”
Meryl Streep in “Into the Woods”

 

Miglior film d’animazione

“Big Hero 6” Don Hall, Chris Williams e Roy Conli
“The Boxtrolls” Anthony Stacchi, Graham Annable e Travis Knight
“How to Train Your Dragon 2” Dean DeBlois e Bonnie Arnold
“Song of the Sea” Tomm Moore e Paul Young
“The Tale of the Princess Kaguya” Isao Takahata e Yoshiaki Nishimura

 

Miglior fotografia

“Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)” Emmanuel Lubezki
“The Grand Budapest Hotel” Robert Yeoman
“Ida” Lukasz Zal and Ryszard Lenczewski
“Mr. Turner” Dick Pope
“Unbroken” Roger Deakins

 

Migliori costumi

“The Grand Budapest Hotel” Milena Canonero
“Inherent Vice” Mark Bridges
“Into the Woods” Colleen Atwood
“Maleficent” Anna B. Sheppard and Jane Clive
“Mr. Turner” Jacqueline Durran

 

Miglior regia

“Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)” Alejandro G. Iñárritu
“Boyhood” Richard Linklater
“Foxcatcher” Bennett Miller
“The Grand Budapest Hotel” Wes Anderson
“The Imitation Game” Morten Tyldum

 

Miglior documentario (lungometraggio)

“CitizenFour” Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky
“Finding Vivian Maier” John Maloof e Charlie Siskel
“Last Days in Vietnam” Rory Kennedy e Keven McAlester
“The Salt of the Earth” Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado e David Rosier
“Virunga” Orlando von Einsiedel e Joanna Natasegara

 

Miglior documentario (cortometraggio)

“Crisis Hotline: Veterans Press 1” Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry
“Joanna” Aneta Kopacz
“Our Curse” Tomasz Sliwinski e Maciej Slesicki
“The Reaper (La Parka)” Gabriel Serra Arguello
“White Earth” J. Christian Jensen

 

Miglior montaggio

“American Sniper” Joel Cox e Gary D. Roach
“Boyhood” Sandra Adair
“The Grand Budapest Hotel” Barney Pilling
“The Imitation Game” William Goldenberg
“Whiplash” Tom Cross

 

Miglior film straniero

“Ida” – Polonia
“Leviathan” – Russia
“Tangerines” – Estonia
“Timbuktu” – Mauritania
“Wild Tales” – Argentina

 

Miglior make-up

“Foxcatcher” Bill Corso and Dennis Liddiard
“The Grand Budapest Hotel” Frances Hannon e Mark Coulier
“Guardiani della Galassia” Elizabeth Yianni-Georgiou e David White

 

Miglior colonna sonora

“The Grand Budapest Hotel” Alexandre Desplat
“The Imitation Game” Alexandre Desplat
“Interstellar” Hans Zimmer
“Mr. Turner” Gary Yershon
“La teoria del tutto” Jóhann Jóhannsson

 

Miglior canzone originale

“Everything Is Awesome” da “The Lego Movie” (Musica e testo di Shawn Patterson)
“Glory” da “Selma” (Musica e testo di John Stephens e Lonnie Lynn)
“Grateful” da “Beyond the Lights” (Musica e testo di Diane Warren)
“I’m Not Gonna Miss You” da “Glen Campbell…I’ll Be Me” (Musica e testo di Glen Campbell e Julian Raymond)
“Lost Stars” from “Tutto può succedere” (Musica e testo di Gregg Alexander e Danielle Brisebois)

 

Miglior scenografia

“The Grand Budapest Hotel” Adam Stockhausen; Anna Pinnock
“The Imitation Game” Maria Djurkovic; Tatiana Macdonald
“Interstellar” Nathan Crowley; Gary Fettis
“Into the Woods” Dennis Gassner; Anna Pinnock
“Mr. Turner” Suzie Davies; Charlotte Watts

 

Miglior corto animato

“The Bigger Picture” Daisy Jacobs e Christopher Hees
“The Dam Keeper” Robert Kondo e Dice Tsutsumi
“Feast” Patrick Osborne e Kristina Reed
“Me and My Moulton” Torill Kove
“A Single Life” Joris Oprins

 

Miglior cortometraggio live action

“Aya” Oded Binnun e Mihal Brezis
“Boogaloo and Graham” Michael Lennox e Ronan Blaney
“Butter Lamp (La Lampe Au Beurre De Yak)” Hu Wei e Julien Féret
“Parvaneh” Talkhon Hamzavi e Stefan Eichenberger
“The Phone Call” Mat Kirkby e James Lucas

