Pipì contro i muri? Un video mostra l’originale soluzione sperimentata ad Amburgo

Feste sfrenate, boccali di birra, cocktails a pochi euro… Le notti berlinesi possono essere davvero selvagge e non è raro vedere ragazzi (ma anche ragazze!) fare la pipì per strada, in un cespuglio o ancor peggio contro i muri di case e negozi.

Lo stesso succede ad Amburgo, soprattutto nel quartiere a luci rosse St. Pauli famoso per il suo susseguirsi di bar e locali. Gli abitanti della zona però si sono stancati del cattivo odore e del degrado causato dalla mancanza di senso civile, cosí hanno deciso di richiamare l’attenzione sul problema “pipì per strada”. In collaborazione con un’agenzia pubblicitaria locale, la campagna contro il Wildpinkler è iniziata a marzo. La prima mossa è stata ricoprire alcune pareti con una speciale vernice idrorepellente. Se qualcuno cerca di fare pipí contro un muro impregnato con tale sostanza, si ritroverà con scarpe e pantaloni bagnati!

Il video della campagna, “St. Pauli pinkelt zurück // St. Pauli Peeback”, ha già raggiunto milioni di visualizzazioni su YouTube ed è divertente vedere i maschietti saltare all’indietro quando si accorgono del trucchetto del muro. Ma questa non è l’unica iniziativa per sconfiggere le cattive abitudini, spiega la Sig.ra Julia Staron al giornale Die Spiegel, membro dell’associazione “Interessengemeischaft St. Pauli e.V”. Per convincere i giovani a utilizzare il bagno anzichè la strada, ad Amburgo verranno distribuite ad aprile anche delle “tessere pipí”. Seguendo la stessa logica della raccolta punti al supermercato, chi utilizzerà la toilette di un bar o di un ristorante a St. Pauli riceverà un timbro e, una volta completata la tessera, si aggiudicherá un premio.

Ovviamente, non c’è da sorprendersi che si tratti di un free shot!

Chiara Polacchini

Dall'Italia alla Germania, passando per Spagna, Francia e Stati Uniti. Amante di marketing e lingue straniere, da 5 anni ho fatto di Berlino la mia nuova casa.

Leave a Reply