15 situazioni che ti dimostrano che non si può vivere in Germania senza parlare tedesco

Sono sempre più le persone che si trasferiscono in Germania senza sapere niente del tedesco prima di partire e senza impegnarsi ad apprenderlo una volta arrivati.

Lavorano da freelancer con commissioni nella propria lingua (o in inglese), oppure sono impiegati presso i dipartimenti relativi alla loro nazione per grandi aziende internazionali. Insomma, ritengono che l’apprendimento della lingua tedesca non sia così fondamentale per vivere in Germania e di poter conseguentemente fare a meno di un’integrazione che sia totale. Ecco invece quindici situazioni di vita quotidiana che dimostrano che è importante sapere parlare tedesco se si vive in questo Paese.

1. In farmacia

Per evitare di dover spalancare la bocca in pieno stile lupo di cappuccetto rosso, quando si ha la necessità di acquistare uno spray contro il mal di gola. Le povere farmaciste ringrazieranno.

2. Per il curriculum “casae”

Per tutti quelli che desiderano ardentemente che la propria Schufa (ovvero il documento che attesta che non si è mai stati debitori di nessuno) resti senza macchia e senza vergogna.

3. Al bar

Perché ordinare in tedesco un cappuccino o un latte macchiato pronunciando queste due parole in modo impeccabile non ha prezzo. Per tutto il resto c’è la moka di casa.

4. Tra amici

Stai cercando un nuovo lavoro. I tuoi amici già ti vedono ad un passo dalla fine o, peggio, dal rientro definitivo in Italia. Ma poi ti trovi ad ordinare, in piena autonomia, una serie infinita di portate ad una tavolata di 20 persone (esigenti e, soprattutto, affamate). La gloria è ad un passo.

5. Nel mondo della burocrazia

Certo qui è tutta un’altra storia, ma conoscere la lingua di chi approverà la tua richiesta per l’Hartz IV aiuta. O perlomeno così mi è sembrato di capire ascoltando accorati racconti di tragiche esperienze maturate nei corridoi di questi grandi edifici in stile DDR.

6. Alla cassa.

Quante volte hai desiderato di poter fronteggiare una cassiera in lotta contro il genere umano? Se conosci il tedesco, imbatterti in un simile rappresentante della categoria ti regalerà soddisfazioni inaspettate. Un po’ come la caramella nel Calippo alla Coca-Cola.

7. Con il tuo padrone di casa.

È indispensabile per fargli capire che con te, i giochetti da strozzino, se li può anche scordare. Non sei uno sprovveduto ed è bene mettere subito le cose in chiaro. In tedesco.

8. Con l’estetista brasiliana.

Ricorda: con lo spagnolo ce la possiamo anche cavare, ma il portoghese è un’altra cosa. Parlare tedesco mentre una frizzante estetista di Belo Horizonte cosparge di miele incandescente il tuo inguine ti sarà utile. Perché, checché tu ne possa pensare, è l’unica lingua che avete realmente in comune. Il tuo esperanto homemade (un cocktail di italiano, spagnolo, portoghese e inglese) lascialo per la manicure, obrigada.

9. Tra colleghi

Noi italiani siamo generosi, e quando si parla poi di offrire un caffè ci esaltiamo facilmente. “Vi invito io, ragazzi!” Questo si ripete per giorni. Ed ecco che arriva il tuo turno, e come ringraziamento ti viene offerto un pranzo succulento a base di Leberkäse (pasticcio di fegato, secondo alcune scuole di pensiero. Altri invece sostengono che sia un semplice mix tra carne di manzo e pancetta di maiale) e Eisbein (stinco di maiale lesso) con crauti. Riuscire ad essere convincente mentre ti senti vacillare asserendo che, guarda caso, hai gustato le stesse prelibatezze la sera precedente in un ristorante bavarese sarà la tua salvezza. Tienitela stretta.

10. Durante un colloquio di lavoro

Superfluo affermare che il tedesco rappresenti una via preferenziale. Ma ad alcune aziende “ggiovani”, vedi-alla-voce-start-up, non interessa. Considerato poi il salario che ti offriranno, è bene che siano flessibili anche loro, certo. Tuttavia comprendere quello che ti racconteranno durante la fase “firma del contratto” sarà fondamentale. I dettagli, si sa, fanno la differenza (e la tua busta paga).

11. Tra turisti connazionali

Sei meteoropatico e una giornata particolarmente grigia non ti aiuta? Quanto ti capisco. In ogni caso, ti consiglio di avventurati in aree ad alta densità turistica, dove il divertimento è assicurato. Stai pur certo che, se incrocerai un gruppo di connazionali in visita alla città, qualcuno farà un commento poco gradevole su di te. A quel punto hai due carte: fare buon viso a cattivo gioco o esprimere il tuo disappunto in tedesco, concludendo poi con un bel “Evviva i miei connazionali!”. Da provare, almeno una volta nella vita.

12. Per concludere trattative importanti.

La tua ragazza non può vivere senza quel cappello largo quanto il diametro della vostra camera nella WG in cui vivete, ma il prezzo imposto dal venditore indiano che ha il monopolio ad Alexanderplatz è troppo alto? Tu non sei un turista e parlargli in tedesco ti porterà ad accaparrarti quel gioiello di finezza a metà prezzo. (Lo so per esperienza, e in quel caso ho dovuto fare tutto da sola!)