 

Miglior montaggio sonoro

“American Sniper” Alan Robert Murray e Bub Asman
“Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)” Martín Hernández e Aaron Glascock
“The Hobbit: The Battle of the Five Armies” Brent Burge e Jason Canovas
“Interstellar” Richard King
“Unbroken” Becky Sullivan and Andrew DeCristofaro

 

Migliori effetti sonori

“American Sniper” John Reitz, Gregg Rudloff and Walt Martin
“Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)” Jon Taylor, Frank A. Montaño e Thomas Varga
“Interstellar” Gary A. Rizzo, Gregg Landaker e Mark Weingarten
“Unbroken” Jon Taylor, Frank A. Montaño e David Lee
“Whiplash” Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley

 

Migliori effetti visivi

“Captain America: The Winter Soldier” Dan DeLeeuw, Russell Earl, Bryan Grill e Dan Sudick
“Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie” Joe Letteri, Dan Lemmon, Daniel Barrett and Erik Winquist
“Guardiani della Galassia” Stephane Ceretti, Nicolas Aithadi, Jonathan Fawkner e Paul Corbould
“Interstellar” Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher
“X-Men: Giorni di un futuro passato” Richard Stammers, Lou Pecora, Tim Crosbie and Cameron Waldbauer

 

Miglior sceneggiatura non originale

“American Sniper” di Jason Hall
“The Imitation Game” di Graham Moore
“Inherent Vice” di Paul Thomas Anderson
“The Theory of Everything” di Anthony McCarten
“Whiplash” di Damien Chazelle

 

Miglior sceneggiatura originale

“Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)” di Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris, Jr. & Armando Bo
“Boyhood” di Richard Linklater
“Foxcatcher” di E. Max Frye and Dan Futterman
“The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson; Story by Wes Anderson & Hugo Guinness
“Nightcrawler” di Dan Gilroy

Nonostante la mancata candidatura per il Capitale Umano di Paolo Virzì l’Italia non è del tutto esclusa dalla gara: Milena Canonero è in lizza per i costumi di Grand Budapest Hotel. La cerimonia di consegna delle statuette si terrà il giorno 22 febbraio presso il Dolby Theatre di Los Angeles,a presentare la serata l’attore Neil Patrick Harris

Related Posts

  • 10000
    Dopo la trilogia del Paradiso (Love, Faith, Hope), Ulrich Seidl si cimenta in un progetto documentaristico piuttosto singolare e indiscreto, un’idea curiosa che lo porta a ricercare ossessioni, paure, perversioni, stranezze, libertà sessuali e personali delle più disparate. Dove? Nelle cantine degli austriaci. Presentato Fuori Concorso a Venezia 71, Im…
  • 10000
    Per 10 giorni il Kino Babylon parla spagnolo: dal primo al nove novembre il cinema situato nel cuore di Mitte diventerà il quartier generale della terza edizione dello Spanisches Filmfest Berlin. 27 i film presentati, 3 i blocchi di cortometraggi, 7 le sezioni, 1 finestra aperta sul mondo dell’audiovisivo ('Proyectaragón',…
  • 10000
    Lo scorso maggio, nella sezione Un certain regard del festival di Cannes, veniva presentato al pubblico l’ultimo film di Wim Wenders, Das Salz der Erde, Il sale della terra, che da oggi, venerdì 30 Ottobre, verrà proiettato nelle sale tedesche. Potremmo considerarlo un film a metà a strada tra un biopic e…
  • 10000
    Meraviglia della tecnologia: seduti in un cinema di Berlino è possibile assistere alla prima londinese de I due Foscari di Giuseppe Verdi, in diretta dalla Royal Opera House. In maniera informale (e decisamente più economica) si può infatti prendere parte a spettacoli di grande rilievo, alcuni tra i più rinomati…
  • 10000
    Dopo Coraline e La Porta Magica e ParaNorman, lo studio LAIKA ci regala un’altra chicca d’animazione in stop motion ispirata al libro di Alan Snow “Here Be Monsters!". Boxtrolls 3D, presentato Fuori Concorso a Venezia 71, è una produzione tecnicamente americana con un retrogusto tutto British. Basti considerare la nazionalità inglese di una…

Leave a Reply