Porno Karaoke, a Berlino i porno si vedono e si doppiano al pub. Tutti assieme

Sullo schermo scorrono le immagini di un porno anni ’70, super trash. C’è la classica biondona in cabrio, che si ferma a una pompa di benzina. Un aitante benzinaio la saluta e lei gli intima ammiccante: «fammi il pieno». Il seguito ce lo si può immaginare facilmente. Quello che, forse, non vi aspettereste, è che la proiezione avviene nella sala stracolma di una birreria e le voci – o i gemiti – delle scene hot provengono dal pubblico, che provvede a doppiare i protagonisti sullo schermo.

Come funziona il Porno Karaoke. Siamo al Zum starken August, pub di Berlino sulla Schönauser Allee, zona Prenzlauer Berg. Qui, ogni primo sabato del mese a partire dalle 21, scatta l’ora del Porno Karaoke. Nonostante il pub abbia aperto solo lo scorso settembre, l’appuntamento è già diventato un vero e proprio trend a Berlino, al punto che il buttafuori alla porta deve spesso rimbalzare parecchie persone e che della serata si è occupato persino Die Welt. Hipster, coppie, ragazze single, gay in carriera: i frequentatori del Porno Karaoke sono davvero variegati. E tantissimi: più di 150 persone a ogni incontro, che si riuniscono nella grande sala del Zum starken August, sorseggiano una birra o uno shot di vodka e poi partecipano alla visione collettiva di un porno. Preferibilmente anni ’70 e trash, per conferire all’esperienza quel necessario tocco di goliardia. Chi vuole può prenotarsi per la singolare sessione di doppiaggio, afferrare un microfono e abbandonarsi a mugolii, gridolini e gemiti. Ma, soprattutto, all’interpretazione delle improbabili frasi pronunciate da idraulici baffuti, muscolosi pompieri, casalinghe maggiorate e segretarie dalla dubbia deontologia professionale. I migliori doppiatori vengono anche premiati con dei singolari Oscar, Barbie e Ken dorati perfettamente in tono con l’atmosfera un po’ kitsch della serata.

12809593_1732918226942951_159102608953228738_n
Photo © Facebook – Zum starken August

 

La filosofia del Porno Karaoke. Come al protagonista di un vecchio film di Nanni Moretti, anche ai frequentatori del Porno Karaoke il cinema erotico sperimentale o d’autore non interessa affatto. La loro preferenza va decisamente alla pornografia da quattro soldi, con tutta la sua carica goliardica e liberatoria. Tra bambole gonfiabili e pupazzi dal pene priapesco che vagano per il locale, gente travestita da banana gigante e disinvolte gang bang sullo schermo, l’idea è di normalizzare un’attività, la fruizione di contenuti pornografici, che interessa in fondo un po’ tutti, anche se poi a confessarlo sono in pochi. É questa la filosofia di Marcel Jahn e Sebastian Kulka, due dei quattro proprietari del Zum starken August. Marcel è un omaccione pelato e baffuto che per gli appuntamenti del Porno Karaoke ama proporre sgargianti travestimenti. Sebastian è un 32enne dalla barba abramitica che indossa un cappello da cowboy e stivali in pelle di serpente e viene da una famiglia di circensi. Sono entrambi un po’ folli, a modo loro, ma in senso buono. Con la scomparsa dei cinema porno e dei VHS, la pornografia è stata totalmente fagocitata dal web, riducendosi a una dimensione totalmente privata e anonima. «Noi invece», spiega Sebastian, «vogliamo rendere aperto, naturale, ciò che ormai accade soltanto a porte chiuse». Lo scopo, in ultima istanza, non è nemmeno direttamente erotico, perché chi viene al Porno Karaoke difficilmente cerca eccitazione sessuale, quanto piuttosto un’esperienza, come si diceva, liberatoria e ironica, che dia alla sessualità una dimensione pubblica e dunque anche politica, in qualche modo.

Photo © Facebook – Zum starken August

Porno Karaoke

Quando: ogni primo sabato del mese dalle 21:00

Dove: Zum starken August – Schönauser Allee 56

Pagina Facebook

HEADER-SCUOLA-DI-TEDESCO

Foto  © Facebook – Zum starken August ,
Photo Cover © Youtube

Leave a Reply