13. Per conquistare un tedesco (o una tedesca, in tal caso virate quanto segue al sesso opposto)

Appartieni a quel folto gruppo di ragazze che devono sedurre a tutti i costi un tedesco, salvo poi attribuirgli ogni sorta di stereotipi da far rabbrividire solo perché, giustamente, ha abitudini diverse dalle loro? Parla la sua lingua, cara, e avrai maggiori chances di farti conoscere! E noi avremo, insieme a te, più probabilità di risparmiarci avvincenti monologhi su quanto sia ingiusto essere ignorate da questi “esseri glaciali”.

14. Per comprendere i menù esotici a Berlino

Forse nessun’altra città in Germania offre una tale e variegata offerta culinaria. Uscire di casa e passeggiare alla ricerca del ristorante o Imbiss (tavola calda o bar) che ti ispira particolarmente equivale a fare il giro del mondo in ottanta metri. Trattieni l’entusiasmo, però. Ora hai di fronte a te un menù con centouno portate e rimpiangi i tempi andati in cui centouno per te erano solo i cuccioli di dalmata in fuga da Crudelia Demon. I nomi in thailandese, vietnamita, indiano, mandarino o amarico non ti aiutano, ma le spiegazioni in tedesco, sì. È bene quindi che tu sia in grado di comprenderle. Soprattutto per evitare sorprese quando nel piatto troverai il tanto temuto coriandolo.

15. Per integrarti davvero

Per intuire, osservando due tedeschi in metropolitana chiacchierare e sorridere dopo averti guardato un attimo, che no, non stanno parlando di te, della tua capigliatura o del tuo abbigliamento. Saper parlare tedesco in Germania (come qualsiasi altra lingua in qualsiasi altra nazione) significa, al di là dell’ironia, soprattutto questo: capire davvero quanto accade intorno a noi. C’è forse qualcosa di più importante?

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Related Posts

  • Il Corso Intensivo di Lingua Tedesca a Berlino, organizzata da Berlino Schule, è un corso intensivo di tedesco di due settimane, dedicato al livello A1.1. L'obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti le basi per comprendere ed utilizzare le fondamentali espressioni di uso quotidiano e per riuscire a comunicare…
  • Partiamo da un presupposto base, che all'orecchio di molti suonerà come un assunto dall'ovvietà lapalissiana e all'atto pratico di scarsa utilità: il tedesco è una lingua difficile. Avvincente, misteriosa e foriera di enormi soddisfazioni se affrontata con l'audacia e la meraviglia del primo esploratore alla volta di un antico tempio…
  • Avete studiato il tedesco e pensate di aver raggiunto il vostro traguardo con un B2 o addirittura con un C1? Malgrado i vostri sforzi siano senza dubbio ammirevoli, vi basterà parlare con un madrelingua per rendervi conto di quanto sia diversa lingua tedesca studiata sui libri da quella viva e parlata nel quotidiano.…
  • Quasi tutti coloro che si sono avvicinati allo studio della lingua tedesca sono stati sfiorati dal pensiero di aver fatto la scelta sbagliata. Non perché studiare il tedesco sia inutile o perché ci sia qualcosa di male nell’appassionarsi alle lingue germaniche, ma perché lo sforzo che questa lingua richiede per esser…
  • Volete imparare il tedesco da zero? Il 7 marzo parte il nuovo corso super-intensivo mattutino di Berlino Schule/Berlino Magazine, livello A1.1. Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì, dalle 9.15 alle 13.30, nella nostra sede in Gryphiusstraße 23, nel cuore di Friedrichshain. Il corso si terrà fino al 18 marzo. Per iscriversi non…

Daniela Pititto

La lingua tedesca e la Germania sono la mia grande passione da quando ero una teenager sfigata con l'apparecchio fisso ai denti. Da allora sono cresciuta, vado dal dentista solo ogni 6 mesi e mi occupo di comunicazione aziendale e PR. Segni particolari: parlo (anche) al contrario. Sogno particolare: poter gustare i veri panzerotti pugliesi anche in Germania.

6 Responses to “15 situazioni che ti dimostrano che non si può vivere in Germania senza parlare tedesco”

  1. Der Pilger

    una derivazione del punto 6) : per intenderti con l’artigiano che altrimenti ti cambia tutta la caldaia quando invece bastava sostituire una valvolina. Nella versione bavarese il tedesco e’ solo il trampolino di lancio per imparare i rudimenti della bavara lingua ed evitare l’inconveniente di cui sopra.

    P.S.
    Il Leberkaes NON e’ un pasticcio di fegato! (e non contiene nemmeno formaggio se per questo)

    Rispondi
  2. Daniela Pititto

    La ricetta delle origini conteneva fegato. In ogni caso, grazie della segnalazione corretta ed attuale. P.S. Dinnanzi al Münchner Kindl, poi, non si scherza! 🙂

    Rispondi
    • franzi87

      Ciao Daniela,a novembre devo venire in germania per un mese,e con la scusa vorrei impararmi il tedesco….mi sai indicare come fare?

      Rispondi
  3. Sergio

    Diceva Nietzsche che la metafisica di un popolo dipende dalla sua grammatica.

    Rispondi
  4. Valerio

    Se la lingua tedesca è ostica altrettanto vale per l’italico idioma. Dunque attenta, si dice (e ovviamente si scrive) meteoropatico e non metereopatico 😉 . Non lo sapevi ?

    Rispondi
  5. Sara

    Ciao ragazzi!

    Rispondi

Leave a Reply